TSMC, produzione a 16nm forse già entro la fine del 2014

TSMC, produzione a 16nm forse già entro la fine del 2014

La più famosa fonderia taiwanese che opera nel campo dei semiconduttori sta cercando di anticipare i tempi per la produzione FinFET a 16 nanometri

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:31 nel canale Scienza e tecnologia
 

TSMC ha avviato la cosiddetta "risk production" per il processo FinFET a 16 nanometri, con la produzione in volumi che è programmata per l'avvio fra un anno circa. Il nuovo CEO Mark Liu ha dichiarato che la fonderia sta cercando di avviare la produzione a 16 nanometri prima del previsto.

In precedenza infatti l'azienda taiwanese aveva indicato nel primo trimestre del 2015 la finestra temporale più probabile per l'avvio della produzione in volumi commerciali usando il processo FinFET a 16 nanometri. Liu ha inoltre affermato che TSMC è pronta per avviare la produzione in volumi di SoC a 20 nanometri per il mese di gennaio 2014.

Liu ha inoltre rivelato alcune interessanti informazioni sul giro di affari della compagnia con particolare riferimento alle attività di produzione basate sul processo a 28 nanometri che ha permesso di generare nel corso del 2013 un fatturato di 5,4 miliardi di dollari (USA) e dovrebbe costituire il 23% circa delle vendite totali di wafer della compagnia per quest'anno.

Secondo quanto illustrato dal CEO di TSMC, il mercato globale dei semiconduttori crescerà del 5% circa nel 2014, un punto percentuale in più rispetto il 4% stimato per questo 2013. Relativamente al settore delle fonderie per il mondo dei semiconduttori la crescita per il 2014 rallenterà leggermente al 9% rispetto all'11% registrata per il 2013.

TSMC dovrebbe inoltre continuare a registrare risultati migliori della media del settore, in termini di crescita. Liu afferma che per il 2014 sarà possibile apprezzare ancora una crescita delle vendite a doppia cifra, dopo aver registrato una crescita del 17%-18% nel 2013.

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PaulGuru14 Dicembre 2013, 10:36 #1
A 16nm ? E i 20nm per produrre le nuove GPU next gen però dove sono ?
die8114 Dicembre 2013, 11:11 #2
i 16 sono fondamentali per la tecnologia indossabile...forse anche piu piccolo servirebbe
Sputafuoco Bill14 Dicembre 2013, 11:39 #3
Speriamo in processori ARM per smartphones che consumino meno.
CrapaDiLegno14 Dicembre 2013, 13:14 #4
Originariamente inviato da: PaulGuru
A 16nm ? E i 20nm per produrre le nuove GPU next gen però dove sono ?

Sembra che la produzione di massa dei 20nm stia per partire a breve, entro la fine dell'anno. Questo vuol dire che c'è speranza che Maxwell di nvidia sia veramente a 20nm fin da subito.
Il che vorrà dire una nuova estate calda di novità. Per voi, io la mia scheda grafica l'ho appena presa e me la terrò per i prossimi 2-3 o forse anche 5 anni
Braccop14 Dicembre 2013, 14:04 #5
dubito fortemente che quei 20 nm vengano dedicati alle gpu discrete... il mercato vuole i soc ed e' a quelli che verra' destinata la linea produttiva...
PaulGuru14 Dicembre 2013, 14:36 #6
Originariamente inviato da: Braccop
dubito fortemente che quei 20 nm vengano dedicati alle gpu discrete... il mercato vuole i soc ed e' a quelli che verra' destinata la linea produttiva...

Fare gli uni che gli altri no eh ?
francescoG114 Dicembre 2013, 19:53 #7
Originariamente inviato da: PaulGuru
Fare gli uni che gli altri no eh ?


Si sapeva già da molto che i 20nm sono pensati [U]SOLO[/U] per i soc, vista la vicinanza dei 16 evidentemente hanno preferito cancellare la versione per alte prestazioni quindi mi sa che nuove gpu con nuovi processi produttivi prima di fine 2014 o inizio 2015 non ci saranno. Dubito che AMD e nvidia spendano soldi per adattare l'hardwere per due processi così vicini (la produzione di massa per i 20nm partirà nel Q1 2014 e verrà assorbita tutta dai soc) considerando che i costi sono molto più alti che in passato e che i 20nm non sono proprio adatti...
ionet14 Dicembre 2013, 23:39 #8
OMG non ci posso credere,si vociferava ma ormai e' ufficiale

intel rinvia i 14 nm per il 2015 e tsmc anticipa i suoi 16nm

e con i 20nm per inizio 2014 tsmc surclassa intel,offrendo un pp piu' avanzato

cioe' non e' possibile,intel,la piu' grande industria di processori al mondo,la piu' avanzata,quella che fatturava piu' degli altri messi insieme,quella che investiva cifre da pil di uno stato,con due nodi di vantaggio rispetto ai competitori....

che poi i nm intel li calcola a modo suo,i 14nm sono simili ai 16,e anche gli attuali 22 non sono molto dissimili dai 28nm

un' altro gigante dai piedi d'argilla,tu guarda se intel nel medio|lungo periodo dovra' affrontare una scelta tra il destino di kodak,o una via di uscita alla nokia

ma intanto intel si merita tanti:
PlasticPie15 Dicembre 2013, 09:38 #9

più grande sei più grande sarà il botto. il verdetto è scritto.

o Intel decide di switchare verso metodi e tecnologie diverse abbandonando i ventolosi x86 buoni per friggere i babbà (anche se molti fanatici si ostinano a dire che intel ha fatto progressi pazzeschi sul risparmio energetico, con prestazioni che gli altri si sognano, etc... ma de chè? come mai che si sente sempre più parlare di strutture server che abbandonano i "super performanti" intel? sembra la storia di quello che tesse le lodi di se stesso) oppure ne vedremo delle belle, e neanche tra molti anni.
iLink15 Dicembre 2013, 15:41 #10

Non vedo perchè se TSMC produrrà a 16nm...

Intel deve crollare...a discapito di quanto detto sopra, i processori della serie i3, i5, i7 sono ancora inarrivabili in ambito consumer, e hanno prestazioni ordini di grandezza superiori a quelle di ARM per applicazioni specifiche...l'architettura x86 è troppo estesa per essere paragonata a quella ARM in modo diretto, e di norma usata in applicazioni (come appunto i PC desktop o i notebook) dove serve mostrare i muscoli e non solo il minor consumo di watt...
In ogni caso i recenti Intel Atom per tablet spingono molto e danno filo da torcere agli ARM, senza troppe balle...

Non sono un fanboy, ma quello che è giusto è giusto, Intel è sul mercato da anni, dopo i processori Pentium la sua ascesa è stata incontrastata, per lo meno in ambito consumer, a discapito di AMD in primis...ora che il mercato si è allargato a nuovi competitor, è ovvio che si crea un nuovo equilibrio, dove i nuovi competitor dominano il mercato in ascesa (SOC e applicazioni dove è necessario un risparmio energetico marcato), Intel mantiene un buon dominio sulla posizione consumer, e AMD vende un pò a tutti, GPU, CPU per server etcetera...

Per il momento l'unico botto sarà quello dello spumante di capodanno xD vedremo nel 2014 se ci sarà qualche scossona seria tale da far tremare i big...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^