Forte calo nelle vendite di CPU a fine 2008

Forte calo nelle vendite di CPU a fine 2008

Forte contrazione negli ultimi 3 mesi del 2008 per i produttori di processori, con aspettative tutt'altro che rosee per l'inizio 2009

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:28 nel canale Server e Workstation
 

Nei giorni scorsi abbiamo segnalato, con questa notizia, la notevole contrazione del mercato delle schede video dopo un terzo trimestre 2008 caratterizzato dalla forte crescita. Il calo della domanda del quarto trimestre 2008 stato pi che proporzionale all'aumento registrato nel trimestre precedente, segno di come la crisi economica intenazionale stia avendo ripercussioni negative anche nel settore dei componenti per PC.

Uno scenario simile quello che si verificato anche nel segmento dei processori, che nel quarto trimestre 2008 ha registrato un consistente calo stando ai dati forniti dall'istituto di ricerca Mercury Research. La contrazione tra terzo e quarto trimestre 2008 stata pari a ben il 18%, giustificata in buona parte da una domanda nel terzo trimestre che era stata ben superiore al tipico andamento stagionale.

Confrontando il risultato del quarto trimestre 2008 con lo stesso periodo del 2007 evidenziamo una riduzione dei volumi pari all'8,8%. Le quote di mercato dei produttori sono rimaste nel periodo pressoch invariate: Intel passata dal precedente 81,2% all'82,1%, mentre AMD e VIA hanno subito una contrazione rispettivamente pari allo 0,7% e allo 0,2% del totale.

Da segnalare come le buone vendite di processori della serie Atom abbiano positivamente inciso sui risultati del periodo di Intel, in termini di volumi di cpu vendute. Questi processori, tuttavia, sono destinati a sistemi estremamente economici non permettendo quindi ad Intel di generare margini elevati da ogni vendita, con le dirette conseguenze sui risultati trimestrali che abbiamo avuto modo di analizzare nelle scorse settimane.

Prendendo quale riferimento i risultati di tutto l'anno 2008 evidenziamo come Intel abbia raggiunto una quota dell'80,4% del meercato, in crescita rispetto al 77,2% del 2007. Per AMD la quota di mercato complessiva diminuita dal 22,5% all'attuale 18,5%, mentre VIA ha registrato una crescita dal precedente 0,8% all'attuale 1,1%. Nel complesso le vendite di processori x86 sono aumentate del 13,3% nel corso del 2008 rispetto all'anno precedente.

Le previsioni per il primo trimestre 2009 sono tutt'altro che incoraggianti: ci si attende una contrazione del volume di mercato superiore alla tipica contrazione stagionale che si verifica in occasione del primo trimestre dell'anno rispetto all'ultimo. Se la media pari al 7,4% di contrazione, gli analisti prevedono un calo del mercato pari al 15% nel corso dei primi 3 mesi del 2009 alla luce dell'attuale scenario di mercato verificatosi nel mese di Gennaio.

Ulteriori informazioni sono disponibili a questo indirizzo.

56 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ghiltanas03 Febbraio 2009, 12:48 #1
beh direi che nn c'è da stupirsi, le cpu attuali sono veramente ottime e nn incentivano giustamente al cambio, garantendo una longevità maggiore. I nehalem costano sempre troppo, e quando uno fa un uso normale del pc chi glielo fa fare di cambiare magari il suo ottimo core2?
Lino P03 Febbraio 2009, 12:52 #2
quoto
dtpancio03 Febbraio 2009, 12:59 #3
ripeto il discorso fatto l'altro giorno riguardo alla news sulle schede video..
a parte la crisi e altre motivazioni che sicuramente ci saranno, imho credo la flessione stia anche in cpu sebbene non proprio recenti, ancora sovradimensionate rispetto alle esigenze della stragrande maggioranza degli utenti pc.
anche l'utenza smanettona e i gamers, possono godersi benchmarks e gli ultimi blockbusters con cpu di più di due anni fa, con ancora una discreta riserva di potenza per il futuro..
sinceramente, un E6600 comperato in autunno 2006, faccio occato a 3ghz (bazzecola), non è ancora pienamente all'altezza della situazione?!
ghiltanas03 Febbraio 2009, 13:04 #4
c'è anche il fatto che nn stanno dando al software il tempo di sfruttare l'hardware attuale...
metallus8403 Febbraio 2009, 13:06 #5
concordo con la non appetibile scelta di processori a parte gli i7 che non so come vadano, questo discorso tra schede video e processori e anche schede madri e storage, porterà ad una flessione verso il basso a causa della crisi di tutto il settore.. non penso ci sia niente di strano, questo periodo cominciato con settembre 08 in europa sarà costellato di percentuali negative per ancora mesi a venire imho.

ammetto che sto aspettando una scheda madre decente am3 e il phenom 2 credo che per il mio pc sia ora di fare un salto di tecnologia personalmente non ho mai tenuto così tanto un pc con dentro componenti uscite così tanto tempo fa
Danckan03 Febbraio 2009, 13:16 #6
La crisi non c'entra niente!

C'entra che ormai il boom informatico è finito!

Un tempo, lo sviluppo hardware era in continua corsa e "rincorsa" per poter supportare la rivoluzione software in atto e iniziata con i primi sistemi operativi a finestre e grafica avanzata(win 3.1 e simili)...

Oggi invece si è arrivati a sistemi hardware abbondantemente sovradimensionati per qualsiasi pacchetto software che non sia programmato estremamente male (vedi Crysis o window Vista); abbiamo a disposizione in commercio prodotti che non vengono tutt'ora sfruttati al massimo delle loro potenzialità, basta pensare ai 4 core di un comune quadcore, a tutti i processori a 64bit simultanei per ciclo di clock, ai supporti SSE3 poco usati, alle directx 10.1 delle schede Ati o al Pysics delle Nvidia...

Questa arretratezza software è presente ormai da anni ma si avverte solo ora perchè tutti eravamo abituati a cambiare pc ogni 2 anni e abbiamo continuato a farlo senza motivo solo per una nostra percezione sbagliata; ma ormai anche il più incallito e ottuso nerd del consumismo informatico si è reso conto che continuare a comprare e aggiornare allo spasmo è inutile... è continuerà ad essere inutile salvo una nuova rivoluzione software con nuove meccaniche di programmazione e nuovi linguaggi come avvenuta tra gli anni 80 e 90.

Ormai con il più fesso dei core duo e un arcaica 8800GTX puoi esprimerti e sbizzarrirti come vuoi! cosa che in proporzione si poteva are negli anni precedenti solo con sistemi al top! Addirittura io con una piattaforma ancora un pò piu vecchia faccio tutto quasi al massimo della potenza e senza avvertire il minimo bisogno di cambiare pc.

I più nerd, quelli che proprio non vogliono rinunciare alla febbre di consumismo e di acquisto di nuovo materiale hardware hanno iniziato a inventarsi nuove frontiere del mercato informatico... come quello di giocare su schermi da 30pollici a risoluzioni di 1920x1600 o giu di li... ma sono solo dei poveretti che fanno pena... mettersi a giocare a 1 metro di distanza da un normale schermo da 19pollici con 1200x1024 o mettersi a 3metri da un 30pollici (altrimenti non lo riesci a vedere tutto) con risoluzioni assurde non fa alcuna differenza... e solo un modo per giustificare la propria insana mania...
jdq7603 Febbraio 2009, 13:16 #7

ovvio

Oggi come oggi, cambiare la CPU significa cambiare tutto (a mio avviso ci sono troppi socket in commercio) quindi la gente punta sulla sostituzione della sola scheda video.
mau.c03 Febbraio 2009, 13:21 #8
infatti mi sono pentito di non aver preso un core duo a suo tempo...
il principale problema è che il software non è che stia tanto dietro ai cambiamenti hardware, anche se sembra assurdo, quindi non ci sono grandi motivi per cambiare hardware, tant'è che la gente si compra questi dispositivi portatili e mediamente economici e con quelli ci fa più o meno tutto, significa che un hardware potente gli serve a poco a mio avviso
Andreainside03 Febbraio 2009, 13:24 #9
Originariamente inviato da: jdq76
Oggi come oggi, cambiare la CPU significa cambiare tutto (a mio avviso ci sono troppi socket in commercio)


rivoglio il socket 7
Severnaya03 Febbraio 2009, 13:26 #10
mamma il socket 7 quanti ricordi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^