Il GPU computing di Intel si chiama Knights Ferry

Il GPU computing di Intel si chiama Knights Ferry

Intel svela i piani per la propria soluzione GPU Computing, Knights Ferry, nata dalle ceneri di Larrabee

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 12:19 nel canale Server e Workstation
Intel
 

A dirla tutta è improprio chiamare la nuova soluzione Intel per il calcolo parallelo come un prodotto "GPU computing". Questa denominazione prende il via dalla "riconversione" di alcuni chip, normalmente destinati all'ambito gaming per applicativi di grafica 3D, ad usi di calcolo puro in senso generale. La denominazione ci serve però per meglio inquadrare il nuovo prototipo di casa Intel, che va sotto il nome in codice di Knights Ferry.

Intel

Presentato alla fiera SC10, focalizzata sul tema del supercomuting, Knights Ferry può essere definita una piattaforma che adotta un prodotto direttamente derivato dal progetto Larrabee, noto dagli appassionati di hardware coma la proposta per il mondo GPU di casa Intel, almeno inizialmente, arenatasi poi contro problematiche di varia natura.

Intel quindi preferisce chiamare Knights Ferry una soluzione "many core", utilizzabile per eseguire particolari calcoli con maggiore efficienza di quella garantita dalle normali CPU, in virtù di un'architettura completamente differente. Knights Ferry è costituita da 32 core x86 22nm con quad-HyperThreading, avrà la forma di una scheda video di fascia alta, adotterà on board fino a 2GB di memoria GDDR5, utilizzerà lo slot PCIe 2.0 per connettersi al server e vanterà 64K di cacche L1 e 256K di cache L2 per ogni core, operanti a 1,2GHz.

Intel fa sapere che tale soluzione, al pari della concorrenza diretta (soprattutto NVIDIA), sarà utile solo in particolari situazioni, mentre per la maggior parte delle necessità le CPU rimarranno comunque superiori. Nelle intenzioni di Intel non vi è la commercializzazione diretta al pubblico della singola componente di calcolo parallelo, quanto dell'intera piattaforma, battezzata appunto Knights Ferry. Trovandoci di fronte a un prototipo, non è per ora possibile sapere quale futuro avrà questa soluzione, come giustamente sottolineato da Xbitlabs.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
GByTe8718 Novembre 2010, 12:23 #1
Occhio ai 64k di "cacche L1"
ringway18 Novembre 2010, 12:30 #2
Si parla sempre di questi ambiti in cui il GPU computing risulta superiore rispetto al CPU computing. Mi piacerebbe sapere concretamente quali sono questi utilizzi specifici che farebbero preferire una piattaforma rispetto ad un'altra. Da poco che ho capito finora il GPU computing sarebbe teoricamente molto piu' performante e molto piu' modulabile, ma ovviamente sia i sistemi operativi che i sw sono tutti concepiti per CPU Intel X86
Stevejedi18 Novembre 2010, 12:42 #3
Io so solo di volere una di queste schede da dedicare alla ricerca con BOINC.
sbudellaman18 Novembre 2010, 13:09 #4
Spero che questo passo in più nelle schede dedicate permetta un giorno ad intel di poter realizzare qualcosa anche in ambito gaming, come aveva intenzione di fare originariamente con larrabee... un terzo concorrente nel mercato delle schede video sarebbe manna dal cielo !
jpjcssource18 Novembre 2010, 13:25 #5
Alla fine Intel capirà che, se vuole compertere con Nvidia e AMD nei chip grafici di fascia medio - alta e nel GPU computing dovrà acquistare la prima ed imitare la seconda.

Se tale penuria gli farà perdere, come fanno sembrare le indiscrezioni che circolano in rete, le forniture ad Apple che stà pensando di passare ad AMD per avere CPU con grafica integrata di qualità, allora la volontà di acquisire Nvidia diventerà sempre più grande.
coschizza18 Novembre 2010, 13:41 #6
Originariamente inviato da: ringway
Si parla sempre di questi ambiti in cui il GPU computing risulta superiore rispetto al CPU computing. Mi piacerebbe sapere concretamente quali sono questi utilizzi specifici che farebbero preferire una piattaforma rispetto ad un'altra. Da poco che ho capito finora il GPU computing sarebbe teoricamente molto piu' performante e molto piu' modulabile, ma ovviamente sia i sistemi operativi che i sw sono tutti concepiti per CPU Intel X86


sulla GPU girano bene i software altamente parallelizzabili dove pero il singolo thread non ha una grande necessita di accedere alle risorse hardware o a quelle degli altri thread, in questo caso vanno meglio le CPU che hanno unita di esecuzione molto piu performanti su codici complessi

Il GPU computing non è piu performance a prescindere perche dipende appunto da cosa deve fare per esempio puoi avere incrementi di prestazioni di 10x come anche decrementi altrettanto sensibili

Inoltre devi considerare i consumi perche se ottengo prestazioni 100 con una cpu e con un consumo di 50W e con una gpu ottengo 200 ma con un consumo di 150W capirai che ho un aumento di prestazioni ma un rapporto potenze/watt inferiore

cosa intendi per " molto piu' modulabile" ?
marchigiano18 Novembre 2010, 13:42 #7
il gpu computing prenderà il volo solo quando ci sarà un unico tipo di programmazione possibilmente free, non come adesso che nvidia ha cuda, ati cal, poi quasi nessuno usa le opencl... ci manca solo che intel si inventi il suo set di istruzioni diverso da tutti
checo18 Novembre 2010, 13:45 #8
Originariamente inviato da: ringway
Si parla sempre di questi ambiti in cui il GPU computing risulta superiore rispetto al CPU computing. Mi piacerebbe sapere concretamente quali sono questi utilizzi specifici che farebbero preferire una piattaforma rispetto ad un'altra. Da poco che ho capito finora il GPU computing sarebbe teoricamente molto piu' performante e molto piu' modulabile, ma ovviamente sia i sistemi operativi che i sw sono tutti concepiti per CPU Intel X86


non p che il sw è pensato per girare su x86 e quindi su gpu non gira.
succede la stessa cosa se il software è per arm o power.

cosa hanno le gpu di diverso dalla cpu? un'infinità di piccoli moduli(stream processor) molto veloci e specializzati nell' esecuzione di poche operazioni.

quindi tutto il sw che usa matrici ad esempio o ha molti dati elaborabili in parallaelo se ne avvantaggia.
quindi un sistema operativo non sarà mai così tanato parallelizzabile da poter trarre beneficio da un architettura come la gpu.

anche sta cosa di intel pur avendo core x86, e quindi perfettamente in grado di eseguire tutto il codice, a differenza delle gpu non porterebbe vantaggi nell' uso normale, sarebbe come avere una cpu 32 core e sai benissimo che spesso passare da 2 a 4 6 8 core su un pc home non porta miglioramenti.

gli ambiti di utilizzo sono perciò al momento ristretti a operazioni di calcolo matematico, elaborazioni di flussi di dati(audio video per esempio nei normali pc) accelerazione di conentuti video come html5 e flash.

qualcosa si legge su antivirus via gpu , di sicuro non usarei mai ubna gpu per scrivere una mail.
boboviz18 Novembre 2010, 14:07 #9
Originariamente inviato da: ringway
Si parla sempre di questi ambiti in cui il GPU computing risulta superiore rispetto al CPU computing. Mi piacerebbe sapere concretamente quali sono questi utilizzi specifici che farebbero preferire una piattaforma rispetto ad un'altra.


Tanto per dare un'idea...
http://wcl.cs.rpi.edu/papers/ppam2009.pdf
"17 times speedupwas achieved for double-precision calculations on a Nvidia GeForce GTX 285 card, and a 109 times speedup for double-precision calculations on an ATI HD5870 card, compared to the CPU version running on one core of a 3.0GHz AMD Phenom(tm)II X4 940."
boboviz18 Novembre 2010, 14:08 #10
Originariamente inviato da: marchigiano
ci manca solo che intel si inventi il suo set di istruzioni diverso da tutti


Proprio qualche giorno fa pure Intel ha pubblicato il suo tool di compilazione per OpenCl.....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^