GPU Tesla anche per i supercomputer Cray

GPU Tesla anche per i supercomputer Cray

Cray ha annunciato lo sviluppo di sistemi supercomputer della famiglia XE6 dotati di CPU abbinate a schede video NVIDIA Tesla, con architettura Fermi

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 14:08 nel canale Server e Workstation
NVIDIATesla
 

In concomitanza con la GPU Technology Conference, evento che si sta svolgendo in questi giorni a San Jose, l'americana Cray ha annunciato lo sviluppo di nuovi supercomputer che vedano l'utilizzo di schede video NVIDIA della famiglia Tesla-20, basate quindi su architettura Tesla.

L'utilizzo di schede della famiglia Tesla avverà con le soluzioni Cray della serie XE6, proposte di fascia alta del produttore americano. L'utilizzo di GPU Tesla sarà ovviamente dipendente dal tipo di applicazioni ceh verranno eseguite dal supercomputer e dalla loro buona o meno scalabilità sulle specifiche architetture delle GPU.

E' bene infatti ricordare che l'utilizzo di GPU per sistemi HPC porta a tangibili benefici prestazionali a condizione che l'applicazione eseguita sfrutti al meglio le peculiarità architetturali delle GPU. Per questo motivo, soprattutto in ambito supercomputing con cluster di notevoli dimensioni, si tende in ogni caso a mettere a disposizione un elevato numero di processori, garantendo così valida scalabilità anche con applicazioni che non sfruttino il parallelismo delle GPU.

Al momento attuale NVIDIA può vantare una presenza all'interno del supercomputer Dawning Nebulae, posizionato al secondo posto nella più recente classifica dei top 500 supercomputer al mondo. Per questo sistema, capace di raggiungere 1,27 Petaflops di picco, sono state utilizzate ben 4640 GPU Tesla. Cray vanta invece la prima posizione in questa classifica con il proprio sistema Jaguar, installato al Oak Ridge National Laboratory e basato su processori AMD Opteron.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Abufinzio22 Settembre 2010, 14:15 #1
manca un pezzo di news
ally22 Settembre 2010, 14:26 #2
...ma nvidia non aveva annunciato che avrebbe installato soluzioni tesla all'oak?...era stato uno dei cavalli di battaglia legato alla presentazione di fermi...erano giunte voci che a causa dei problemi di consumo e diminuzione degli sp per singola scheda il progetto fosse stato cestinato...ora si è deciso di riprenderlo in mano?...

...ciao Andrea...
Mparlav22 Settembre 2010, 16:01 #3
Oak Ridge ha stanziato 122M di $ per il programma di simulazione dei reattori nucleari:
http://theenergycollective.com/TheE...ollective/66968

Attualmente hanno deciso di utilizzare i 3 "scassoni" che si ritrovano: Jaguar (Cray), Roadrunner (IBM) e Kraken (Cray).
Visto che Cray ed Ibm utilizzeranno anche le Tesla, se mai Oak Ridge ne avesse bisogno, sanno dove rivolgersi.
fbrbartoli24 Settembre 2010, 07:02 #4
ciao Andrea...
ma sai quante cose si leggono in rete? Secondo te è veramente reale tutto questo problema dei consumi? Sai che frega ai sistemi server di tutti sti consumi? Ci credi veramente che consumi così tanto?
ally24 Settembre 2010, 08:33 #5
Originariamente inviato da: fbrbartoli
ciao Andrea...
ma sai quante cose si leggono in rete? Secondo te è veramente reale tutto questo problema dei consumi? Sai che frega ai sistemi server di tutti sti consumi? Ci credi veramente che consumi così tanto?


...le questioni sono due...la prima l'aumento dei dati sui consumi rispetto a quanto specificato nei datasheet puo' aver costretto a rivedere i sistemi di dissipazione...30/40watt in piu' su una batteria di centinaia di server fanno decisamente la differenza...la seconda una diminuzione degli sp e della potenza di calcolo in base a quanto sempre scritto nei primi datasheet...portando il sistema ad una capacità computazionale inferiore...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^