Apple prossima a terminare la commercializzazione di Xserve

Apple prossima a terminare la commercializzazione di Xserve

La Mela annuncia di voler terminare la commercializzazione delle soluzioni Xserve dal prossimo gennaio. In sostituzione appare un nuovo sistema "server" della linea Mac Pro

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:16 nel canale Server e Workstation
Apple
 

Nella giornata di venerdì Apple ha annunciato l'intenzione di voler terminare la commercializzazione dei sistemi rack Xserve dal prossimo 31 gennaio 2011. L'annuncio, passato quasi inosservato, è stato comunicato direttamente sulla pagina del sito web di Apple relativa alle soluzioni Xserve.

In sostituzione della linea Xserve la Mela propone due alternative a seconda delle esigenze: i sistemi Mac mini server ed un nuovo sistema Mac Pro server inserito a listino (per ora solo in quello USA) proprio nella giornata di venerdì.

La configurazione standard del Mac Pro Server, proposta a 2999 dollari, consta di processore quad-core Intel Xeon X5560, che opera alla frequenza di 2,8GHz, un quantitativo di RAM DDR3 pari a 8GB, unità di storage da 1TB e scheda video ATI Radeon HD 5770. Apple mette inoltre a disposizione una serie di opzioni build-to-order tra le quali sottolineiamo la possibilità di adottare due CPU six-core Intel Xeon X5670 a 2,93GHz e fino a 32GB di memoria RAM.

Apple ha inoltre reso disponibile un documento PDF per aiutare il pubblico ad orientarsi nella scelta tra quelli che sono ora diventati gli eredi della famiglia Xserve. Apple continuerà ad accettare ordini per i sistemi Xserve fino al 31 gennaio prossimo e a supportare i sistemi secondo i termini di garanzia e delle eventuali estensioni.

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s0nnyd3marco08 Novembre 2010, 16:32 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.businessmagazine.it/news...erve_34336.html

La Mela annuncia di voler terminare la commercializzazione delle soluzioni Xserve dal prossimo gennaio. In sostituzione appare un nuovo sistema "server" della linea Mac Pro

Click sul link per visualizzare la notizia.


Ridicoli. Il form factor del mac pro lo rende assolutamente inadatto all'utilizzo in una sala server. Il mac mini semplicemente non e' neanche vagamente adatto allo scopo.
Secondo me era meglio semplicemente abbandonare del tutto il mercato server visto che ci sono molte aziende con prodotti migliori e visto che preferiscono concentrarsi sulla produzione (molto redditizia) di device mobile con ios e portatili.
Apple sta abbandonando sempre piu' il mercato business per il mercato consumer.
Zerk08 Novembre 2010, 16:51 #2
Ne ho uno qui g5 accanto alla scrivania, non sono fatti male, e il software (Xserve) se non hai pretese è velocissimo da configurare con tantissime cose preinstallate, per le piccole imprese sono comodissimi. Anche per la gestione in remoto. Peccato costino un capitale.
Mi rimane la vecchia Debian.
s0nnyd3marco08 Novembre 2010, 17:00 #3
Originariamente inviato da: Zerk
Ne ho uno qui g5 accanto alla scrivania, non sono fatti male, e il software (Xserve) se non hai pretese è velocissimo da configurare con tantissime cose preinstallate, per le piccole imprese sono comodissimi. Anche per la gestione in remoto. Peccato costino un capitale.
Mi rimane la vecchia Debian.


Una piccola impresa (che non ha un capitale da spendere) se desidera rimanere in ambiente nix installa linux (red hat o debian). Non vedo il vantaggio di prendere un prodotto apple tranne che non si abbia necessita' di un software che gira su quella piattaforma in modo esclusivo.
Zerk08 Novembre 2010, 17:30 #4
Semplicemente perchè l'immediatezza della configurazione, l'assistenza, la facilità di utilizzo anche da parte di persone non esperte in ambito server (consuleti ecc) portano alla lunga ad un risparmio anche se l'hardware è costato di più.

Poi ovviamente quando si necessita di cose più impegnative lato configurazione allora si va su debian redhat, ma per i servizi web mail ftp dns firewall stampanti open directory dhcp nat ecc.. è immediato da configurare e risparmi molto in consulenti. (parlo sempre per piccole imprese che non hanno un responsabile CED con le palle)
floc08 Novembre 2010, 17:41 #5
chi non e' in grado di amministrare un server *nix non dovrebbe occuparsene. punto. non comprare un apple xserve e usarlo come fosse un microonde

finalmente smetteranno di vendere questa pacottiglia
efrite1508 Novembre 2010, 17:55 #6
Perché no? se non da problemi e funziona non vedo perché non dovrebbe utilizzarlo ! Molto meglio di chi, non sapendo nulla di Server, cerca di mettere in piedi active directory o versioni server di Debian...
ally08 Novembre 2010, 18:05 #7
Originariamente inviato da: efrite15
Perché no? se non da problemi e funziona non vedo perché non dovrebbe utilizzarlo ! Molto meglio di chi, non sapendo nulla di Server, cerca di mettere in piedi active directory o versioni server di Debian...


...meglio affidarsi a qualcosa di piu' comune a mio avviso...la soluzione apple mi sembra piuttosto di nicchia...
darkbasic08 Novembre 2010, 19:01 #8
"Semplicemente perchè l'immediatezza della configurazione, l'assistenza, la facilità di utilizzo anche da parte di persone non esperte in ambito server (consuleti ecc) portano alla lunga ad un risparmio anche se l'hardware è costato di più."

Uahahahahah. Io con 700€+iva mi sono fatto una configurazione ben più potente e montabile a Rack con debian, mentre questi ti vendono l'entry level a 3000€ e tu mi dici che si risparmia?
Se si necessita di un server che costi più di 500 euro significa che non dovrebbe essere l'utonto di turno a configurarlo -per quanto possa essere semplificata l'interfaccia- e con 2500 euro troppi ce ne paghi di sistemisti!
Tasslehoff08 Novembre 2010, 19:22 #9
Originariamente inviato da: darkbasic
Uahahahahah. Io con 700€+iva mi sono fatto una configurazione ben più potente e montabile a Rack con debian, mentre questi ti vendono l'entry level a 3000€ e tu mi dici che si risparmia?
Se si necessita di un server che costi più di 500 euro significa che non dovrebbe essere l'utonto di turno a configurarlo -per quanto possa essere semplificata l'interfaccia- e con 2500 euro troppi ce ne paghi di sistemisti!
Premetto che anche secondo me xserve è sempre stato un prodotto inutile, e non tanto per il costo ma per l'inutilizzabilità della configurazione.
Ok l'hardware, ok l'os, ma per farci che?
iCal Server? Address Book Server? Un banalissimo webserver? Un altrettanto banale MTA senza alcun servizio di groupware? File sharing?

Parliamoci chiaro, xserve è sempre stato un buco nero, un progetto fallimentare fin dall'inizio per il semplice fatto di essere un prodotto assolutamente di nicchia non supportato dalla gran parte dei produttori.
Anche i pochi software che supportano MacOS (es Oracle 10g, già l'11 non mi pare abbia una versione per questo os) hanno una base di installato talmente ridicola da rendere preferibile la controparte x86 a causa del miglior supporto.
La realtà è che xserve è semplicemente fine a se stesso, ecco il motivo per cui non è mai decollato.

In merito all'hardware però francamente ci andrei piano a paragonarlo con un semplice assemblato. La tua macchina ha una BMC? Ha interfacce che supportano il protocollo ipmi? Ha qualche sistemi di lights-out management?
Oppure è un semplice assemblato dove se qualcosa si rompe o va male si lo viene a sapere solo a macchina down e guasto avvenuto?
PaveK08 Novembre 2010, 19:31 #10
Originariamente inviato da: darkbasic
Uahahahahah. Io con 700€+iva mi sono fatto una configurazione ben più potente e montabile a Rack con debian, mentre questi ti vendono l'entry level a 3000€ e tu mi dici che si risparmia?
Se si necessita di un server che costi più di 500 euro significa che non dovrebbe essere l'utonto di turno a configurarlo -per quanto possa essere semplificata l'interfaccia- e con 2500 euro troppi ce ne paghi di sistemisti!

Beh, a questo punto sono veramente curioso di sapere cosa ci hai messo dentro, perché un rack con processore Xeon, 8GB di DDR3 ECC, Mac OS X Server con client illimitati, il tutto in un bussolotto dalla eccellente qualità costruttiva a 700€ mi pare un tantino... azzardato?
O forse sarà il solito simil rack (bastano 4 viti per fissar anche un sedia a mo' di rack) scricchiolante con processore quad core di bassa lega e 8GB di DDR3 non-ECC?
E l'assistenza poi chi te la fa? Ah già... te. E il tempo che impieghi a riparare guasti eventuali chi te lo rimborsa?
Capisco che molti informatici, anche esperti, anche in buonissima fede, possano vedere veramente male la Apple, ma a tutto c'è un limite. Non paragoniamo macchine professionali con macchine home-made. Ne ho fatte tante pure io, tutte belle con GNU/Linux... so di cosa stai/sto/stiamo parlando.

X s0nnyd3marco:
Si vede che nell'azienda dove sei tu ci sono soltanto server in form factor Rack. Bene.
Nell'azienda dove i sono io, oltre agli armadi dei rack, router, switch, terminali, ISA, antispam, firewall e così via, ci sono una dozzina buona di server in formato tower. Saranno fessi? Può darsi, però se devi stravolgere la configurazione in tempi relativamente celeri e con ampio margine di flessibilità, i tower sono più... spaziosi
Se poi devi appunto metter su un server al volo (le licenze MS sono di fatto illimitate per l'uso interno), che faccia compiti non gravosissimi, stile DHCP, prendi un vecchio tower in rottamazione e in 6 ore hai un nuovo server costo quasi zero.
E' evidente che non puoi costruire un datacenter né a forza di Mac Pro né a furia di Mac Mini, ma da qui a dire che si abbandona il settore professionale perché vengono dismessi i Rack beh... mi pare tanto uno sfogo motivato da...vedi sopra.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^