Intel prossima ad acquisire InfiniBand da QLogic

Intel prossima ad acquisire InfiniBand da QLogic

Il colosso di Santa Clara ha stretto un accordo per portarsi in casa gli asset relativi ad InfiniBand ed ampliare il proprio catalogo networking

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:23 nel canale Server e Workstation
Intel
 

Intel Corporation ha annunciato in via ufficiale di aver sottoscritto un accordo definitivo con QLogic per l'acquisizione della linea di prodotto InfiniBand e di alcuni asset correlati a questo business. Un corposo numero di impiegati che lavorano attualmente in QLogic verranno trasferiti ad Intel.

L'acquisizione avrà lo scopo di estendere e migliorare il catalogo di soluzioni networking di Intel nella fornitura di tecnologie scalabili per infrastrutture HPC e supporterà la visione della compagnia volta all'innovazione delle architetture fabric per raggiungere l'obiettivo di prestazioni di classe exaflop nel 2018.

Kirk Skaugen, responsabile della divisione Data Center and Connected System Group di Intel, ha dichiarato: "In occasione dell'International Supercomputing Conference 2011 Intel ha fatto luce su una visione per ridefinire le prestazioni HPC ed infrangere la barriera Exascale entro il 2018. L'esperienza e la tecnologia di QLogic mettono a disposizione importanti asset per offrire il system fabric necessario a portare avanti questa visione. Aggiungere InfiniBand di QLogic al nostro catalogo networking ci permetterà di incrementare le opzioni ed il valore per i nostri clienti datacenter".

InfiniBand è un link di comunicazioni utilizzato nell'ambito delle soluzioni High Performance Computing e nei datacenter enterprise. Tra le caratteristiche di InfiniBand vi sono l'elevata la rghezza di banda, la bassa latenza, la qualità del servizio e failover, ed è progettata per essere scalabile. Le specifiche dell'architettura InfiniBand definiscono la connessione tra i nodi di computazione ed i nodi I/O ad elevate prestazioni quali possono essere, ad esempio, i dispositivi di storage.

L'accordo, che prevede da parte di Intel un esborso di 125 milioni di dollari, sarà concluso per la fine del trimestre, previo via libera delle autorità competenti.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
WarSide24 Gennaio 2012, 18:06 #1
Eh si, Infiniband è spettacolare, oltre ad avere costi più bassi rispetto ad altre soluzioni
Devil!24 Gennaio 2012, 22:52 #2
Cosa si intende per "system fabric"?
lucusta25 Gennaio 2012, 05:38 #3
elevata conoscenza specifica nello sviluppo, integrazione delle infrastrutture pre esistenti e formazione del personale in uno specifico settore; leader nel campo considerato.
mhm... dalle nostre parti puo' essere tradotto come "semo i mejo/ semm a crema 'o cafe'/Vedè l'erba nass de nott/nantri semo nantri e luri xe i luri/Cu avi chiù sali cunza a minestra
(mi scuso con gli amici sardi ma disconosco l'idioma... troppo difficile!).
Pleg25 Gennaio 2012, 06:36 #4
Originariamente inviato da: Devil!
Cosa si intende per "system fabric"?


Di solito con "fabric" in questo ambito si intende il "tessuto di interconnessione", cioe' la rete interna di comunicazione che tiene insieme un supercomputer. Un supercomputer in genere non e' altro che migliaia (o milioni di processori collegati insieme da una rete di comunicazione a larga banda e bassa latenza (considera che i supercomputer sono grossi come campi da calcio, quindi anche ad una frazione significativa della velocita' della luce fare 100 o piu' metri serve *tempo*... molti molti cicli di clock dei processori
Intel ha i processori, ora le servono tecnologie di interconnessione per fare tutto in casa il loro supercomputer exaflop e vincere la gara del Darpa.
WarSide25 Gennaio 2012, 11:35 #5
Originariamente inviato da: Pleg
Di solito con "fabric" in questo ambito si intende il "tessuto di interconnessione", cioe' la rete interna di comunicazione che tiene insieme un supercomputer. Un supercomputer in genere non e' altro che migliaia (o milioni di processori collegati insieme da una rete di comunicazione a larga banda e bassa latenza (considera che i supercomputer sono grossi come campi da calcio, quindi anche ad una frazione significativa della velocita' della luce fare 100 o piu' metri serve *tempo*... molti molti cicli di clock dei processori
Intel ha i processori, ora le servono tecnologie di interconnessione per fare tutto in casa il loro supercomputer exaflop e vincere la gara del Darpa.


Inoltre c'è da dire IB è infinitamente meno costoso anche di altre tecnologie e può essere usato pressoché in qualsiasi ambito:

- Interconnessione CPU (ad esempio vi sono schede che permettono di usare Hypertransport->IB IB-> Hypertransport, immagino vi siano anche per QPI, se non ci sono ci penserà intel adesso)
- Scambio messaggi tra cpu o altre periferiche di I/O mediante accesso diretto in RAM (RDMA), in poche parole spostate dati dalla ram del pc1 a quella del pc2 a piena velocità della porta
- Interconnessione GPU (uno "sli remoto", molto utile per cuda)
- Networking (IPoIB & Co)

Con IB non sono necessari apparati di routing complessi, basta uno switch (che costa relativamente poco) e puoi partire ad usare i tuoi cari XXGbit/s (se si devono interconnettere pochi pc/server si può anche fare a meno dello switch).

Senza contare che le HCA ormai si trovano a prezzi umani: una scheda di rete 10GbitE costa ancora sui 400-500€, con la metà ci si porta a casa una HCA Infiniband con 2 porte IB da 10Gbit. A 500€ si iniziano a trovare le QDR da 20/40Gbit/s

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^