Intel: informazioni su Potomac e Smithfield

Intel: informazioni su Potomac e Smithfield

Intel ha rilasciato alcune informazioni sui prossimi processori server e workstation che debutteranno nel corso dell'anno

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:14 nel canale Server e Workstation
Intel
 

Intel Corporation ha svelato alcuni piani riguardanti processori e chipset per impieghi server e workstation. Secondo le informazioni rilasciate pare che le CPU Intel Xeon MP conosciute con il nome in codice di Potomac, e i processori dual-core con nome in codice Smithfield, abbiano finalmente ottenuto le specifiche tecniche definitive, comprensive di frequenza operativa e dotazione di cache.

La famiglia di processori Xeon MP sarà aggiornata in questo primo trimestre 2005, con processori ora conosciuti con nome in codice Cranford che saranno equipaggiati con1MB di cahce L2 e opereranno ad una frequenza di 3,66GHz. Cranford sarà realizzato a 90 nanometri per permettere ad Intel di abbassare leggermente il prezzo di vendita di tali prodotti.

Nel secondo trimestre Intel dovrebbe rilasciare Potomac, che si posiziona al vertice dell'offerta per processori server. Potomac opererà alla frequenza di 3,50GHz e superiore e sarà equipaggiato con 8MB di cache L3 e 1MB di cache L2. Anche Potomac sarà realizzato a 90 nanometri.

Entrambi i processori saranno caratterizzati dalla presenza delle tecnologie EM64T e Excuted Disable Bit. I processori opereranno alla frequenza di 667MHz Quad Pumped Bus e saranno compatibili con il chipset Intel Twin Castle.

Intel ha confermato che per quest'anno non vi saranno processori dual-core per sistemi server a due o più vie. La compagnia offrirà processori per server entry-level e mainstream basati su core Irwindale con funzionalità a 64-bit, Enhanced SpeedStep ed Execute Disable Bit, ad una frequenza di 3,6GHz, a partire da questo trimestre e fino a oltre il terzo trimestre 2005. Smithfield, soluzione 1P per workstation e server, sarà offerta a 3,20 GHz e disponibile nel terzo trimestre.

Fonte: Xbitlabs

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MaxArt14 Gennaio 2005, 11:55 #1
La famiglia Xeon è già di una vastità incredibile. Mi chiedo quanto una grossa cache L3 impedisca al bus di salire adeguatamente: 8 MB di L3 ma soli 667 MHz di bus per il Potomac.
Sig. Stroboscopico14 Gennaio 2005, 11:56 #2
certo che stanno tardando... ancora nessuna data?
zhelgadis14 Gennaio 2005, 12:03 #3
La cache non impedisce al bus di salire di frequenza (probabilmente Intel non porta il PSB a 800 MHZ per problemi di instabilità con più processori), semmai è il contrario: il bus lento (e per di più condiviso) impone a Intel di usare cache enormi...
flisi7114 Gennaio 2005, 12:39 #4
Infatti il problema del PSB "lento" è dovuto alla necessità di garantire una stabilità operativa anche quando si mettono 4 o più processori.

Ciao

Federico
sirus14 Gennaio 2005, 16:40 #5
beh anche il futuro itanium2 avrà "finalmente" un FSB di 667MHz, attualemente stanno ancora a 400MHz
krokus14 Gennaio 2005, 19:58 #6
...ma non era "Protomac"?'
Lucrezio14 Gennaio 2005, 21:36 #7
E nonostante questo non mi lamenterei delle prestazioni!
In fondo è uno dei più potenti processori commerciali! (anche per via del rapporto $/flop)
Criceto14 Gennaio 2005, 22:27 #8
Originariamente inviato da sirus
beh anche il futuro itanium2 avrà "finalmente" un FSB di 667MHz, attualemente stanno ancora a 400MHz


Gli ultimi PowerMac ce l'hanno da 1250Mhz per processore!
Sbavate... http://www.apple.com/powermac/
cionci15 Gennaio 2005, 10:58 #9
Originariamente inviato da Criceto
Gli ultimi PowerMac ce l'hanno da 1250Mhz per processore!
Sbavate... http://www.apple.com/powermac/

1) quello è un collegamento punto-punto e non un bus...
2) lo devi confrontare con i collegamenti punto-punto come HyperTransport...
3) cosa c'entra il G5 con Itanium2 o con gli Xeon con L3 da 8 Mb visto che occupano altri segmenti di mercato...
4) non mi sembra che il G5 c'entri qualcosa con la news...
Criceto15 Gennaio 2005, 11:48 #10
Originariamente inviato da cionci
1) quello è un collegamento punto-punto e non un bus...


No no, è proprio il bus... http://www.apple.com/powermac/architecture.html

3) cosa c'entra il G5 con Itanium2 o con gli Xeon con L3 da 8 Mb visto che occupano altri segmenti di mercato...


Occupano lo stesso segmenti di mercato... o meglio, volendo c'è una versione Mac specificatamente pensata per i server con caratteristiche tecniche analoghe, con in più memorie ECC e altre cosette per server... http://www.apple.com/xserve/architecture.html

4) non mi sembra che il G5 c'entri qualcosa con la news...


Volevo solo allargare gli orizzonti a chi è troppo Intel oriented...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^