Centerton, la piattaforma Intel per i microserver

Centerton, la piattaforma Intel per i microserver

Il colosso di Santa Clara annuncia per la seconda metà dell'anno il debutto di una soluzione basata su architettura Atom e destinata al mercato dei microserver

di Andrea Bai pubblicata il , alle 08:50 nel canale Server e Workstation
IntelAtom
 

In occasione dell'IDF Beijing 2012, Intel ha annunciato di voler realizzare una piattaforma a basso costo e a basso consumo per impieghi "micro-server", con lo scopo di offrire soluzioni di computazione ad alta efficienza. La piattaforma, identificata con il nome in codice di Centerton, vuole rappresentare una risposta all'acquisizione di SeaMicro da parte di AMD avvenuta lo scorso mese di febbraio, così come un modo per contrastare l'ingresso di ARM nel campo dei server a basso consumo.

Precedentemente all'acquisizione, SeaMicro impiegava processori Atom per costruire server ad elevata densità e a basso consumo. Ovviamente a seguito dell'annessione ad AMD SeaMicro ha abbandonato l'impiego di chip Intel, mettendo così l'azienda di Santa Clara nella situazione di elaborare una proposta meglio indirizzata al mondo dei cosiddetti micro-server, un mercato che entro il 2015 rappresenterà il 10% circa dell'intero mercato server.

Pochi, per ora, i dettagli disponibili: i processori Centerton, basati su architettura Atom, saranno soluzioni dual-core realizzati a 32 nanometri con supporto ai 64-bit e alla memoria ECC; il TDP dichiarato è di 6W. I processori Centerton avranno inoltre la possibilità di supportare istanze di virtualizzazione, offrendo così funzionalità che le soluzioni ARM non sono in grado di proporre. La disponibilità sul mercato è prevista per la seconda metà del 2012.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mauriziofa12 Aprile 2012, 09:38 #1
Mah, i Centerton sono come gli attuali Atom D 510 attuali dual core, con l aggiunta del modulo di virtualizzazione (già oggi gli atom attuali sono a 64 bit).
Poi dire che contrastano gli arm senza portare il benchè minimo straccio di benchmark siamo capaci tutti, vedremo nei fatti.
Donbabbeo12 Aprile 2012, 09:50 #2
Originariamente inviato da: mauriziofa
Mah, i Centerton sono come gli attuali Atom D 510 attuali dual core, con l aggiunta del modulo di virtualizzazione (già oggi gli atom attuali sono a 64 bit).
Poi dire che contrastano gli arm senza portare il benchè minimo straccio di benchmark siamo capaci tutti, vedremo nei fatti.


Sono abbastanza d'accordo, i dettagli sono troppo poco per discuterne.
Non sono d'accordo invece sul paragone con gli Atom D510, sembrano molto più simili ai nuovi D2800/2700, anche il TDP è paragonabile.

Fa che sia un SoC tipo D2800 senza GPU integrata, mio all'uscita.
Duncan12 Aprile 2012, 10:25 #3
Vedremo meglio quando escono, ma la tendenza attuale è questa, piccoli server in quantità industriali.
AceGranger12 Aprile 2012, 10:40 #4
Originariamente inviato da: mauriziofa
Mah, i Centerton sono come gli attuali Atom D 510 attuali dual core, con l aggiunta del modulo di virtualizzazione (già oggi gli atom attuali sono a 64 bit).
Poi dire che contrastano gli arm senza portare il benchè minimo straccio di benchmark siamo capaci tutti, vedremo nei fatti.


al massimo è ARM che deve portare bench e dimostrare di funzionare in campo server, e soprattutto vedere se comunque il gioco vale la candela, visto che con gli Atom c'è zero porting da fare e compatibilita assicurata di tutti gli applicativi attualmente esistenti.
dennyv12 Aprile 2012, 10:46 #5
Ho sempre ritenuto che il grosso handicap degli Atom in uso microserver fosse l'assenza delle istruzioni VT (es. rispetto agli AMD Neo/Athlon che usa HP nel suo MicroServer). Vedo che finalmente hanno deciso di correre ai ripari.

Mi direte a che serve vista la scarsa potenza della CPU; beh io con l'HP MicroServer sarei perso senza la possibilità di virtualizzare...
Ne ho anche un paio in produzione e con Linux senza GUI la potenza è più che sufficiente; non penso che i Neo da 1.3GHz siano più veloci dei nuovi D2800 Intel.
Duncan12 Aprile 2012, 12:24 #6
Questi micro-server vengo usati in molte infrastrutture cloud, la potenza singola è esigua, ma un numero sufficiente di questi aggeggi garantisce prestazioni e fail tollerance alti a prezzi esigui, potendo oltretutto, cucirsi il sistema sulle proprie esigenze, rispetto ad altre soluzioni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^