Architetture ibride per i datacenter nel futuro di AMD

Architetture ibride per i datacenter nel futuro di AMD

La futura evoluzione delle architetture AMD passa anche attraverso l'abbinamento tra x86, GPU e proposte di terze parti; una strategia anche basata sulle proposte ARM per il datacenter?

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:11 nel canale Server e Workstation
AMDARM
 

Uno dei temi più ricorrenti emerso nella giornata di ieri in occasione del Financial Analyst Day 2012 di AMD riguarda il futuro delle architetture che verranno utilizzate e sviluppate da AMD per propri prodotti. Da tempo si vocifera di un interessamento dell'azienda americana ad utilizzare anche architetture ARM all'interno di propri prodotti.

Al Financial Analyst Day non è stato fatto nessun annuncio specifico a riguardo, ma in più occasioni gli executives di AMD hanno evidenziato come AMD sia un'azienda che vuole proporsi sul mercato come "ambidestra", capace quindi di utilizzare due architetture e svilupparle in parallelo. La diretta conseguenza di questo è quella di vedere ARM affiancata a x86, il core classico per AMD.

amd_afd_ambidestro.jpg (71307 bytes)

L'approccio che AMD vuole seguire per il futuro è quindi quello di essere un fornitore di soluzioni specifiche per i propri clienti, soluzioni che non necessariamente debbano essere circoscritte al tradizionale approccio x86 ma che possono utilizzare anche architetture ARM per specifici impieghi.

Questo tipo di scelta strategica porta a pensare che AMD voglia entrare nel mondo delle soluzioni SoC per sistemi mobile, smartphone e tablet in testa, ma così non è. Nel corso dell'evento AMD ha rimarcato come l'utilizzo di architetture alternative a quella x86 avverrà in ambito server: l'approccio pertanto sarà quello di sviluppare soluzioni SoC specifiche in funzione delle esigenze del cliente, integrando sia proprie tecnologie sia, ove richiesto, architetture di terze parti così da fornire un prodotto completo alla luce delle specifiche del cliente.

Un approccio di questo tipo apre notevoli spazi di integrazione anche con le proposte GPU specifiche di AMD: in questo caso l'architettura HSA, Heterogeneous Systems Architecture, che vede l'integrazione sempre più netta tra CPU e GPU potrebbe rivestire un ruolo molto importante in ambito datacenter, grazie anche alla facilità con la quale alcune tipologie di applicazioni possono venir eseguite direttamente su GPU beneficiando di notevoli incrementi prestazionali.

Al momento attuale nessun annuncio specifico è stato fatto da AMD; vedremo in che modo questi piani troveranno concretizzazione nel corso del 2012 e degli anni a venire.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
calabar03 Febbraio 2012, 14:17 #1
Nella slide, quando si parla di design ambidestro, AMD specifica che il riferimento è il connubio cpu-gpu.
Perchè nell'articolo si parla invece di architettura ARM in riferimento all'ambidestrismo, c'è qualche altro documento non mostrato in questa pagina?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^