Calano le vendite di server nelle regioni EMEA

Calano le vendite di server nelle regioni EMEA

In contrazione rispetto all'anno scorso le vendite di server nelle regioni EMEA nel corso del quarto trimestre 2012, un andamento giustificato da una certa freddezza del mercato nell'investire in nuova infrastruttura

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:31 nel canale Server e Workstation
 

Sono calate le vendite di sistemi server nel mercato EMEA nel corso del quarto trimestre 2012, come riportato da IDC nella propria più recente analisi. Le vendite hanno totalizzato 3,8 miliardi di dollari USA di controvalore, una contrazione del 7,4% rispetto agli ultimi 3 mesi del 2011.

Il calo trimestrale è stato complessivamente inferiore rispetto a quanto registrato nel corso del terzo trimestre del 2012, periodo nel quale il fatturato dalle vendite di server era diminuito di ben il 10,4% rispetto all'anno precedente.

Calo di fatturato ma anche diminuzione nel numero di server venduti, sceso a 569.000 con una diminuzione dell'11,1% rispetto agli ultimi 3 mesi del 2011. Confrontando il Q4 2012 con i 3 mesi precedenti dobbiamo invece segnalare un aumento del fatturato e del numero di server venduti, un andamento in linea con quello stagionale tipico degli ultimi mesi dell'anno.

Tra i produttori di sistemi server IBM ha guadagnato la prima posizione con il 34,4% del mercato, seguita da HP con il 33%: queste due aziende di fatto dominano le vendite nell'area EMEA, distanziando Dell che segue al terzo posto con il 12,8%. Fujitsu è al quarto posto con il 5,2% del totale, seguita da Oracle con il, 4,5% mentre il restante 9% è raccolto da tutti gli altri produttori presenti nel mercato.

Il confronto tra i dati del quarto trimestre 2012 e gli stessi dei 12 mesi precedenti evidenziano una contrazione nelle vendite tanto di HP come di IBM compresa tra l'11,7% e il 14,4%; più sostenuto il calo di Oracle con un -24% mentre Fujitsu rimane quasi invariata con una lieve diminuzione del 4%. A crescere troviamo Dell, pur se di un +2,4%, e tutti gli altri produttori con un +5,8% cumulato.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^