Intel ricorre contro la Unione Europea

Intel ricorre contro la Unione Europea

Intel annuncia di voler ricorrere contro la decisione della Unione Europea, che ha multato a Maggio l'azienda americana per 1,45 miliardi di dollari

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:29 nel canale Server e Workstation
Intel
 

Intel ha annunciato di aver avviato una procedura di ricorso nei confronti della Unione Europea, contro la multa di 1,45 miliardi di dollari USA che stata inflitta lo scorso mese di Maggio per pratiche anticoncorrenziali.

La posizione ufficiale di Intel, rimarcata dal portavoce Chuck Malloy, quella che la decisione della Unione Europea sia stata sbagliata in quanto basata su congetture errate a differenti livelli e su una errata considerazione di un mercato altamente competitivo come quello dei microprocessori. A prescindere da tutto, Intel deve intanto pagare la multa, auspicandosi di vincere in appello cos da poter riavere la cifra versata all'Unione Europea.

Da parte della Unione Europea c' una reazione chiara e diretta all'annuncio di Intel: il portavoce Mattias Sundholm ha confermato come l'organismo sia convinto della piena legalit dell'azione intrapresa contro Intel e della correttezza della multa comminata.

Ricordiamo come Intel abbia scelto di inserire interamente i costi legati alla multa comminata dalla Unione Europea all'interno dei propri risultati economici del secondo trimestre 2009. Questo ha portato il produttore americano a registrare un trimestre in passivo per la prima volta dal 1988, con un risultato che scontato dagli effetti della multa sarebbe stato largamente in positivo.

Per ulteriori informazioni sulla causa intentata dalla Unione Europea contro Intel e sulla multa inflitta rimandiamo ai seguenti articoli per approfondimento:

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Human_Sorrow23 Luglio 2009, 09:01 #1
Era ovvia questa mossa!


"... a registrare un trimestre in passivo per la prima volta dal 1988"

Mamma mia ... questa frase fa pensare

niki8923 Luglio 2009, 09:02 #2
Scommettiamo che intel non paga la multa oppure la paga e verrà rimborsato per intero se no di piu.....come dicono gli alieni : Cose Dell altro MONDO!!!
Abufinzio23 Luglio 2009, 09:05 #3
Originariamente inviato da: Human_Sorrow
"... a registrare un trimestre in passivo per la prima volta dal 1988"

Mamma mia ... questa frase fa pensare

di infatti
masty_<323 Luglio 2009, 09:09 #4
ma che si stiano zitti e paghino, spero in appello possano ricevere un'ulteriore multa.
Mentre loro fanno stupidi ricordi amd non se la cava bene e la gente è convinta che come processori esistano solo i pentium i dualcore (modo per indicare tutti i c2d) il tutto a causa della loro politica a danno di amd!
atomo3723 Luglio 2009, 09:14 #5
io feci una tesi di laure sulle cpu per pc nel 98, e già allora dalle interviste a molti operatori del settore che feci, si evinceva che le pratiche anticoncorrenziali di Intel erano una cosa notoria e molto condannata. Credo che questa multa ci stia tutta perchè le pratiche sono state perpetrate per piùdi una decina di anni, garantendo ad Intel degli utili "illeciti" davvero elevati.
StyleB23 Luglio 2009, 09:21 #6
mah... fosse in italia non la pagherebbe... ma avendo a che fare con la UE la vedo nera per Intel, anche perchè la multa è giustissima visto che ha letteralmente bloccato o sgambettato AMD sia nel mercato gpu che cpu..
SuperSandro23 Luglio 2009, 09:42 #7
Originariamente inviato da: StyleB
mah... fosse in italia non la pagherebbe... ma avendo a che fare con la UE la vedo nera per Intel, anche perchè la multa è giustissima visto che ha letteralmente bloccato o sgambettato AMD sia nel mercato gpu che cpu..

Per i casi limitati al territorio italiano non è necessario scomodarsi per fare concorrenza sleale: spari in bocca al concorrente - e a tutti i suoi soci - e dopo 10, massimo 15 giorni di galera torni alla tua consueta attività.
Nemesis223 Luglio 2009, 09:45 #8
Questo ha portato il produttore americano a registrare un trimestre in passivo per la prima volta dal 1988


- Che fa, concilia?
- Pago con assegno, che non ho liquidità a portata di mano... va bene? Però non ci stanno gli zeri... vado a capo?
serbring23 Luglio 2009, 09:51 #9
un mercato fortemente competitivo come quello dei processori???? Ma se solo alla fine c'è solo intel ed AMD
Ratatosk23 Luglio 2009, 09:54 #10
Ricordo che un appello può portare al ribaltamento della sentenza di primo grado, alla riduzione della cifra, alla conferma della sentenza così come uscita dal primo grado o anche all'inasprimento della sentenza di primo grado.

Ricordiamo come Intel abbia [B][U][SIZE="5"]scelto[/SIZE][/U][/B] di inserire interamente i costi legati alla multa comminata dalla Unione Europea all'interno dei propri risultati economici del secondo trimestre 2009.


Non è che ha scelto, ha dovuto pagare, quindi non poteva scegliere nient'altro che non inserire la cifra nel bilancio trimestrale.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^