HP Discover, da Barcellona lanciata la sfida sul mondo datacenter

HP Discover, da Barcellona lanciata la sfida sul mondo datacenter

L'azienda mostra i muscoli: con il lancio di HP ConvergedSystem e ConvergedStorage si getta la sfida a Oracle e IBM, per quanto riguarda i sistemi integrati, e a EMC per lo storage

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:21 nel canale Server e Workstation
HPIBM
 

Un'offensiva a 360 gradi quella di HP, che oggi presenta a Barcellona, in occasione dell'evento HP Discover, le novità per il mondo datacenter ed enterprise lanciando una chiara dichiarazione di guerra. Il bersaglio non è più solo Dell, che pure si sta concentrando sul mondo enterprise, ma a anche altre realtà che già da tempo operano stabilmente in questo settore: in primis Oracle e IBM, a cui viene gettato il guanto di sfida con i nuovi ConvergedSystem, e in seguito EMC che viene affrontata sul suo campo di battaglia, lo storage, con le soluzioni ConvergedStorage.

La composizione della nuova offerta, frutto di oltre cinque anni di lavoro allo sviluppo di un'infrastruttura convergente, parte dalla considerazione che nel corso dei prossimi anni l'azienda media vedrà incrementare dell'80% il volume dei propri dati. In uno scenario simile le divisioni IT sono sempre più sotto pressione: è a loro infatti che viene richiesto di provvedere all'erogazione dei servizi in maniera più veloce, migliorare la flessibilità, semplificare le operazioni e, in ultima istanza, fare sempre di più con sempre meno risorse a disposizione.

HP cerca quindi di semplificare le attività delle divisioni IT offrendo una soluzione integrata che comprenda server, storage e networking. In quest'ottica vengono quindi presentate le nuove soluzioni della famiglia HP ConvergedSystem for virtualization, nelle versioni 300 e 700: la prima destinata a realtà piccole e medie, con supporto da 50 a 300 macchine virtuali, la seconda per realtà grandi e service provider e offre supporto da 100 a 1000 macchine virtuali. Si tratta di piattaforme di virtualizzazione, su base ProLiant, complete ed integrate che possono essere configurate ed allestite in tempi rapidi e per le quali HP garantisce tempi altrettanto rapidi per le esigenze di espansione della capacità.

Interessanti sono inoltre le soluzioni ConvergedSystem 100 for Hosted Desktop, soluzioni basate su HP Moonshot (costruite grazie alla collaborazione di AMD e Citrix Systems) che si propongono di offrire un'esperienza PC a tutto tondo in ambiente hosted, con prestazioni grafiche sei volte superiori a quelle di tradizionali soluzioni VDI.

"Si tratta di una nuova ondata della virtualizzazione cloud. La virtualizzazione è passata attraverso due ondate e si è evoluta per diventare uno standard enterprise. Ma si sta ancora evolvendo come uno strumento di infrastuttura convergente per i big data, la mobility e le app per il business. Siamo ad un punto di svolta. I clienti vogliono di più e più velocemente. La terza ondata prende il via oggi e si tratta di sistemi hyper efficient per la virtualizzazione, dove networking e software sono uniti in un solo sistema efficiente" ha commentato Tom Joyce, senior vice president HP Converged Systems.

La seconda importante novità annunciata ad HP Discover riguarda il mondo dello storage. Anche in questo caso HP parte da una importante considerazione: secondo varie analisi di mercato il valore del tempo per un'azienda media di oggi è di circa 250 mila euro all'ora. Diventa quindi fondamentale ridurre i tempi di backup e di recupero dati in caso di disaster recovery per contenere il più possibile i danni per l'azienda e salvaguardare la business continuity.

La proposta di HP in tal senso si declina in HP StoreOnce Backup, una soluzione di backup in grado di offrire una velocità doppia in fase di rcecupero dati ed il 40% di velocità in più nelle operazioni di backup per consentire di proteggere più dati nella finestra temporale dedicata ai backup.

Sul fronte dati e storage, in risposta al fenomeno dell'impressionante crescita del volume di dati non strutturati, HP presenta StoreAll Archive che permette alle aziende di estrarre dai Big Data le informazioni più utili alle attività di business.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^