Anche i sistemi server nel futuro delle architetture ARM

Anche i sistemi server nel futuro delle architetture ARM

ARM vede proprie architetture di processore utilizzate anche in ambito server; i primi test in corso, con prodotti pronti entro 12 mesi?

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 17:04 nel canale Server e Workstation
ARM
 

Sistemi server basati su processori sviluppati da ARM? E' questo quanto anticipato da Warren East, CEO di ARM, che vede un futuro anche in ambiti professionali per le architetture multicore sviluppate dall'azienda inglese.

L'architettura alla base delle soluzioni ARM è sviluppata tenendo in massima considerazione il contenimento dei consumi; da questo una elevata diffusione in quei sistemi portatili che devono puntare tutto sulla più elevata autonomia di funzionamento via batteria.

D'altro canto la crescente complessità dei dispositivi mobile è stata resa possibile grazie proprio all'utilizzo di architetture di processore sempre più sofisticate, benché caratterizzate da consumi ridotti. Un esempio diretto è l'architettura A9 di ARM, di tipo multicore e capace di operare sino a 2 GHz di clock.

L'ambito server opera su due livelli apparentemente contrapposti tra di loro: la ricerca delle massime prestazioni velocistiche possibili da un lato e il contenimento dei consumi dall'altro. Quest'ultimo elemento è diventato estremamente popolare negli ultimi anni per via dei crescenti costi legati al raffreddamento delle sale dati nei quali i server sono installati.

E' possibile che le soluzioni ARM possano venir implementate anche in sistemi server, ma riteniamo difficile che questo passaggio possa avvenire a scapito delle tradizionali architetture x86 sviluppate da AMD e da Intel. E' probabile che questi processori vengano abbinati a particolari tipologie di sistemi server, quali ad esempio quelli di stampa, oppure a specifiche implementazioni nelle quali la non compatibilità x86 non sia di ostacolo agli sviluppatori software.

Al momento attuale vari partner ARM stanno eseguendo alcune sperimentazioni interne con architetture dell'azienda inglese per utilizzi in ambito server. I primi prodotti, stando alle anticipazioni del CEO dell'azienda, potrebbero venir commercializzati entro 12 mesi.

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JackZR30 Aprile 2010, 17:34 #1
Beh se un server usa Linux non c'è alcun problema a rimpiazzare l'x86, magari in futuro avremo anche qualche PC ARM.
an-cic30 Aprile 2010, 17:37 #2
ci sarebbe anche il vantaggio sui consumi da non sottovalutare!!!!
Opteranium30 Aprile 2010, 18:38 #3

stavo riflettendo...

con l' hardware delle ultime cpu mobile ci si può veramente fare tutto quel che serve ad un utilizzatore medio del pc.

Cosa aspettano a proporre soluzioni desktop con quei processori? Prendiamo questo A9: è multicore e può raggiungere i 2 GHz. Sulla carta è poco meno potente di un Core 2 Duo, con la differenza che consuma 1 Watt.

E non se ne può fare un computer desktop da meno di 10?
elevul30 Aprile 2010, 18:58 #4
Originariamente inviato da: Opteranium
con l' hardware delle ultime cpu mobile ci si può veramente fare tutto quel che serve ad un utilizzatore medio del pc.

Cosa aspettano a proporre soluzioni desktop con quei processori? Prendiamo questo A9: è multicore e può raggiungere i 2 GHz. Sulla carta è poco meno potente di un Core 2 Duo, con la differenza che consuma 1 Watt.

E non se ne può fare un computer desktop da meno di 10?


Cui prodest? Quanti sono gli utenti effettivamente interessati ai consumi dei desktop?
Già con i portatili le uniche lamentele che sento in questo senso sono quelle relative alla durata della batteria. Se per assurdo inventassero una batteria che permetta di far funzionare un dv8 (tdp intorno ai 200w) per un mese sparirebbero pure quelle lamentele...
Opteranium30 Aprile 2010, 19:02 #5
bè, almeno mi accontenterebbero
dennyv30 Aprile 2010, 19:55 #6
Ottimo, il mio prossimo server casalingo che sostituirà il mio fido PowerPC che tra tutto consuma 15W.

Già ora esistono dei piccoli server (grandi come un trasformatore/caricabatterie da muro) con ARM... son davvero carini, ma ancora un po' troppo di nicchia.
Alcune schede di sviluppo sono un'ottima partenza ma costicchiano...
bongo7430 Aprile 2010, 20:00 #7
sempre a sperare in produttori alternativi a intel-amd poi si rimane sempre delusi
e questo sara' come gli altri
Atheist30 Aprile 2010, 21:42 #8

Bene

Era ora.....
frankie30 Aprile 2010, 23:38 #9
mmmh non credo che ci sarà una delusione, in effetti alcuni nas sono già basati su ARM, si tratterebbe solo di espandere la cosa a server più general puropose.
Basterebbe poi creare una vera CPU ARM desktop, con si tecnologie di risparmio, ma anche deputata alle vere prestazioni.

Ricordo che ARM è molto più efficiente di x86, quasi un decimo dei transistor per le stesse prestazioni (fonte appunti digitali non so dove)
ErPazzo7401 Maggio 2010, 00:48 #10
l'idea è ottima e credo che sia indirizzata non a server di calcolo ovviamente ma a server web. mi ricordo infatti che via quando era la sola a produrre processori faceva vedere come seppur avendo una chiavica di fpu...siccome le sue cpu erano ottime sugli interi si potevano usare tranquillamente per fare server web....aggiungo che se non si ha bisogno di fpu gli arm son ottimi anche se il 2ghz dual core alla fine mi sa che consuma quanto atom single core ma non so con quali prestazioni.....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^