Il supercomputer di Cray porta Opteron (e x86) oltre il petaflop

Il supercomputer di Cray porta Opteron (e x86) oltre il petaflop

Un aggiornamento del supercomputer Jaguar, basato su Opteron Quad Core, sembra poter insidiare la leadership di IBM Roadrunner

di Alessio Di Domizio pubblicata il , alle 15:26 nel canale Server e Workstation
IBMJaguar
 

Un upgrade del Jaguar di Cray, attualmente quinto nella Top500 con performance sostenute di 205 Teraflop, potrebbe consentirgli di sorpassare Roadrunner - il sistema ibrido Cell/Opteron di IBM, primo a superare la barriera del Petaflop - e raggiungere la vetta della celebre classifica dei supercomputer.

In seguito a un significativo upgrade, Jaguar ha acquisito una capacità teorica pari a 1,64 Petaflop e nelle prime prove di calcolo, ha mostrato performance sostenute di 1,3 PFlop circa, già superiori agli 1,026 PFlop di Roadrunner.

La notizia è significativa perché, qualora il nuovo Jaguar venisse certificato come leader della Top500, riporterebbe in vetta l'architettura x86 dopo anni di dominio incontrastato dei processori RISC (con la sola eccezione dell'architettura vettoriale SX-6 dell'Earth Simulator, leader dal 2002 al 2004).

Il supercomputer di Cray è infatti basato su circa 45.000 CPU Opteron Quad Core - coadiuvati da 362 TB di memoria e un file system di 10 PB, a differenza di Roadrunner, che pure usa 6.562 Opteron Dual Core per usi general purpose, ma li affianca a 12.240 CPU Cell a 3.2Ghz, cui è affidato il grosso della computazione.

L'ultimo sistema totalmente x86 a dominare la Top500 fu ASCI Red di IBM - leader dal 1997 al 2000 - basato nella sua prima incarnazione su CPU Pentium Pro a 200Mhz, poi aggiornato a Pentium II Overdrive a 333Mhz.

A rubare la corona ad ASCI Red fu l'ultimo sistema non IBM a dominare la Top500: Earth Simulator di NEC, dal 2002 al 2004.

Solo nel 2005 Hans Meuer, co-fondatore della Top500, dichiarava orgoglioso "ormai nella nostra classifica ci sono solo sistemi Teraflop". A 3 anni neppure di distanza, viene da domandarsi quanto altro tempo ci vorrà prima che Meuer torni sulla sua affermazione sostituendo la parola "Teraflop" con "Petaflop".

Nel frattempo varrà la pena di tener d'occhio le contromosse di IBM, cui i ritmi di questa corsa rimangono - indipendentemente dal leader di turno - strettamente conessi.

46 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gabi.243713 Novembre 2008, 15:31 #1
Decidersi nel titolo, tera o peta?
fritzen13 Novembre 2008, 15:33 #2
ma per quali scopi li usano certi computer?
marchigiano13 Novembre 2008, 15:38 #3
Originariamente inviato da: fritzen
ma per quali scopi li usano certi computer?


crysis?

certo che se prendo 1000 hd4870 ottengo la stessa potenza di calcolo... questo fa pensare
kierlo13 Novembre 2008, 15:43 #4
ma è petaflop...altrimenti basterebbe una ati hd 4850
Jabberwock13 Novembre 2008, 15:47 #5
Originariamente inviato da: gabi.2437
Decidersi nel titolo, tera o peta?


A me pare sia corretto, visto che si parla di primo computer Opteron (quindi esclusivamente x86) a superare la soglia del petaflop, quindi andare oltre il tera (non inteso come un tera, ma come unita' di misura)!
Sbaglio?
Charlie-Brown13 Novembre 2008, 15:48 #6
Originariamente inviato da: fritzen
ma per quali scopi li usano certi computer?


Tornei nazionali di American Army! Bush deve in un qualche modo passarsi le serate, no???

Scherzi a parte, gli usi sono vari.
Dalle computazioni ingegneristiche per sistemi avanzati militari/aero spaziali alla criptazione/decript di dati, alle simulazioni statistiche di analisi finanziarie, e chi più ne ha ne metta, basta pagare...
Ombra7713 Novembre 2008, 15:56 #7
ma per quali scopi li usano certi computer?


ad esempio per rompere più facilmente i sistemi di cifratura del nemico, e più in generale per decriptare facilmente e rapidamente algoritmi deboli e meno deboli.

Per realizzare modelli matematici di ogni tipo, come terresti per studi di previsioni metereologici, modelli fisici per calcolare milioni di variabili nell'interazione tra diversi oggetti nel mondo reale. Simulazioni di ogni tipo insomma, dove viene richiesto il calcolo di n variabili nell'unità di tempo.

actarus_7713 Novembre 2008, 16:16 #8
Che brutto termine petaflop..... visto che c'erano potevano chiamarsi petaplop ....

Scusate l'OT, ma il termine proprio mi fa ridere...
Marcus Scaurus13 Novembre 2008, 16:18 #9
Certo che fa pensare il fatto che il sistema ibrido opteron/cell necessita della metà dei processori per avere quasi gli stessi risultati del nuovo cray (circa 20000 contro i circa 45000 del cray)....
Silma13 Novembre 2008, 16:23 #10
Ecco dove campa AMD

Comunque gli usi sono vastissimi, chi ne ha bisogno (università, centri di ricerca biologica, centri meteo, acceleratori di particelle) affitta determinate quantità di tempo del mainframe e manda i suoi dati, quelli sono computer che non riposano mai... e ci mancherebbe, con quello che costa ospitarli e mantenerli.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^