Micron annuncia QuantX, le memorie con tecnologia 3D XPoint

Micron annuncia QuantX, le memorie con tecnologia 3D XPoint

L'azienda americana ha sviluppato assieme ad Intel la tecnologia 3D XPoint, quale punto d'incontro tra NAND Flash e memorie DRAM. Ora il debutto del brand abbinato, che sarà quello QuantX

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 13:17 nel canale Server e Workstation
IntelMicron
 

Micron e Intel hanno sviluppato congiuntamente la tecnologia di memoria 3D XPoint, in grado di bilanciare la necessità di ottenere elevate prestazioni velocistiche con quella di mantenere elevata la capacità di archiviazione complessiva. Annunciata circa 1 anno fa, 3D Xpoint è sino ad ora rimasta in sordina segno di come sia ancora in sviluppo all'interno delle due aziende.

Se per Intel questa tecnologia è stata abbinata al marchio Optane, per Micron la scelta è caduta su quello QuantX annunciato nella giornata di ieri in occasione del Flash Memory Summit. QuantX sarà quindi il brand utilizzato da Micron per le proporie soluzioni NVMe SSD che debutteranno prossimamente sul mercato.

Le soluzioni QuantX, al pari di quelle Optane di Intel, sono proposte quale punto d'incontro tra le soluzioni NAND Flash e DRAM. Il target iniziale di questi prodotti è quello dei sistemi server, nei quali lo spazio di archiviazione non è mai troppo elevato e allo stesso tempo si vuole poter garantire un livello prestazionale adeguato.

Quello che presumibilmente vedremo nel corso dei prossimi mesi e anni saranno una serie di soluzioni di storage basate su tecnologia 3D XPoint tanto da Intel come da Micron, sviluppate però nell'ottica dello storage dei dati. Uno dei possibili futuri utilizzi di Optane e QuantX potrebbe essere quello di memoria di sistema in quei sistemi server che ne necessitano di elevatissimi quantitativi per calcoli in memory: in questo modo le inferiori prestazioni rispetto alle soluzioni DRAM verrebbero rapidamente bilanciate dal quantitativo a disposizione nettamente più elevato.

L'annuncio di Micron sarà sicuramente seguito, la prossima settimana, da altre informazioni sulla gamma di prodotti Optane che Intel annuncerà in concomitanza dell'Intel Developer Forum di San Francisco.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AleLinuxBSD11 Agosto 2016, 12:44 #1
Sono molto dubbioso che questo tipo di soluzioni, anche aspettando 10 anni, riuscirà davvero ad essere reperibile pure al livello mainstream.

Temo invece che rimarrà qualcosa di riservato ad alcuni centri di calcolo trasformandosi nell'ennesima tecnologia proprietaria che però è stata presentata come rivoluzionaria e con prevista diffusione futura pure verso il basso.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^