I debiti di AMD: Intel contribuisce, in meglio

I debiti di AMD: Intel contribuisce, in meglio

Il pagamento in contanti da parte di Intel permetterà ad AMD di rivedere la propria strategia per il rientro del debito accumulato in questi anni

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:49 nel canale Server e Workstation
IntelAMD
 

La notizia della settimana è indubbiamente l'accordo stretto tra AMD e Intel, che risolvono le varie vicissitudini legate alle cause antitrust in modo "amichevole", delineando alcuni impegni sul modo con il quale le attività di business verranno condotte sul mercato oltre a implicare, per Intel, il pagamento della somma di 1,25 miliardi di dollari USA. Ulteriori dettagli sono stati pubblicati in questa notizia e in quest'altra notizia.

Tra primo e terzo trimestre 2009 AMD ha ridotto in parte il proprio debito complessivo, passando da 3.872 a 3.671 milioni di dollari, senza intaccare la propria liquidità complessiva: da 1.599 a 1.536 milioni di dollari. Proprio nel corso del terzo trimestre dell'anno AMD ha utilizzato 104 milioni di dollari in cash per riacquistare parte del debito contratto in precedenza; dal quarto trimestre 2008 AMD ha speso 191 milioni di dollari in contanti per riacquistare sul mercato proprie obbligazioni per un controvalore di 419 milioni.

financial_amd_q32009.jpg (41009 bytes)

AMD riceverà l'importo di 1,25 miliardi di dollari da Intel entro 30 giorni, con pagamento in contanti. La situazione economica di AMD è indubbiamente ben più solida al momento di quanto non lo fosse 1 anno fa: l'operazione di spin-off dell'attività produttiva ha implicato da un lato una disponibilità di contante in più e dall'altro una riduzione dei costi operativi e di ricerca e sviluppo. E' inoltre ipotizzabile che lo svincolo di GlobalFoundries dall'essere azienda sussidiaria di AMD porterà ad una completa cessione della quota di partecipazione in quest'azienda, con un ulteriore ingresso di liquidità.

Al momento attuale AMD ha debiti per un ammontare di 3.671 milioni di dollari; la posizione finanziaria netta, data dalla differenza tra debito e liquidità a disposizione, è negativa per 2.135 milioni di dollari. La prima scadenza è l'anno 2012, con due differenti prestiti per un ammontare di 390 milioni di dollari e 1.485 milioni di dollari. Nel 2015 scadrà l'ultimo prestito, pari a 1.796 milioni di dollari.

E' evidente come la nuova disponibilità liquida di AMD potrà permettere all'azienda americana di iniziare a far fronte da subito a parte dei propri impegni, sicuramente con riferimento a quelli in scadenza nel 2012. E' ipotizzabile che i 1,25 miliardi di dollari che AMD riceverà da Intel verranno utilizzati per saldare quantomeno in buona parte le due scadenze del 2012, portando ad un progressivo miglioramento del rapporto tra debito e capitale della società.

Aggiornamento: corretto riferimento al debito attuale e alla posizione finanziaria netta.

46 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick14 Novembre 2009, 08:53 #1
e beh... se i debiti sono nell'ordine di milioni e a loro arrivano 1.25 miliardi in contanti subito utilizzabili, ci saldano non solo tutti i debiti ma mettono a posto un sacco di cose... ne vedremo delle belle
greyhound314 Novembre 2009, 09:09 #2
immagino che tu non sia bravissimoo in matematica....3671 milioni di dollari equivalgono a 3,671 miliardi...
3,671-1.25=2.421
appleroof14 Novembre 2009, 09:12 #3
Originariamente inviato da: greyhound3
immagino che tu non sia bravissimoo in matematica....3671 milioni di dollari equivalgono a 3,671 miliardi...
3,671-1.25=2.421


PhirePhil14 Novembre 2009, 09:12 #4
No. 1.485 milioni di dollari vuol dire circa un miliardo e mezzo di dollari, tra il 2012 ed il 2015 sono più di 3 i miliardi dovuti. Non ho capito se le obligazioni sono il totale del debito oppure se parte sono obligazioni nei confronti di privati e parte sono invece dovuti alle banche.
In ogni caso non immaginavo che avessero un debito così alto, le strategie di Intel l'hanno presa davvero a mazzate in questi anni!
Ratatosk14 Novembre 2009, 09:18 #5
Originariamente inviato da: greyhound3
immagino che tu non sia bravissimoo in matematica....3671 milioni di dollari equivalgono a 3,671 miliardi...
3,671-1.25=2.421


Non è proprio vero nemmeno questo...

Il debito netto è 2.135b. Quindi se te ne vai a ricomprare quanto puoi con 1.25b ti avanza 885m da pagare.

Unica cosa è da capire quali condizioni intermedie saranno quelle reali nel riacquisto.

Inoltre sarebbe veramente idiota pagare principalmente il debito in scadenza al 2012, visto che è quello a termine più lungo e quindi quello più caro.
Ratatosk14 Novembre 2009, 09:20 #6
Vorrei aggiungere che probabilmente era meglio fare un unico articolo di approfondimento sulla vicenda invece di molteplici news ognuna ad approfondire singoli aspetti.
Severnaya14 Novembre 2009, 09:32 #7
le banche invece di chiamarsi istituti di credito perché nn si chiamano istituti di debito?


la gente le guarderebbe in tutt'altra maniera
lishi14 Novembre 2009, 10:16 #8
Originariamente inviato da: greyhound3
immagino che tu non sia bravissimoo in matematica....3671 milioni di dollari equivalgono a 3,671 miliardi...
3,671-1.25=2.421


Non è una cosa semplice come una sottrazione.
Se ho capito bene dai miei studi remoti di economia il valore attuale è un'altra cosa.

Ipotizziamo che tu nel 2012 devi dare indietro 3000 miliardi. i 3000 miliardi del 2012 non sono come 3000 miliardi di oggi, in quanto se tu adesso avessi 3000 miliardi potresti investirli in una fonte sicura e nel 2012 avere più di 3000 miliardi.
Xile14 Novembre 2009, 10:30 #9
Beh il fatto di slegarsi da GF non mi pare una cosa buona perché AMD diventerebba un'azienda FabLess, come potrà competere in modo ottimale con intel?!
mika48014 Novembre 2009, 10:31 #10

.....................

Ed ecco la nascita del cartello di Medellin!!!
Ci faremo concorrenza....come i distributori di benzina in Italia....
SCHIFATO!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^