Intel Atom S1200: 6 Watt di consumo per i sistemi microserver

Intel Atom S1200: 6 Watt di consumo per i sistemi microserver

Intel annuncia 3 CPU della famiglia Atom S1200, specificamente sviluppate per l'utilizzo in sistemi server nei quali si voglia abbinare un elevato numero di CPU fisiche a form factor di dimensione contenuta. 6 Watt di TDP come minimo, supporto 64bit e alle tecnologia ECC e di virtualizzazione

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:30 nel canale Server e Workstation
IntelAtom
 

Intel ha ufficialmente presentato la prima CPU basata su architettura Atom specificamente sviluppata per l'utilizzo in sistemi server. Il nome commerciale è quello di Atom S1200, mentre la famiglia è indicata con il nome in codice di Centerton.

atom_s1200_7.jpg (55928 bytes)

Sono 4 i modelli di processore basati su questa architettura: per tutti troviamo due core con tecnologia HyperThreading, in abbinamento a controller memoria DDR3 capace di gestire un massimo di 8 Gbytes con frequenza di clock di 1.333 MHz. Non mancano tre caratteristiche importanti per il mondo server: supporto alla correzione ECC e alle tecnologie di virtualizzazione, oltre al supporto al codice a 64bit.

Queste le 3 versioni di CPU Atom della serie S1200 attualmente presentate da Intel:

  • Atom S1220: 2 core, 4 threads; clock 1,6 GHz; cache L2 1 Mbyte; TDP 8,1 Watt.
  • Atom S1240: 2 core, 4 threads; clock 1,6 GHz; cache L2 1 Mbyte; TDP 6,1 Watt.
  • Atom S1260: 2 core, 4 threads; clock 2 GHz; cache L2 1 Mbyte; TDP 8,6 Watt.

I due modelli S1220 e S1240 si differenziano unicamente per il TDP, più contenuto nel secondo modello sino alla soglia di poco più di 6 Watt. Per la versione S1260 le prestazioni velocistiche sono superiori, grazie alla frequenza di clock incrementata del 25%, benché a questo si accompagni un incremento del TDP sino a 8,6 Watt. A titolo di confronto segnaliamo come la CPU Atom D2700, basata su architettura Cedarview, sia caratterizzata da un TDP pari a 10 Watt.

Soluzioni di questo tipo sono proposte per sistemi microserver, nei quali un elevato numero di processori fisici vengono integrati in un singolo chassis così da ottenere una elevata densità di elaborazione complessiva. Questo tipo di approccio richiede quindi che l'applicazione in uso sia di ridotta potenza di calcolo complessiva e tale da poter essere divisa efficientemente su un elevato numero di core. In questo modo le proposte Atom, stando ai dati forniti da Intel, permettono di ottenere un rapporto tra prestazioni e watt di consumo migliore rispetto ad architetture simili basate su CPU della famiglia Xeon.

atom_s1200_5.jpg (53623 bytes)

E' altrettanto evidente come l'annuncio di Intel miri a contrastare le future soluzioni SoC per sistemi server che ARM sta sviluppando, e che arriveranno sul mercato nel corso dei prossimi anni. Spingendo verso codice a 64bit con queste versioni di processore Atom Intel di fatto offre ai propri clienti una soluzione unica, che potrà venir contrastata da AMD con future proposte basate su architettura a basso consumo Jaguar attesa al debutto nel corso del 2013.

Sempre nel corso del prossimo anno Intel prevede di introdurre le soluzioni Atom basate su architettura nota con il nome in codice di Avoton. In questo caso avremo il passaggio alla tecnologia produttiva a 22 nanometri contro quella a 32 nanometri utilizzata al momento attuale, sino a giungere dal 2014 in poi al passaggio ad architetture di prossima generazione con tecnologia a 14 nanometri.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maxmax8012 Dicembre 2012, 13:28 #1
prezzi?
Donbabbeo12 Dicembre 2012, 15:05 #2
Originariamente inviato da: maxmax80
prezzi?


Non esistono soluzioni consumer, questa è la presentazione del solo SoC.
In ogni caso Intel ha dichiarato un prezzo di 54$ per un batch di 1000, suppongo sia il prezzo della versione 1220.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^