AMD abbandona SeaMicro: niente più microserver

AMD abbandona SeaMicro: niente più microserver

AMD annuncia l'uscita di scena dal mercato dei sistemi server ad elevata densità, e con questo abbandonando il marchio SeaMicro che aveva acquistato alcuni anni fa.

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:01 nel canale Server e Workstation
AMDOpteron
 

I risultati finanziari trimestrali di AMD riportano informazione di una decisione strategica, con effetto immediato, presa dall'azienda: quella di uscire dal mercato delle soluzioni server di tipo denso e contestualmente abbandonare tutta l'attività legata al marchio SeaMicro.  Di seguito quanto riportato a riguardo nel comunicato stampa rilasciato da AMD:

As a part of the strategy to simplify and sharpen the company's investment focus, AMD is exiting the dense server systems business, formerly SeaMicro, effective immediately.
AMD recorded $75 million of special charges in Q1 2015 primarily related to impairment of previously acquired intangible assets.

AMD aveva completato l'acquisizione di SeaMicro nel corso del 2012, per un controvalore di 334 milioni di dollari, con l'obiettivo di guadagnare una forte presenza nel mercato dei sistemi server ad elevata densità. Con questo nome si indicano i sistemi server nei quali sono integrati un numero elevato di processori a basso consumo, collegati tra di loro e in grado di meglio comportarsi in termini di efficienza energetica con quelle applicazioni che eseguono un elevato numero di threads paralleli a basso carico di lavoro unitario.

Alla fine del 2012 SeaMicro, che dopo l'acquisizione aveva continuato ad operare con questo marchio, aveva annunciato il sistema SM15000 compatibile tanto con processori AMD Opteron come con le soluzioni Intel Xeon. Quel prodotto è stato anche l'ultimo della storia di SeaMicro, in quanto l'azienda non ha più annunciato altre soluzioni negli ultimi 2 anni e mezzo.

seamicrofront.jpg (119534 bytes)

Nell'annuncio AMD rimarca come sia sua intenzione di semplificare la propria strategia di investimenti, e da questo la decisione di uscire da questo business abbandonando il marchio SeaMicro. E' evidente come per AMD lo sviluppo futuro sia sempre più legato alla produzione di soluzioni semi-custom per i propri clienti, con i due esempi più noti rappresentati dai SoC utilizzati nelle console Sony Playstation 4 e Microsoft Xbox One.

Il CFO di AMD, nel commentare i risultati finanziari trimestrali dell'azienda, ha rimarcato come l'approccio attuale di AMD sia incentrato su una corretta modulazione degli investimenti in ricerca e sviluppo e sulla gestione dei budget a questi abbinati. L'aumento degli investimenti nello sviluppo di processori per sistemi server, attesi nel corso del prossimo anno, ha quindi portato alla decisione di chiudere SeaMicro. AMD ha scelto questa strada quale alternativa alla vendita di SeaMicro così da poter mantenere al proprio interno la tecnologia di interconnessione Freedom Fabric e le varie proprietà intellettuali legate a SeaMicro, così da poterle riutilizzare proprio nelle future soluzioni destinate al mercato server.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^