Convergenza tra Itanium e Xeon

Convergenza tra Itanium e Xeon

In futuro un solo Socket per le due cpu Intel: componenti unificati per quanto possibile, così da ridurre i costi complessivi

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:52 nel canale Server e Workstation
Intel
 

Tra il 2006 e il 2007 la prima piattaforma unificata di Intel per processori Xeon e Itanium dovrebbe venir ufficialmente introdotta sul mercato, stando ad un articolo pubblicato sul sito xbitlabs.

Questa notizia riprende un annuncio fatto da David Kuck, manager del dipartimento Software & Solutions Group di Intel, in occasione della ClusterWorld conference:

In the next few years, the company will work on a “common platform so that Itanium and Xeon processors are interchangeable at a socket level

L'unificazione, a livello di componentistica e di Socket, tra Xeon e Itanium permetterà a Intel e ai propri clienti di usufruire di notevoli vantaggi in termini di costo. Inoltre, sarà possibile passare da un processore all'altro mantenendo la medesima architettura di sistema, anche se ovviamente l'utilizzo di processori Itanium richiederà l'impiego di software particolarmente ottimizzato per codice IA64.

Fonte: xbitlabs.com.

53 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ally10 Aprile 2004, 08:58 #1
..ma i due processori nn sono molto diversi architetturalmente?..chi si avvicinerà alla struttura dell'altro?...
terrys310 Aprile 2004, 09:16 #2
Originariamente inviato da ally
..ma i due processori nn sono molto diversi architetturalmente?..chi si avvicinerà alla struttura dell'altro?...


beh credo cha Itanium rappresenti il futuro di intel in questa fascia di mercato - quindi in teoria dovrebbe essere lo Xeon ad avvicinarsi alla struttura dell'Itanium
homero10 Aprile 2004, 10:54 #3
i processori xeon non rappresentano reali miglioramenti rispetto alle soluzioni P4. se non per il supporto dual processing economicamente svantaggioso rispetto a opteron o anche rispetto ad altre soluzioni amd MP,
itanium invece e' un gradino sopra ad ogni architettura disponibile e permette un gap prestazionale su grosse basi di dati di sicuro rilievo, specie con archivi dell'ordine dei terabyte.
inoltre permette un notevole risparmio di spazio e di consumi visto che soluzioni itanium a quattro vie con 16gb di ram permettono di sostituire 4 sistemi dual xeon. niente male!!
resta il fatto che nessun desktop o workstation puo' trarre vantaggio da itanium tale da giustificare un upgrade. quindi solo server!!!
tasso7910 Aprile 2004, 10:56 #4
credo si stia parlando di chipset per schede madri.
Dunque unificazione a livello di voltaggi,bus di comunicazione ed ovviamente socket, non avvicinamento architetturale dei due processori.
ally10 Aprile 2004, 11:14 #5
...si ma l'architettura deve essere avvicinata altrimenti il socket nn puo'risultare compatibile...almeno così credo
KAISERWOOD10 Aprile 2004, 11:42 #6
Originariamente inviato da homero
i processori xeon non rappresentano reali miglioramenti rispetto alle soluzioni P4. se non per il supporto dual processing economicamente svantaggioso rispetto a opteron o anche rispetto ad altre soluzioni amd MP,
itanium invece e' un gradino sopra ad ogni architettura disponibile e permette un gap prestazionale su grosse basi di dati di sicuro rilievo, specie con archivi dell'ordine dei terabyte.
inoltre permette un notevole risparmio di spazio e di consumi visto che soluzioni itanium a quattro vie con 16gb di ram permettono di sostituire 4 sistemi dual xeon. niente male!!
resta il fatto che nessun desktop o workstation puo' trarre vantaggio da itanium tale da giustificare un upgrade. quindi solo server!!!

4 sistemi dual xeon, possono essere sostituiti con un sistema con 8 opteron che sprigionerrebebro notevole potenza. Cmq l'Itanium è una latra facsia di mercato settore very-high-End. L'Itanium ha stesso bus e tecnicamente non dovrebbe essere difficile ad intel sfornare un itnaium o un o xeon con stesso socket. Il Pentium-M ha un architettura diversa dal p4 ma tecnicament epotrebbe coesistere nello stesso socket. Intle ha aggiunto un piedino (479) perchè altrimenti invece di meettere i p4 sulle nostre mobo metteremmo pentium-m.
Kralizek10 Aprile 2004, 13:14 #7
e se lo estirpassi quel piedino maledetto???
cdimauro10 Aprile 2004, 14:15 #8
Aridaje con l'architettura superiore.
Li facciamo un po' di test coi database, che sfruttano per lo più gli interi, e vediamo quanto è veloce questo benedetto Itanium rispetto a un Opteron. Così, tanto per gradire...
Sig. Stroboscopico10 Aprile 2004, 14:45 #9
un altro effetto positivo dello Hammer

^^

riesce a far entrare un itanium in uno xeon

eheheheh
Cecco BS10 Aprile 2004, 15:01 #10
Originariamente inviato da tasso79
credo si stia parlando di chipset per schede madri.
Dunque unificazione a livello di voltaggi,bus di comunicazione ed ovviamente socket, non avvicinamento architetturale dei due processori.


già, è quello che credo anch'io... non dovrebbe essere eccessivamente difficile... bisogna unificare il socket e il chipset... secondo me è una buona cosa... anche se non so quanti possono acquistare una mobo xeon per poi passare ad un sistema itanium... sono due cose completamente diverse... boh... forse così si fa meno casino... o forse se ne fa di più..!!


Originariamente inviato da cdimauro
Aridaje con l'architettura superiore.
Li facciamo un po' di test coi database, che sfruttano per lo più gli interi, e vediamo quanto è veloce questo benedetto Itanium rispetto a un Opteron. Così, tanto per gradire...


Non ha senso confrontare itanium con opteron, opteron è x86, itanium no, ha applicazioni specificatamente ottimizzate per la propria architettura... dei confronti diretti non si possono fare...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^