L'ultimo dei mohicani: Intel presenta le CPU Itanium 9700

L'ultimo dei mohicani: Intel presenta le CPU Itanium 9700

La famiglia di CPU Itanium 9700 è stata ufficialmente presentata da Intel: si tratta delle soluzioni note con il nome di Kittson, le ultime CPU Itanium a venir presentate

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:21 nel canale Server e Workstation
IntelXeonItanium
 

Per molti versi quest'oggi si chiude ufficialmente un'era, quella dei processori Intel della famiglia Itanium. Si tratta, o per meglio dire si è trattato, di proposte destinate al mercato dei server enterprise basata al proprio interno sull'utilizzo di una architettura indicata con il nome di IA-64, differente da quella x86 utilizzata dai processori Intel e AMD e che nel corso degli ultimi 10 anni ha conquistato la principale posizione per volumi anche nel mercato dei server.

logo_intel_itanium_500.jpg

Sono 4 le versioni di processore Itanium della famiglia 9700 che Intel rende disponibili da questa settimana:

  • Itanium 9760: 8 core, 16 threads, clock 2,66 GHz, 32MB cache L3, 170W TDP, prezzo ufficiale 4.650$.
  • Itanium 9750: 4 core, 8 threads, clock 2,53 GHz, 32MB cache L3, 170W TDP, prezzo ufficiale 3.750$.
  • Itanium 9740: 8 core, 16 threads, clock 2,13 GHz, 24MB cache L3, 170W TDP, prezzo ufficiale 2.650$.
  • Itanium 9720: 4 core, 8 threads, clock 1,73 GHz, 20MB cache L3, 130W TDP, prezzo ufficiale 1.350$.

Le soluzioni Kittson, questo il nome in codice adottato internamente dall'azienda per indicare le proposte Itanium 9700, saranno le ultime basate su questa architettura che ha debuttato sul mercato alla fine del 2001. Attesi come i processori in grado di prendere il posto delle soluzioni x86 nel datacenter, i processori Intel Itanium hanno conosciuto una storia travagliata che li ha portati a un progressivo abbandono da parte del mercato. Inizialmente prima architettura intel con supporto a codice a 64bit, queste CPU hanno trovato forte concorrenza nell'architettura x86-64 sviluppata da AMD con le prime soluzioni Opteron in seguito adottata anche dai processori server e desktop di Intel.

intel_itanium_600.jpg

Sia i produttori di sistemi server come quelli di sistemi operativi hanno nel corso degli anni scelto di abbandonare le soluzioni basate su CPU Itanium, con l'unica significativa eccezione data da HP che ancora oggi propone le proprie soluzioni server della famiglia Integrity i6, pensate per utilizzi mission critical, con questi processori. L'azienda americana ha annunciato che continuerà a fornire supporto per i server basati su CPU Itanium sino all'anno 2025.

intel_itanium_die_2.jpg

Le nuove CPU sono pensate per essere compatibili con le piattaforme che sono state utilizzate in abbinamento ai processori di precedente generazione. Di conseguenza non sarà necessario dotarsi di nuove schede madri ma chi offre ora sistemi con CPU Itanium potrà passare ai nuovi modelli in poco tempo. Di fatto però questo si applica alla sola HP, unica azienda produttrice di sistemi server che al momento propone ai clienti sistemi Itanium. L'annuncio delle nuove CPU Itanium 9700 coincide quindi con la fine di un'era, nella quale Intel ha provato a diffondere CPU con architettura IA-64 senza tuttavia riuscire nell'intento.

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Blake8612 Maggio 2017, 10:12 #1
Ma pensa te, guarda caso quando le cpu non glie le caga nessuno anche intel è capace di esserr retrocompatibile con piattaforme con chissà quanti anni sulle spalle!
demon7712 Maggio 2017, 10:15 #2
Itanium quindi supporta esclusivamente IA-64 e non X86..
Cpu standard di oggi invece supportano sia X86 che IA-64 giusto?

Ma oggi sarebbe possibile urarli installandoci windows 64bit o sono comunque processori su cui girano sistemi dedicati specifici?
coschizza12 Maggio 2017, 10:17 #3
Originariamente inviato da: Blake86
Ma pensa te, guarda caso quando le cpu non glie le caga nessuno anche intel è capace di esserr retrocompatibile con piattaforme con chissà quanti anni sulle spalle!


era sttato annunciato anni fa che sarebbe stata retrocompatibile quindi è una cosa che si sapeva gia da tempo, inoltre è l'ultima versione prima delle totale dismissione della stessa che è ormai stata rimpiazzata dalla serie E7
Lo scopo di una cpu imile è l'infinita stabilita cha ha infatti usa la litografia a 32 nm ultrarodata invece che puntare a performance e dimensioni ridotte con quelle piu recenti.
coschizza12 Maggio 2017, 10:24 #4
Originariamente inviato da: demon77
Itanium quindi supporta esclusivamente IA-64 e non X86..
Cpu standard di oggi invece supportano sia X86 che IA-64 giusto?

Ma oggi sarebbe possibile urarli installandoci windows 64bit o sono comunque processori su cui girano sistemi dedicati specifici?


fino alla generazione precedente di windows esistevano tutti i server anche in versione itanium poi visto il mercato di super nicchia hanno tolto il supporto. Ora se vuoi un windows server con le stesse caratteritiche di quello su itanium lo hai ma lo devi usare su cpu x86 come la serie e7 di intel che è paragonabile a questa cpu e ne è il prosimo sostituto.
Opteranium12 Maggio 2017, 10:41 #5
sarò sincero, pensavo fossero spariti da un pezzo
chuckbird12 Maggio 2017, 11:06 #6
"Cpu standard di oggi invece supportano sia X86 che IA-64 giusto?

Ma oggi sarebbe possibile urarli installandoci windows 64bit o sono comunque processori su cui girano sistemi dedicati specifici"

IA-64 è una ISA totalmente differente dalla X86-64 che altro non è che una estensione a 64bit di x86.
Quindi del codice compilato per IA-64 non gira su x86-64.
Forse può avvenire il contrario con prestazione piuttosto deludenti ma non ne sono sicuro in quanto non ricordo bene e dovrei documentarmi.
Ergo un qualsivoglia sistema operativo disponibile per piattaforma x86-64, la comune architettura a 64bit oggi praticamente onnipresente, non girerà con Itanium.
Per Itanium servono sistemi operativi IA-64 e non x86-64.
demon7712 Maggio 2017, 11:35 #7
Originariamente inviato da: chuckbird
IA-64 è una ISA totalmente differente dalla X86-64 che altro non è che una estensione a 64bit di x86.
Quindi del codice compilato per IA-64 non gira su x86-64.
Forse può avvenire il contrario con prestazione piuttosto deludenti ma non ne sono sicuro in quanto non ricordo bene e dovrei documentarmi.
Ergo un qualsivoglia sistema operativo disponibile per piattaforma x86-64, la comune architettura a 64bit oggi praticamente onnipresente, non girerà con Itanium.
Per Itanium servono sistemi operativi IA-64 e non x86-64.


Capito, grazie!
s-y12 Maggio 2017, 11:43 #8
ricordo quando lo si descriveva come il futuro...
beh tutto sommato una parte di previsioni si è avverata
demon7712 Maggio 2017, 11:55 #9
Originariamente inviato da: s-y
ricordo quando lo si descriveva come il futuro...
beh tutto sommato una parte di previsioni si è avverata


Beh poteva tranquillamente esserlo.
Non ha avuto fortuna per via della concorrenza ma la cpu in se è più che ottima.
s-y12 Maggio 2017, 12:00 #10
infatti non era assolutamente a critica del prodotto...
coglievo l'ironia, diciamo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^