AMD Opteron a 12 core: attesi nel 2010 ma già ora in demo

AMD Opteron a 12 core: attesi nel 2010 ma già ora in demo

Dopo aver anticipato il debutto dei processori Opteron a 6 core, AMD effettua la prima dimostrazione di una soluzione Magny-Cours a 12 core

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:27 nel canale Server e Workstation
AMD
 

AMD ha annunciato la scorsa settimana alcuni importanti aggiornamenti sulla propria roadmap dei processori della famiglia Opteron, destinati all'utilizzo in sistemi server e workstation sino a 4 Socket di processore montati sulla stessa scheda madre. Tutti i dettagli a riguardo sono stati pubblicati in questa notizia, alla quale rimandiamo per ulteriori informazioni.

A partire dal mese di Giugno verrà avviata la commercializzazione dei processori Opteron della famiglia Istanbul, dotati di architettura a 6 core di tipo nativo e compatibili con i sistemi Opteron quad core attualmente presenti sul mercato. Queste nuove cpu saranno rese disponibili in anticipo rispetto a quanto inizialmente pianificato da AMD e rappresenterà il primo design di processore sviluppato autonomamente da Globalfoundry.

All'inizio del 2010 AMD presenterà nuove evoluzioni dei processori Opteron; la serie Opteron 6000, in particolare, verrà abbinata a schede madri Socket G34 per sistemi sino ad un massimo di 4 Socket, introducendo con questa nuova interfaccia versoni di processore sino a 12 core contemporaneamente integrati.

Parliamo dei processori noti con il nome in codice di Magny-Cours, dei quali AMD ha effettuato una dimostrazione pubblica in un server a 4 Socket, grazie al quale vengono quindi messi a disposizione ben 48 core fisici.

magny-cours_demo.jpg (45283 bytes)
sistema Opteron con 4 processori Magny-Cours: 48 core fisici a disposizione del sistema

AMD non ha fornito alcun tipo di informazione tecnica o prestazionale su questi futuri processori a 12 core; è presumibile che siano stati ottenuti affiancando due die Istanbul a 6 core, sfruttando due dei link Hypertransport per il collegamento dei due blocchi di processore. Ogni die integra al proprio interno un controller memoria DDR di tipo dual channel: l'affiancamento dei due die permette di avere, per ogni Socket, un memory controller a 4 canali. Rispetto ai processori Opteron attualmente in commercio queste nuove soluzioni integreranno supporto alla memoria DDR3, per la prima volta abbinata a processori AMD per sistemi server.

A partire dal 2011 AMD renderà disponibile le prime soluzioni Opteron basate su architettura nota con il nome in codice di Bulldozer. In particolare verrà presentata la soluzione Interlagos, cpu che integrerà 16 core fisici presumibilmente attraverso l'utilizzo di un approccio multi chip package. Per questi processori verrà mantenuta piena compatibilità con le schede madri Socket G34 al debutto a inizio 2010 con i processori Magny-Cours.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Xile27 Aprile 2009, 10:33 #1
Si ma se non mi dai uno straccio di informazione di base qualche dubbio mi viene.
Luk3D27 Aprile 2009, 10:49 #2
un bel server ESX su questo fa faville immagino però già il costo (e i consumi) sicuramente non alla portata di tutti
ninja75027 Aprile 2009, 10:55 #3
bello il task manager che va a capo con l'occupazione dei core
[The Black]27 Aprile 2009, 10:58 #4
Io dico che una roba del genere la si può usare per scaldarsi d'inverno
The3DProgrammer27 Aprile 2009, 10:58 #5
si sa per caso se verranno realizzate versioni high end desktop di istanbul? Potrebbero essere una buona risposta ad i7
cignox127 Aprile 2009, 11:00 #6
Certo che se in ambito server e workstation questi gioielli possono essere utili, e' meglio che trovino qualche alternativa all'aumento dei core per i sistemi desktop. Non che ce ne sia bisogno, in realta' :-)
Ratatosk27 Aprile 2009, 11:02 #7
Originariamente inviato da: [The Black]
Io dico che una roba del genere la si può usare per scaldarsi d'inverno


Ma anche no. La moltiplicazione dei core per socket affiancata a virtualizzazione dei datacenter riduce i consumi per l'alimentazione e per la refrigerazione in modo cospicuo. Senza contare la riduzione degli ingombri, la riduzione di numero e dimensione degli UPS e dei gruppi elettrogeni.

Il risparmio montante è enorme, altro che scaldarsi d'inverno...
Mparlav27 Aprile 2009, 11:26 #8
Fino ad ora lo sviluppo di cpu server e desktop è sempre andato di pari passo. Quindi per un "Istanbul" 6 core per desktop, non è una questione di "se" ma di "quando"
Imho, un Phenom FX 3.2 Ghz 6 core entro Natale ci sta' bene.
Farebbe "più colpo" di un quad core a 3.4-3.6 Ghz.

Invece il 6+6 core Magny Cours è socket G34, quindi sui desktop non credo che lo vedremo mai.

Per l'anno prossimo meglio spingere per avere i 32 nm (o 28nm stando alle indiscrezioni di Ibm e Globalfoundries) il prima possibile.
V.I.T.R.I.O.L.27 Aprile 2009, 11:46 #9
Bulldozer mi pare un nome azzeccato! Più che veloce deve essere molto potente sopportando carichi di lavoro mastodontici. Se no l'avrebbero chiamato Ghepardo o Puma! XD
SuperTux27 Aprile 2009, 12:00 #10
Con il puma ci hanno già provato, ma non gli è andata gran che bene.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^