VertiGo, da Disney un prototipo di "autocottero" che si arrampica sui muri

VertiGo, da Disney un prototipo di "autocottero" che si arrampica sui muri

Un drone con un particolare sistema di propulsione che può viaggiare su terreni e arrampicarsi su pareti verticali: è VertiGo il prototipo nato da una collaborazione tra Disney Research ed ETH Zurich

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

Per droni e robot una caratteristica chiave sarà il poter essere multimodali ovvero la capacità di poter muoversi e viaggiare in un’ampia varietà di ambienti e situazioni. La progettazione di un robot con la capacità di gestire questa varietà, che si può concretizzare in terreni diversi o condizioni inusuali, richiede un certo grado di creatività.

In passato un esempio di questa creatività si è materializzato nella collaborazione con ETH Zurich e Disney Research, dalla quale è nato Paraswift, un mezzo robotico capace di arrampicarsi su una parete verticale grazie ad apposite ventose e di lasciarsi poi precipitare in caduta controllata grazie al dispiegamento di un paracadute.

La presenza di ventose non permette però a Paraswift di potersi arrampicare su superfici ruvide e questo ha portato Disney Research e l'ETH a pensare a qualcosa di differente che prende forma in VertiGo, una sorta di ibrido tra un veicolo terrestre e un elicottero che può muoversi sul terreno e spostarsi su pareti verticali.

Un passaggio chiave nella progettazione di VertiGo è stato trovare il modo di massimizzare il rapporto tra la propulsione ed il peso del veicolo. Il peso in particolare è ridotto al minimo facendo uso di fibra di carbonio per l'intelaiatura centrale, mentre elmenti stampati in 3D con inserti di carbonio sono stati usati per strutture tridimensionali più complesse come le sospensioni o le ruote. La base del telaio presenta i punti di ancoraggio per due motori di propulsione e per le sospensioni, oltre ad ospitare tutte le parti elettroniche e i cablaggi.

I propulsori sono montati usando una sospensione a cardano a doppio anello e una serie di servomotori integrati permettono all'anello interno e a quello esterno di essere mossi indipendentemente l'uno dall'altro. Tutto ciò va a supportare la generazione delle forze necessarie per muoversi sul terreno, sui muri e in teoria anche sul soffitto.

Le quattro ruote a contatto con il terreno o la parete sono tutte non motrici. VertiGo si muove infatti grazie ai due propulsori orientabili che possono direzionare la spinta sugli assi di beccheggio e rollio. Questo sistema consente al mezzo di muoversi adeguatamente in modalità orizzontale e di affrontare il passaggio dal terreno alla parete verticale: il propulsore anteriore spinge verso l'alto, causando un'impennata del robot che poi prosegue in verticale mentre il propulsore posteriore spinge verso la parete.

L'interesse di Disney in quest'area non è chiaro nel dettaglio. Paul Beardsley, responsabile di Disney Research, osserva come un dispositivo del genere, se provvisto di un opportuno sistema di illuminazione, potrebbe essere impiegato in modo interessante nell'ambito del'intrattenimento.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PaulGuru31 Dicembre 2015, 10:55 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.businessmagazine.it/news...muri_60084.html

Un drone con un particolare sistema di propulsione che può viaggiare su terreni e arrampicarsi su pareti verticali: è VertiGo il prototipo nato da una collaborazione tra Disney Research ed ETH Zurich

Click sul link per visualizzare la notizia.

In pratica crea banalmente una forte depressione sul fondo estraendo l'aria.
Niente di innovativo, magari se non fosse un giocattolo ma un vero mezzo sarebbe stato diverso ......
nick09131 Dicembre 2015, 12:21 #2
Originariamente inviato da: PaulGuru
In pratica crea banalmente una forte depressione sul fondo estraendo l'aria.
Niente di innovativo, magari se non fosse un giocattolo ma un vero mezzo sarebbe stato diverso ......

escludo crei una depressione visto che il fondo è aperto
demon7731 Dicembre 2015, 14:17 #3
Originariamente inviato da: PaulGuru
In pratica crea banalmente una forte depressione sul fondo estraendo l'aria.
Niente di innovativo, magari se non fosse un giocattolo ma un vero mezzo sarebbe stato diverso ......


Direi di no.. Piuttosto crea una pressione sul dorso.
In ogni caso decisamente curioso ed originale!
TheQ.31 Dicembre 2015, 14:38 #4
e' il contrario di un hovercraft
Carlo_31 Dicembre 2015, 20:23 #5
Originariamente inviato da: TheQ.
e' il contrario di un hovercraft

si
Bivvoz01 Gennaio 2016, 12:00 #6
Mi sembra un po' più sofisticato di un hovercraft.
Quelle eliche ruotano di 360° e permettono parecchie cose, per esempio quando deve passare da pavimento a muro ruota verso il basso per sollevare le ruote anteriori.
Molto versatile come cosa.
Pensate ad un fuoristrada fatto in questo modo (impossibile perchè pesano 3 tonnellate e servirebbero eliche da elicottero, ma ipotizziamone uno) se resta impantanato solleva le ruote con le eliche.
TheQ.02 Gennaio 2016, 10:03 #7
Originariamente inviato da: Bivvoz
Mi sembra un po' più sofisticato di un hovercraft.
Quelle eliche ruotano di 360° e permettono parecchie cose, per esempio quando deve passare da pavimento a muro ruota verso il basso per sollevare le ruote anteriori.
Molto versatile come cosa.
Pensate ad un fuoristrada fatto in questo modo (impossibile perchè pesano 3 tonnellate e servirebbero eliche da elicottero, ma ipotizziamone uno) se resta impantanato solleva le ruote con le eliche.


si, le eliche sono basculanti in modo tale da adattarlo a varie inclinazioni e crea stabilità dal vincolo di appoggio sulle ruote (richiede che sia completamente vuoto, senza abitacolo), mentre il getto dell'hovercraft viene soffiato per rendere il mezzo stabile senza vincoli, nell'aria.

Tieni presente che un muro di una casa forse non regge 3 tonnellate * g di spinta laterale.

Il mezzo è un car-cottero od una spider-car?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^