CPU Xeon Ivytown: sino a 15 core per sistemi server a 4 e 8 socket

CPU Xeon Ivytown: sino a 15 core per sistemi server a 4 e 8 socket

Intel prepara il debutto di nuove versioni di processore Xeon, basate su architettura Ivy Bridge, dotate di un numero massimo di core che aumenta del 25% rispetto a quanto disponibile sino ad ora

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 16:18 nel canale Server e Workstation
Intel
 

Intel sta preparando il debutto di una nuova serie di processori della famiglia Xeon per sistemi server, caratterizzati dall'integrare al proprio interno 15 core x86. Il nome con il quale sono indicate queste CPU è quello di Ivytown, caratterizzate dall'architettura Ivy Bridge.

Al momento attuale le proposte Intel Xeon top di gamma raggiungono un massimo di 12 core con alcuni modelli appartenenti alla serie Xeon E5 v2. Il passaggio a 15 core rappresenta un incremento del 25% rispetto a quanto messo a disposizione sino ad oggi, caratteristica che per venir sfruttata al meglio richiede necessariamente l'utilizzo di applicazioni che scalano all'aumentare dei core.

Proprio per questo motivo è ipotizzabile che Intel voglia utilizzare le soluzioni Ivytown solo per processori Xeon destinati a sistemi a 4 oppure 8 socket di processore, quindi per quei server nei quali la potenza di calcolo a disposizione è più elevata vista la tipologia di elaborazioni per la quale sono utilizzati.

Al momento attuale AMD offre processori Opteron della serie 6300 caratterizzati dall'integrare al proprio interno sino a 16 core; queste soluzioni sono state presentate nel corso del 2011 ma da allora AMD non ha proposto aggiornamenti architetturali di fatto confermando come quello dei sistemi server a più elevata capacità di elaborazione non sia più un settore d'interesse prioritario per l'azienda.

Le soluzioni Intel Ivytown saranno costruite con tecnologia produttiva a 22 nanometri, in modo del resto speculare a quanto utilizzato da Intel per le CPU Core basate su architettura Ivy Bridge destinate a sistemi desktop e mobile. Queste proposte entreranno a far parte della famiglia di processori Xeon E7-v2, meglio nota anche con il nome in codice di Ivy Bridge-EX.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sapo8409 Dicembre 2013, 18:17 #1
Mah, non sono sicuro che le varie serie E7/*-Ex si scontrino direttamente con gli Opteron.
Alla fine sono CPU esagerate, costose e pensate per contesti mission-critical dove le varie funzionalità RAS possono fare la differenza.
Più un modo per scontrarsi con i POWER di IBM che con i vari Opteron.
Comunque, beh, 32nm->22nm 10->15 core.
Immagino manterranno die size e caratteristiche termiche simili.
Un bel balzo in avanti di performance ed efficienza, comunque (immagino saremo intorno al 2X).
andry96b10 Dicembre 2013, 15:37 #2
Dalle ultime roadmap trapelato da AMD è sempre più chiaro come il segmento consumer come quello server sia sempre più incerto, Opteron compresi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^