Anche Samsung pensa ai SoC ARM per uso server

Anche Samsung pensa ai SoC ARM per uso server

L'azienda coreana, che fornirà i SoC Exynos 5 per il supercomputer Mont-Blanc, sta pensando alla realizzazione di processori e SoC ARM a 64-bit da utilizzare nell'ambito server

di Andrea Bai pubblicata il , alle 08:21 nel canale Server e Workstation
SamsungARM
 

Nei giorni scorsi Samsung ha annunciato che il progetto del supercomputer europeo Mont-Blanc ha selezionato il SoC Exynos 5, soluzione già impiegata nel recente Nexus 10 e nel nuovo Chromebook di Google.

Il colosso coreano, secondo alcune indiscrezioni che circolano in questi giorni, sarebbe però interessato a considerare l'impiego delle proprie soluzioni System-on-Chip su base ARM per la realizzazione di sistemi server.

Grazie, infatti, alla recente licenza d'uso concessa da ARM, Samsung potrà utilizzare la proprietà intellettuale dei core a 64-bit ARM Cortex-A57 e Cortex-A53.

L'analista Nathan Brookwood di Insight 64 afferma che Samsung ha recentemente reclutato numerosi progettisti per il proprio stabilimento in Texas, tra cui Pat Patla, ex-AMD, che opera nell'ambito dei prodotti server.

Attualmente vi sono diversi protagonisti del settore, tra cui Facebook, Dell, HP e Red Hat, che stanno supportando server basati su tecnologia ARM.

Del resto Mercury Research, secondo quanto afferma l'analista Dean McCarron, sostiene che il successo di ARM nel settore server sarà abbastanza legato al supporto software che il settore saprà offrire: "Molte delle distribuzioni Linux più popolari supporteranno il set di istruzioni ARM 64-bit, quindi lo sforzo per lo sviluppo software è ben avviato".

Molte sono le realtà che si stanno interessando alla possibilità di realizzare processori e SoC a 64-bit basati su tecnologia ARM e destinati al mondo dei server. Samsung si troverà nella stessa arena a competere con realtà quali NVIDIA, AMD e Calxeda, ma gli analisti sono convinti che una mossa di questo tipo possa essere di beneficio, sul lungo periodo, all'azienda coreana.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
frankie21 Novembre 2012, 09:30 #1
Il mercato cambia. Sembra che per i supercomputer oramai non vengano più utilizzate soluzioni ad hoc quali itanium e power ma vengano usati Xeon e opteron. I dati di mercato e i prodotti confermano questo trend.
Dall'altro lato sembra emergere anche ARM, con tutte le potenzialità del caso (però vorrò vedere dei dati alla mano), soprattutto ora che non è più la potenza bruta ma il rapporto performance/watt a farla da padrona.
Fine del dominio Wintel? Forse no, ma se si guarda il mercato consumer e si considerano anche tablet e smartphone (nell era post pc devi farlo) non so quanto Wintel sia ancora in vantaggio su LARM (android compreso ovvio).

Ah LARM l'ho inventato io adesso ©
biffuz21 Novembre 2012, 12:57 #2
D'accordo che sono tutti impazziti per 'sta moda degli ARM, ma devono ancora venire messi alla prova in questo campo. Personalmente la vedo male, i software enterprise di solito hanno la pessima tendenza a scalare malissimo. E anche i più diffusi strumenti di sviluppo web devono essere utilizzati e configurati a dover per scalare bene su più nodi.
Se poi prendiamo come esempio questo paese possiamo stare freschi, dove raccomandati e avvocati contano più di ingegneri e tecnici...
Theodorakis21 Novembre 2012, 13:11 #3
Si sa da aprile questa notizia, così come che Samsung ha fatto campagna acquisti in AMD, Sun e molte altre aziende.

Sarà anche una moda ma per me ARM può dire la sua in ambito cloud computing.
eaman21 Novembre 2012, 18:09 #4
DAto che un ARM attuale puo' tenere su un DNS, ldap, webserver statico, NAS / SAN saturando una gigabit non vedo perche' non dovrebbe essere usato come server.
biffuz21 Novembre 2012, 18:19 #5
Originariamente inviato da: eaman
DAto che un ARM attuale puo' tenere su un DNS, ldap, webserver statico, NAS / SAN saturando una gigabit non vedo perche' non dovrebbe essere usato come server.


Perché ho visto siti di certe grandi aziende che solo per generare la home riescono a saturare una dozzina di server Xeon, ecco perché...
!fazz21 Novembre 2012, 18:26 #6
Originariamente inviato da: eaman
DAto che un ARM attuale puo' tenere su un DNS, ldap, webserver statico, NAS / SAN saturando una gigabit non vedo perche' non dovrebbe essere usato come server.


Originariamente inviato da: biffuz
Perché ho visto siti di certe grandi aziende che solo per generare la home riescono a saturare una dozzina di server Xeon, ecco perché...


tutto dipende dal servizio che deve erogare la macchina: dire server vuol dire tutto e niente, si può andare da una macchina che fà solo da server dns fino ad arrivare a dbserver con migliaia di accessi concorrenti da gestire
eaman21 Novembre 2012, 20:46 #7
Originariamente inviato da: biffuz
Perché ho visto siti di certe grandi aziende che solo per generare la home riescono a saturare una dozzina di server Xeon, ecco perché...

Ma io infatti ho precisato i servizi, peraltro il sito web della grande azienda carichera' i file statici (immagini,css) da us server statico con un web server light.

Dato che un ARM attuale puo' tenere su un DNS, ldap, webserver statico, NAS / SAN saturando una gigabit non vedo perche' non dovrebbe essere usato come server.
!fazz22 Novembre 2012, 10:02 #8
Originariamente inviato da: koolio
A questo punto la redazione di hwupgrade potrebbe prendere in considerazione l'eventualità di fare una prova comparativa tra sistemi arm vs x86 ...


qualcosa in rete si trova già
http://www.7-cpu.com/

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^