In Svezia il nuovo datacenter di Facebook

In Svezia il nuovo datacenter di Facebook

Il popolare social network annuncia di aver avviato le operazioni per la costruzione del primo data center al di fuori degli Stati Uniti: scelta la città di Lulea, in Svezia

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:24 nel canale Server e Workstation
Facebook
 

Facebook ha annunciato di aver disposto un importante investimento per la costruzione di un nuovo datacenter in Svezia. La nuova struttura sarà situata presso la città di Lulea, che si trova a 100 chilometri a sud del circolo artico: il sito è stato scelto da Facebook per poter sfruttare le risorse rinnovabili presenti nella zona e per la possibilità di realizzare impianti di raffreddamento che sfruttino le naturali caratteristiche climatiche del luogo.

Il contratto di costruzione iniziale impegnerà la compagnia per 121 milioni di dollari. Si tratterà di una struttura composta da tre stabilimenti, che copriranno ciascuno un'area di 28 mila metri quadri. "Il primo edificio sarà operativo entro un anno e l'intera struttura sarà completata per il 2014. Circa 300 posizioni a tempo pieno saranno richieste per i primi tre anni" ha commentato Tom Furlong, responsabile delle operazioni presso Lulea.

Il datacenter di Lulea sarà la prima struttura di proprietà di Facebook ad essere situata al di fuori degli Stati Uniti. La construzione del nuovo datacenter prenderà il via immediatamente. "Questi server sono ciò che ci permettono di supportare tutti i prodotti Facebook per i nostri utenti. Richieste di amicizia, tag, aggiornamenti saranno accessibili grazie a questa nuova struttura. Sarà dedicata principalmente agli utenti Europei, migliorando le prestazioni e la fruibilità. Supporterà più di 800 milioni di utenti" ha aggiunto Furlong.

Come accennato in precedenza, la scelta del luogo è stata determinata grazie alla presenza di una serie di vantaggi: l'energià idroelettrica è già prontamente disponibile e potrebbe fornire il 100% dell'energia necessaria per il funzionamento della struttura (gli impianti idroelettrici nelle vicinanze erogano il doppio dell'elettricità della diga di Hoover, al confine tra Nevada ed Arizona, a pochi chilometri da Las Vegas). Lulea è inoltre situata appena al di sotto del circolo polare artico, che consente come accennato in precedenza di raffreddare i sistemi del datacenter utilizzando aria naturale al posto di aria condizionata. La Svzeia possiede inoltre un'infrastruttura di fibra ottica particolarmente sviluppata che permette di fornire connettività alla struttura e dovrebbe semplificare così la connessione del datacenter alla rete mondiale.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MadMax of Nine28 Ottobre 2011, 10:27 #1
Perfetto, in questo modo sarà lo spam degli utonti a surriscaldare i ghiacchi e a farci somemrgere tutti ! bravi !
piererentolo28 Ottobre 2011, 10:33 #2
mai una volta che qualcuno venga ad investire in Italia... un datacenter ai piedi del Vesuvio ce lo vedrei bene!
ChiHuaHua8628 Ottobre 2011, 11:36 #3
Originariamente inviato da: piererentolo
mai una volta che qualcuno venga ad investire in Italia... un datacenter ai piedi del Vesuvio ce lo vedrei bene!


perchè non vicino alla mura di pompei?!?
Mparlav28 Ottobre 2011, 12:31 #4
Basta andare in provincia di Pavia come ha fatto l'ENI col Green Data Center.
Mandrillo Corp28 Ottobre 2011, 17:35 #5
nessuno, neanche la redazione, ha notato il sinistro tempismo con il processo contro facebook in Irlanda?

e mi riferisco a: europe-v-facebook.org

guardacaso le leggi in materia IT svedesi sono molto più morbide rispetto a quelle irlandesi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^