Cloud Computing: raddoppio del mercato nei prossimi 4 anni

Cloud Computing: raddoppio del mercato nei prossimi 4 anni

Cresce il mercato delle soluzioni cloud computing; le stime per i prossimi anni sono di progressiva diffusione benché permanga un certo scetticismo da parte di alcuni

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:18 nel canale Server e Workstation
 

Stime decisamente improntate ad una forte crescita quelle formulate da Gartner per il meercato dei servizi cloud computing. Se nel corso del 2009 il fatturato complessivo è stato pari a 58,6 miliardi di dollari, per il 2010 si prevede un aumento del 16,6% sino alla soglia di 68,3 milioni di dollari.

Non solo: una crescita costante è prevista sino all'anno 2014, periodo nel quale si prevede che le società impegnate nella fornitura di servizi di cloud computing genereranno un fatturato complessivo pari a 148,8 miliardi di dollari.

Nel corso dei prossimi 5 anni le aziende del segmento enterprise effettueranno acquisti per un controvalore di 115 miliardi di dollari in soluzioni software as a service (SaaS), platform as a service (PaaS) e infrastructure as a service (IaaS), contribuendo alla progressiva diffusione di soluzioni cloud.

A spiegare il successo delle soluzioni cloud computing niente altro che la crisi economica degli ultimi 24 mesi. Le aziende sono ora molto più attente a come vengono gestiti i costi e le scelte d'investimento; per questo motivo non stupisce vedere una crescente adozione di servizi cloud, con i quali poter tenere maggiormente sotto controllo i propri costi e usufruire solo di quanto effettivamente richiesto per le specifiche esigenze del momento.

La maggior parte dei servizi di cloud computing vengono al momento erogati in nord America, con il 60% del totale, seguita dall'Europa occidentale con il 23,8% e dal Giappone con il 10%. Nel corso dei prossimi anni è atteso uno spostamento di queste percentuali con una diminuzione al 50% del totale per il nord America e una forte crescita del Regno Unito, attraverso il quale dovrebbero transitare circa il 29% delle operazioni legate a servizi di cloud computing.

La diffusione continua quindi a restare forte nei vari segmenti di mercato, benché alcune tipologie di aziende siano ancora restie ad abbracciare questa classe di servizi per considerazioni legate da un lato alla continuità e stabilità del servizio, dall'altra a potenziali problemi legati alla sicurezza dei dati forniti ed elaborati nella cloud.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^