Le prime CPU sviluppate da NVIDIA destinate alla famiglia Tesla

Le prime CPU sviluppate da NVIDIA destinate alla famiglia Tesla

Continua lo sviluppo delle soluzioni della famiglia Project Denver di NVIDIA, con le quali debutterà una CPU custom dell'azienda americana ricavata a partire dall'architettura ARMv8 di prossima generazione. Primo target le proposte della famiglia Tegra

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:01 nel canale Server e Workstation
NVIDIATegraTesla
 

Da tempo NVIDIA ha fornito alcune indicazioni su quello che viene indicato come Project Denver, iniziativa interna all'azienda americana che mira allo sviluppo di una propria CPU basata su un design custom proprietario di NVIDIA derivato dall'architettura ARMv8 di prossima generazione.

Con questa iniziativa NVIDIA punta a proporre soluzioni che integrino componente CPU affiancata alle proprie architetture di GPU, seguendo però in questo un approccio differente da quanto sviluppato da Intel e AMD. Il punto di forza di NVIDIA è infatti legato alle architetture di GPU, per le quali la componente CPU è di fatto uno strumento utile per il funzionamento complessivo del sistema.

Per questo motivo il target iniziale di NVIDIA per le proposte derivate dal progetto Denver saranno indirizzate alla famiglia di prodotti Tesla, quella delle soluzioni destinate al calcolo parallelo in ambito professionale e non grafico. La prima architettura di CPU NVIDIA troverà spazio all'interno della GPU di prossima generazione nota con il nome in codice di Maxwell. Chris Evenden, direttore delle investor relations di NVIDIA, ha rimarcato durante una conferenza di settore come quello delle soluzioni Tesla sarà il primo mercato per le proposte Denver.

Non è comunque da escludere che NVIDIA possa sviluppare in futuro una propria architettura di CPU ARM destinata all'utilizzo in sistemi cosiddetti microserver, nei quali a dimensioni complessivamente non elevate si affiancano un elevato numero di CPU indipendenti, tutte di ridotto consumo e di potenza di calcolo adeguata ad ambiti di elaborazione ridotti. Questo è un mercato nel quale sono varie le aziende presenti, ultima arrivata AMD con le proprie proposte Opteron basate su architettura ARM attese il prossimo anno .

Le soluzioni microserver stanno raccogliendo molto interesse da parte dei produttori di sistemi professionali; Intel ha in questi giorni annunciato i primi processori della famiglia Atom specificamente destinati a questo ambito di utilizzo, dotati di supporto al codice a 64bit, alla correzione ECC degli errori presenti in memoria e alle tecnologie di virtualizzazione.

Fonte: xbitlabs.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovannifg14 Dicembre 2012, 17:48 #1

Perchè CPU?

Perchè nVidia vuole iniziare a sviluppare CPU? Mi spiego: se il mercato delle soluzioni Tesla è già per l'appunto coperto dalle soluzioni Tesla, che sono GPU, perchè nVidia vuole passare a CPU? Le doti di "paralelizzazione" dei calcoli delle GPU sono impareggiabili, quindi non capisco se nVidia voglia sostituire, in prospettiva, l'attuale gamma Tesla con delle proprie soluzioni CPU o se voglia più semplicemente affrancarsi da Intel/AMD, proponendo un sistema tutto targato nVidia.
calabar14 Dicembre 2012, 18:09 #2
Perchè rimanere ancorati al solo mercato GPU mentre gli altri creano sistemi di calcolo eterogenei significa rischiare di rimanere fuori dal mercato nel momento in cui ci saranno solo soluzioni fortemente integrate.
Così Nvidia accresce il proprio know how su soluzioni integrate e nel frattempo capitalizza, dato che i suoi tegra oggi sono comunque molto diffusi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^