Vladimir Putin: 'Chi vince la corsa per la IA conquisterà il mondo'

Vladimir Putin: 'Chi vince la corsa per la IA conquisterà il mondo'

All'interno di un discorso rivolto agli studenti russi, Putin è stato chiarissimo affermando che la corsa verso lo sviluppo dell'intelligenza artificiale sarà determinante per stabilire chi sarà a governare il mondo intero

di Nino Grasso pubblicata il , alle 17:21 nel canale Scienza e tecnologia
 

Il Presidente russo Vladimir Putin si è aggiunto nel dialogo riguardo l'intelligenza artificiale e in un monologo rivolto agli studenti del suo paese ha dichiarato: "L'intelligenza artificiale è il futuro, non solo per la Russia ma per tutta l'umanità. Arriva con opportunità colossali, ma anche minacce difficili da prevedere. Chi diventa leader in questa sfera conquisterà il mondo".

Lo sviluppo delle tecnologie di intelligenza artificiale è diventato sempre più una preoccupazione negli ultimi anni, e anche i leader del mondo tecnologico si sono resi conto che bisogna prendere diverse iniziative per evitare che gli algoritmi intelligenti prendano il sopravvento sull'umanità. Cina e Stati Uniti, oggi, sembrano i paesi più avanti in questo particolare ambito, con la Cina che ha già annunciato di voler divenire leader nella ricerca sulla IA entro il 2030.

Molti analisti ed esperti del settore americani hanno individuato il serio pericolo di perdere la leadership a favore dello stato asiatico anche per via dell'amministrazione Trump, che intende effettuare un taglio sulla ricerca scientifica e tecnologica. Sebbene l'IA sia intesa oggi come un mezzo per migliorare le capacità dei vari paesi in alcuni ambiti, come la ricerca medica o l'industria pesante, gli algoritmi di intelligenza artificiale saranno determinanti anche sul piano bellico.

Le nuove tecnologie verranno usate nello sviluppo delle armi, e il controllo autonomo può garantire a vere e proprie flotte di droni dal basso costo produttivo di gestire i propri movimenti attraverso una rete neurale dove tutti i quadricotteri sono interconnessi. Tali droni possono essere utilizzati in difesa, per la semplice sorveglianza, ma anche per attaccare nemici. Cina e Stati Uniti stanno già sviluppando queste tecnologie e, secondo Putin, le vedremo nei campi di battaglia presto.

Secondo il Presidente russo le guerre future verranno combattute fra droni: "Quando i droni di una delle parti vengono distrutti dal nemico, il paese rimasto senza droni non potrà che arrendersi", ha pronunciato nel monologo. Di recente Elon Musk e altri 116 leader del mondo tecnologico hanno inviato una petizione alle Nazioni Unite per sensibilizzare il dialogo sulle normative da seguire per lo sviluppo e l'uso delle armi con tecnologie di intelligenza artificiale integrate.

Questa particolare caratteristica, secondo i 117 leader, darà vita alla "terza rivoluzione nella scienza bellica", dopo la creazione della polvere da sparo e delle armi nucleari. Una guerra fra intelligenze artificiali non significa che chi vince conquista tutto, sottolinea però Putin: "Se diventeremo leader in questo segmento condivideremo il nostro know-how con il mondo intero, allo stesso modo in cui oggi condividiamo le nostre tecnologie legate al nucleare".

Alle parole di Putin ha subito risposto Elon Musk, uno dei più grandi visionari attuali in termini di intelligenza artificiale e anche fra i più scettici. Su Twitter ha scritto: "Cina, Russia, presto tutti i paesi con grandi competenze informatiche. La competizione per la superiorità nelle tecnologie di intelligenza artificiale a livello nazionale sarà probabilmente la causa della Terza Guerra Mondiale".

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7705 Settembre 2017, 17:27 #1
Le parole di Musk sono come sempre maledettamente plausibili.
Il che in questo caso non è per niente bello.
pabloski05 Settembre 2017, 17:38 #2
Originariamente inviato da: demon77
Le parole di Musk sono come sempre maledettamente plausibili.
Il che in questo caso non è per niente bello.


Mah ho i miei dubbi. Musk sta grandemente sopravvalutando gli attuali sviluppi dell'IA. Siamo ancora al livello di giocattoloni capaci solo di effettuare predizioni, esclusivamente in base ai bias immessi in fase di training.

Cioe' una rete neurale non e' in grado di farsi una propria idea circa il suo dominio di competenze, figurarsi cercare di acquisire ulteriori competenze.

Io sono invece piu' preoccupato da vecchi pazzi col cancro, tanto potere, e il dito sempre sul grilletto. Gente che ( usando le parole di Putin ) confonde Australia con Austria.

Ecco, mi sentirei meglio se togliessero la valigetta nucleare al golem arancione e ai suoi generali folli e la consegnassero ad un robot.

Sul tema della notiza, beh, Putin negli ultimi 25 anni ha sempre ripetuto che una delle ragioni del crollo economico dell'URSS fu l'aver sottovalutato ( e perso il treno ) la rivoluzione informatica. Memore di cio', sta cercando di evitare che il suo Paese perda anche il treno della quarta rivoluzione industriale.

E l'Italia?? Non pervenuto. Per ora importiamo clandestini e malaria
kirylo05 Settembre 2017, 18:17 #3

La gente si ostina a non comprendere cos'è un IA

Non è che per forza una IA debba assomigliare all'uomo, innamorarsi, amare il gelato, adiare qualcuno, anzi, molto probabilmente non avrà nulla a che fare con la nostra intelligenza.

I pericoli dell'IA non vengono solo dalla IA stessa che si può ribellare, bensì da qualcuno che la usa per fare del male.

Come un coltello che può essere usato per tagliare il pane può essere usato anche per uccidere.
s-y05 Settembre 2017, 18:24 #4
sempe che la HI non arrivi prima a distruggerlo
zappy05 Settembre 2017, 19:10 #5
Originariamente inviato da: pabloski
...E l'Italia?? Non pervenuto. Per ora importiamo clandestini e malaria

Non c'è l'intelligenza naturale, figurati quella artificiale...
s-y05 Settembre 2017, 19:25 #6
spero (ma si vede già come andrà a finire) sia una battuta quella di associare immigrazione e malaria
gianluca.f06 Settembre 2017, 07:59 #7
Originariamente inviato da: zappy
Non c'è l'intelligenza naturale, figurati quella artificiale...


Link ad immagine (click per visualizzarla)
Bivvoz06 Settembre 2017, 08:55 #8
Non c'è da stupirsi se poi Putin abbia così successo suoi social e simili.
Invece di perdersi in chiacchiere futili come i politi nostrani pensa a così un po' più importanti.

Originariamente inviato da: pabloski
E l'Italia?? Non pervenuto. Per ora importiamo clandestini e malaria


Il problema dell'Italia è la politica, l'industria e la ricerca presentano delle eccellenze ad altissimi livelli anche se sarebbe auspicabile averne molte di più.
Ma con una politica del genere che considera la ricerca e l'istruzione come l'ultima ruota del carro (e invece è il cavallo che tira) dobbiamo ritenerci fortunati.
Dinofly06 Settembre 2017, 08:55 #9
il controllo autonomo può garantire a vere e proprie flotte di droni dal basso costo produttivo di gestire i propri movimenti attraverso una rete neurale dove tutti i quadricotteri sono interconnessi.

Della serie... Non ho la più pallida idea di cosa sto dicendo...

Quadricotteri... :Lol:
zappy06 Settembre 2017, 08:58 #10
Originariamente inviato da: Bivvoz
Il problema dell'Italia è la politica, ...


è una bella scusa dietro cui nascondersi.
no, il problema dell'italia sono gli italiani. I "politici" mica scendono dal cielo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^