HP, dal secondo trimestre i test sui server ARM-based

HP, dal secondo trimestre i test sui server ARM-based

Dal secondo trimestre dell'anno i clienti selezionati da HP avranno la possibilità di avviare test e valutazioni sui prototipi di server a basso consumo basati su CPU ARM

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:06 nel canale Server e Workstation
HPARM
 

Hewlett-Packard ha recentemente fatto sapere di essere pronta per l'apertura, nel secondo trimestre dell'anno, di un laboratorio dedicato alla selezione dei clienti che avranno l'opportunità di mettere le mani sui prini prototipi di server a basso consumo basati su processori ARM.

Lo scopo di questa iniziativa è di consentire ai clienti di avviare la complessa fase di valutazione, test e benchmarking di questi nuovi server, che rientrano sotto il cappello del progetto Moonshot annunciato nel mese di novembre, e che saranno parte di una famiglia di soluzioni a basso consumo sviluppate tramite la piattaforma Redstone Server Development Platform.

Il primo server HP su base ARM è costituito da 288 chip realizzati da Calxeda (una realtà che possiede la licenza d'uso della proprietà intellettuale ARM) in un enclosure rackmount da 4 unità, con infrastrutture di alimentazione, di gestione e di raffreddamento condivise. Il chip EnergyCore di Calxeda è basato su architettura ARM Cortex-A9, che operano a frequenze tra 1,1GHz e 1,4GHz e che include 4MB di cache. Il singolo chip ha un consumo dichiarato di 1,5 watt.

La Redstone Server Development Platform sarà inizialmente dedicata allo sviluppo di soluzioni ARM, ma ciò non esclude che nel corso del tempo possano essere impiegate anche altre architetture comprese le tradizionali x86. Mark Potter, senior vice president e general manager della divisione Industry Standard Servers di HP, ha commentato: "Le piattaforme di sviluppo sono sulla giusta strada. Sicuramente potremo avere piattaforme di sviluppo attorno a nuove tecnologie emergenti. Potremo lavorare a piattaforme di sviluppo sugli standard x86 e potremo avere processori diversi da ARM come parte di questa soluzione".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^