Il Giappone pianifica il più potente supercomputer: 130 PFLOPs

Il Giappone pianifica il più potente supercomputer: 130 PFLOPs

Target ambizioso per il ministero dell'Economia, del Commercio e dell'Industria giapponese: costruire entro il 2017 un supercomputer in grado di riportare il Giappone al centro dello sviluppo tecnologico

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:50 nel canale Server e Workstation
 

E' intenzione del governo giapponese quella di costruire il più potente supercomputer disponibile sul mercato, grazie ad un investimento quantificato in 19,5 miliardi di yen (circa 173 milioni di dollari USA). Una cifra di questo tipo permetterà di configurare un sistema in grado di raggiungere quale obiettivo una potenza di elaborazione massima sino a 130 PetaFLOPs, diventando di conseguenza il più potente supercomputer al mondo.

Questa installazione ha assunto il nome di ABCI, AI Bridging Cloud Infrastructure, ma poco si conosce di come questa soluzione verrà configurata dal punto di vista hardware. E' scontato attendersi l'utilizzo di acceleratori di qualche natura, ottimizzati per gli ambiti di elaborazione dell'intelligenza artificiale che vengono menzionati nel nome del supercomputer.

Questo porta in modo naturale a ipotizzare l'utilizzo di GPU all'interno della struttura di calcolo, adatte a questo tipo di elaborazioni che spesso richiedono precisioni a 8bit e a 16bit. D'altro canto è possibile che una installazione di questo tipo possa venir utilizzata anche per compiti differenti, per i quali una elevata potenza di elaborazione in virgola mobile con precisione a 32bit o a 64bit sia maggiormente indicata.

Per il momento, stando a quanto riportato da Reuters, mancano ulteriori informazioni se non l'intenzione del ministero dell'Economia, del Commercio e dell'Industria giapponese di riportare sempre più il Giappone al centro dello sviluppo tecnologico. Questo investimento mira quindi tra le altre cose a riportare il Giappone in una posizione che deteneva in passato e che ha visto negli ultimi anni altre nazioni avanzare. Non sorprende quindi vedere come al momento attuale il supercomputer più potente al mondo sia la soluzione cinese Sunway Taihulight, capace di circa 93 PetaFLOPs.

Le aziende interessate a partecipare a questa iniziativa sono invitate a fornire le proprie proposte entro l'8 dicembre; nelle settimane seguenti è ipotizzabile che i committenti annunceranno dei piani operativi, fornendo maggiori dettagli su questa installazione il cui completamento è previsto sulla carta entro il prossimo anno.

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fdl8828 Novembre 2016, 11:35 #1
PRIMO!
MA CI GIRA CRYSIS??
fdl8828 Novembre 2016, 11:42 #2
OMG l'ho fatto, neanche mi sembra vero XD
Prima che i mod mi bannino a vita ci tengo a precisare che non l'ho mai fatto, ho sempre odiato chi la fatto e non lo farò mai più ma come dice qualcuno per le canne "dai non essere pervenuto, almeno una volta nella vita devi provare!"
Ok, posso depennarlo dalla lista di cose da fare prima di morire XD XD XD

Andando in topic, ancora siamo molto lontani ma ad essere sincero quando leggo queste notizie mi viene un po' la strizza da Skynet :P
Sì, sarò paranoico ma non dimenticatevi che Spielberg col Lo Squalo ha segnato una generazione di gente che ha cominciato ad avere paura di fare il bagno a largo :P
Raghnar-The coWolf-28 Novembre 2016, 12:14 #3
Che io sappia sia l'acceleratore che l'attuale supercomputer hanno downtime enormi perche' le facilities fanno fatica a pagare le bollette...

Mah...
demon7728 Novembre 2016, 12:54 #4
Originariamente inviato da: fdl88
Andando in topic, ancora siamo molto lontani ma ad essere sincero quando leggo queste notizie mi viene un po' la strizza da Skynet :P
Sì, sarò paranoico ma non dimenticatevi che Spielberg col Lo Squalo ha segnato una generazione di gente che ha cominciato ad avere paura di fare il bagno a largo :P


Ad essere precisi.. questo è un super computer "tradizionale" nel senso che è strutturato per eseguire una (titanica) quantità di calcoli programmati.
La IA si basa su un sistema diverso.

Ora la parte meno simpatica.. La strizza da skynet purtroppo non è roba da paranoici ma un problema reale che si dovrà bene o male affrontare.
Già diversi personaggi importanti del calibro di Gates e Hawking hanno messo in guardia sul problema.. e non sono proprio i primi due pirla.
19giorgio8728 Novembre 2016, 13:08 #5
ma un computer quantistico no?
HIVE mind28 Novembre 2016, 14:02 #6
Magi system?
Goofy Goober28 Novembre 2016, 14:06 #7
Originariamente inviato da: HIVE mind
Magi system?


La Dott.ssa Akagi approva
demon7728 Novembre 2016, 16:55 #8
Originariamente inviato da: HIVE mind
Magi system?


Originariamente inviato da: Goofy Goober
La Dott.ssa Akagi approva


Si, e intanto ci siamo beccati il first impact ed il second impact.
MiKeLezZ28 Novembre 2016, 18:51 #9
Originariamente inviato da: 19giorgio87
ma un computer quantistico no?

al momento non sono un granché
https://en.wikipedia.org/wiki/D-Wave_Systems
fraussantin28 Novembre 2016, 22:11 #10
Crysis questa volta sei fottuto!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^