Cloud computing, HPC e sistemi ibridi per Tyan

Cloud computing, HPC e sistemi ibridi per Tyan

Molta enfasi per Tyan sulle soluzioni di elaborazione che massimizzano la densità: 18 server in uno chassis a 4 unità e un server con ben 8 GPU in parallelo

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:33 nel canale Server e Workstation
 

Lo sviluppo di soluzioni server che tendano ad abbinare elevata potenza di elaborazione alla massima densità possibile è uno dei chiari trend di mercato. Se in ambito server la potenza di calcolo non sembra mai essere troppa, le esigenze delle applicazioni di cloud computing rendono sempre più importante lo sviluppo di sistemi che siano il più possibile di dimensioni contenute nel complesso.

Tyan ha pertanto sviluppato e mostrato al Computex 2011 di Taipei proprie soluzioni che vanno in questa direzione, a partire dal server rack a 4 unità FM65-B5511 che integra al proprio interno ben 18 distinti server a singolo processore Intel Xeon, ciascuno dotato di una propria soluzione storage dedicata con alimentazione condivisa con gli altri server integrati nello stesso chassis.

Si tratta di fatto di un approccio che riprende quello delle soluzioni blade server, ottenuto con una densità di elaborazione che sembra essere ancora più elevata grazie alle ridotte dimensioni di ogni singolo server. Per mantenere questa struttura i processori devono essere in versione con TDP massimo contenuto in 45 Watt.

Per il modello YR290-B7018-D2 l'elevata densità di elaborazione è ottenuta affiancando 4 server distinti in uno chassis rack a 2 unità. In questo caso troviamo architettura a doppio socket per ciascuno dei server, con processori Intel Xeon delle serie 5500 oppure 5600, in abbinamento a 12 slot memoria per moduli DDR3 e a 4 hard disk da 2 pollici e mezzo.

Pensando alle applicazioni HPC Tyan propone infine un sistema ibrido con CPU e GPU al proprio interno: ci riferiamo alla soluzione FT77-B7015, dotata di 2 processori Intel Xeon della serie 5500 oppure 5600 abbinati ad un massimo di 8 schede video NVIDIA della famiglia Tesla, utilizzate per elaborazioni di GPU Computing. C'è molto interesse per questo genere di installazioni stando a quanto abbiamo raccolto da Tyan, ma il mercato è ancora in una fase iniziale di sviluppo per la relativa difficoltà nello sviluppo di applicazioni che possano beneficiare della potenza di elaborazione parallela propria delle GPU, quale alternativa all'utilizzo di tradizionali architetture di CPU.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^