AMD mostra in funzione le future soluzioni Opteron con HSA

AMD mostra in funzione le future soluzioni Opteron con HSA

E' ormai vicino il debutto sul mercato dei processori AMD Opteron basati su architettura Berlin, soluzioni con GPU e CPU integrate che porteranno per la prima volta la Heterogeneous System Architecture all'interno di sistemi server

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:31 nel canale Server e Workstation
AMD
 

Nei giorni scorsi AMD ha eseguito la prima dimostrazione pubblica, in occasione del Red Hat Summit di San Francisco, della propria prossima generazione di piattaforma server appartenente alla famiglia Opteron X. Si tratta dei modelli noti con il nome in codice di Berlin, attesi al debutto sul mercato entro la metà dell'anno.

Si tratta della prima architettura AMD per sistemi server a implementare l'Heterogeneous System Architecture (HSA): questo è reso possibile dalla presenza di CPU e GPU sullo stesso die del processore, unitamente alla heterogeneous unified memory architecture (hUMA). Tale approccio permette di eseguire threads su GPU e CPU in modo simultaneo, sfruttando le tecniche di heterogeneous queueing (hQ). Un connubio di questo tipo permette di avere a disposizione due risorse di elaborazione indipendenti nello stesso chip: la componente CPU per gli ambiti cosiddetti seriali e quella GPU per le elaborazioni più parallele.

Dal punto di vista architetturale le CPU Opteron della famiglia Berlin ricalcano le caratteristiche tecniche che troviamo nelle APU dekstop della famiglia Kaveri. Tecnologia produttiva a 28 nanometri, architettura quad core per la parte CPU e GPU della famiglia Graphics Core Next sono gli elementi tecnici di rilievo di questi processori, destinati all'utilizzo in sistemi server di ridotte dimensioni per impieghi web e per servizi di vario tipo. A differenziare le soluzioni Opteron Berlin la scelta di integrare all'interno il SoC Controller Hub, equivalente di quello che un tempo era il chipset al quale competono le funzionalità di I/O della CPU. Questo rende a tutti gli effetti le proposte Opteron Berlin dei System on a Chip e non solo delle APU.

Nel corso della dimostrazione al Red Hat Summit AMD ha mostrato il processore Opteron X durante l'esecuzione di Project Sumatra di Oracle, in abbinamento a Fedora Linux. Project Sumatra è una iniziativa che permette ai programmatori di scrivere codice Java di tipo eterogeneo che posa venir eseguito tanto dalla CPU come dalla GPU, permettendo ad esempio alla GPU di eseguire codice che non sia stato inizialmente pensato per utilizzare questa risorsa di elaborazione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
marchigiano18 Aprile 2014, 14:17 #1
niente die a 6 o 8 core quindi gli FX saranno gli ultimi processori potenti che vedremo, speriamo nella prossima architettura
Pier220418 Aprile 2014, 14:35 #2
Originariamente inviato da: marchigiano
niente die a 6 o 8 core quindi gli FX saranno gli ultimi processori potenti che vedremo, speriamo nella prossima architettura


Noto che hai capito la notizia ....
marchigiano18 Aprile 2014, 21:11 #3
cos'è che non avrei capito?
Verdammt8919 Aprile 2014, 01:28 #4
Originariamente inviato da: marchigiano
cos'è che non avrei capito?


Credo questo:

[I]"Si tratta della prima architettura AMD per sistemi server a implementare l'Heterogeneous System Architecture"[/I]
marchigiano19 Aprile 2014, 15:42 #5
l'ho capito benissimo, ma da anni non c'è più distinzione tra die per destop server e notebook... quindi se non è previsto un die 8 core per server, di sicuro non ne faranno uno apposito per desktop visto che solitamente i top di gamma desktop sono die di scarto server (vedi lga2011)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^