Itanium Tukwila al debutto per inizio 2009

Itanium Tukwila al debutto per inizio 2009

E' l'alleanza tra produttori di sistemi Itanium a confermare che il debutto di sistemi server con questo processore sia previsto per i primi mesi del prossimo anno

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 14:25 nel canale Server e Workstation
 

In occasione del proprio Developer Forum Spring 2008, evento tenutosi a Shanghai lo scorso mese di Aprile, Intel ha fornito ulteriori informazioni rispetto a quanto in precedenza disponibile sulla prossima generazione di processori della famiglia Itanium.

Parliamo delle soluzioni indicate con il nome in codice di Tukwila, processori costruiti con tecnologia produttiva a 45 nanometri e dotati per la prima volta per sistemi Itanium di architettura quad core.Ogni cpu Itanium Tukwila sarà dotata di architettura quad core, con un totale di 30 Mbytes di cache e ben 2 miliardi di transistor nel complesso; a concorrere a questo numero le cache avranno ovviamente un ruolo molto importante, in quanto tipicamente i transistor utilizzati per costruire le cache sono ben superiori rispetto a quelli impiegati nelle unità di elaborazione.

tukwila_idf2008_spring.jpg (58636 bytes)

Il debutto di questi nuovi processori dovrebbe avvenire, stando alle iniziali anticipazioni di Intel, nel corso della fine del 2008; le informazioni riportate a questo indirizzo fanno tuttavia pensare che queste cpu verranno effettivamente distribuite sul mercato attraverso i partner Intel solo nel corso del primo trimestre 2009. Alla base di questa informazione troviamo un'alleanza tra produttori di sistemi server che ha quale finalità proprio l'adozione di soluzioni Itanium in propri sistemi.

Tra le restanti caratteristiche tecniche anticipate da Intel segnaliamo l'implementazione della tecnologia CSI, Common System Interface, nuova interfaccia di comunicazione tra processore e scheda madre capace di garantire una bandwith massima teorica di interconnessione sino a 32 Gbytes al secondo.

Tukwila integrerà al proprio interno due memory controller, per la prima volta montati da Intel all'interno di un processore e non del chipset in soluzioni per sistemi server di fascia alta come quelli basati su cpu Itanium. Sia il memory controller integrato che la tecnologia CSI debutteranno in soluzioni desktop con le prime soluzioni Nehalem.

I nuovi processori, disponibili con frequenze sino a 2 GHz, saranno caratterizzati da un TDP massimo che raggiungerà i 130 Watt: il design del processore è di tipo monolitico, con quindi i 4 core del processore tutti ricavati dallo stesso pezzo di silicio. Si tratta di un approccio identico a quello seguito da AMD per le proprie cpu Opteron quad core, e che Intel adotterà anche per le cpu della famiglia Nehalem attese al debutto nel corso del quarto trimestre 2008.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supermario20 Maggio 2008, 14:42 #1
tra un pò si potrà mettere il kernel linux direttamente nelle cache
jacopo14720 Maggio 2008, 14:49 #2
Originariamente inviato da: Hardware Upgrade]I nuovi processori, disponibili con frequenze sino a 2 GHz, saranno caratterizzati da un TDP massimo che [B]raggiungerà


130W a 2.0Ghz? ma è una cosa normale? non so molto sui sistemi server, ma in teoria il TDP non dovrebbe essere abbastanza allineato con i processori desktop? il phenom che è una sanguisuga fa 140W a 2.6Ghz...
On3sgh3p20 Maggio 2008, 14:51 #3
per alimentare 4 core e 30mb di cache, ce ne vuole...
jacopo14720 Maggio 2008, 14:52 #4
Originariamente inviato da: On3sgh3p
per alimentare 4 core e 30mb di cache, ce ne vuole...


passi per i 30mb di cache ma mi sembra comunque un valore eccessivo poi, ripeto, di server non so un ciufolo
sim8920 Maggio 2008, 14:54 #5
2 Miliardi di transistor
Gurzo200720 Maggio 2008, 15:19 #6
@jacopo147

be dimentichi ke hanno anke 2miliardi di transistor e un doppio controller di memoria integrato..quindi i consumi non sono poi folli imho
jacopo14720 Maggio 2008, 15:27 #7
Originariamente inviato da: Gurzo2007
@jacopo147

be dimentichi ke hanno anke 2miliardi di transistor e un doppio controller di memoria integrato..quindi i consumi non sono poi folli imho


per carità, non dico che il consumo non sia giustificato, il quadruplo dei transistor di un phenom, doppio memory controller (attivo uno alla volta però ) 130W per la poca esperienza che ho mi sembrano già un bel valore, dico solo che mi sembra una scelta non proprio felice quella di sfornare una cpu con un tale tdp, spero solo che con raffinarsi della produzione questo tdp scenda e di parecchio... si sa il valore indicativo dei nehalem?
On3sgh3p20 Maggio 2008, 15:32 #8
Originariamente inviato da: jacopo147
per carità, non dico che il consumo non sia giustificato, il quadruplo dei transistor di un phenom, doppio memory controller (attivo uno alla volta però ) 130W per la poca esperienza che ho mi sembrano già un bel valore, dico solo che mi sembra una scelta non proprio felice quella di sfornare una cpu con un tale tdp, spero solo che con raffinarsi della produzione questo tdp scenda e di parecchio... si sa il valore indicativo dei nehalem?


sicuramente sarà la metà..
lonewolf964020 Maggio 2008, 15:39 #9
Mi vien da piangere pensando al mio Apple 2e ( tutt'ora funzionamte ) con 64K e floppy esterno da 5.25 pollici............
demon7720 Maggio 2008, 15:52 #10

@jacopo147

Attenzione a non confondervi!

Tukwila fa parte della serie Itanium, non è un processore x86 come Core o Xeon!

Pertanto è più che possibile che i consumi in rapporto alla frequenza operativa siano molto diversi rispetto ad una normale cpu desktop

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^