Passivo nel Q2 per Intel, ma con aspettative positive

Passivo nel Q2 per Intel, ma con aspettative positive

Intel registra un passivo trimestrale giustificato dagli oneri legati alla multa della comunità europea. Le aspettative sono tuttavia orientate ad un buon ottimismo

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:12 nel canale Server e Workstation
Intel
 

Intel ha annunciato i propri risultati finanziari per il secondo trimestre dell'anno, nei quali è stata registrata la prima perdita di esercizio da molti anni a questa parte. Alla base non tanto i risultati economici del perido, per i quali invece si registra un certo ottimismo, quanto le conseguenze della multa inflitta all'azienda americana dalla comunità europea.

I risultati complessivi indicano una perdita di esercizio pari a 398 milioni di dollari, su un totale di fatturato registrao pari a 8 miliardi di dollari. A titolo di confronto lo stesso periodo dello scorso anno aveva visto fatturato pari a 9,5 miliardi di dollari con un utile di periodo pari a 1,6 miliardi di dollari.

Escludendo il peso della multa inflitta dalla comunità europea, pari a 1,45 miliardi di dollari, il secondo trimestre 2009 avrebbe portato ad Intel un utile di circa 1 miliardi di dollari, equivalente a 18 centesimi di dollaro per ogni azione, contro una aspettativa degli analisti di un valore di 8 centesimi per ogni azione. E' quindi evidente come a portare ad un passivo trimestrale sia stata la decisione di voler inserire a bilancio subito e interamente la multa recentemente inflitta, auspicando che questa possa venir cancellata in un secondo tempo.

I risultati del secondo trimestre 2009 fanno registrare, a dispetto della perdita, aspettative molto positive per Intel. Nel corso del periodo Intel ha infatti registrato un incremento del proprio margine lordo sino al 51%, in crescita del 5,5% rispetto ai primi 3 mesi del 2009 benché in calo se confrontato con il 55,4% registrato nello stesso periodo dello scorso anno. Intel, al pari di tutti gli operatori di mercato, sia attende per la seconda metà dell'anno una domanda più sostenuta rispetto a quanto registrato nei primi 6 mesi del 2009 complice anche la stagionalitò di alcuni acquisti che avvengono nel periodo del rientro alle scuole e in quello della stagione natalizia.

Paul Otellini, CEO di Intel, ha segnalato di non attendersi un impatto delle vendite nel corso della seconda metà dell'anno dato dal prossimo debutto del sistema operativo Microsoft Windows 7, ma che questo avverrà solo con i primi mesi del 2010 come storicamente accade con il lancio di una nuova release Microsoft.

La domanda di mercato è stata complessivamente valida per quanto concerne prodotti e soluzioni orientate alla clientela consumer; risposta differente per quella business, che sta contiuamente rimandando decisioni di acquisto di nuovi sistemi sia server che notebook e desktop in attesa di forti segnali di ripresa da parte del mercato nel suo complesso. Nonostante questo, la crescita del secondo trimestre rispetto ai primi 3 mesi del 2009 è stata quella più elevata dal 1988.

Le stime di Intel per il terzo trimestre 2009 prevedono un fatturato complessivo variabile tra 8,1 e 8,9 miliardi di dollari, con una crescita prevista che potrà raggiungere il 12% rispetto agli 8 miliardi di dollari registrati nel Q2. Non è chiaro quali livelli di utile di esercizio Intel potrà realizzare nel periodo: considerato che la multa comminata dalla comunità europea è stata completamente inglobata nei risultati del secondo trimestre 2009 salvo eventi straordinari il produttore americano ritornerà a registrare un risultato trimestrale positivo, cosa che del resto ha storicamente fatto sin dal 1986.

E' interessante segnalare il peso che le vendite di processori Atom hanno avuto nel corso del periodo: Intel ha totalizzato vendite per 362 milioni di dollari nel corso del periodo da queste cpu, con una crescita del 65% rispetto ai primi 3 mesi dell'anno. La risultante è stata una contrazione dei prezzi medi di vendita di tutti i processori, in ogni caso in lieve contrazione media rispetto al trimestre precedente anche escludendo da questa analisi il contributo delle cpu della famiglia Atom.

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
g.luca86x15 Luglio 2009, 12:24 #1
pazzesco, ma quanto macina intel? Nonostante la crisi macina utili, a meno della multa, vabbè...
int main ()15 Luglio 2009, 12:40 #2
Originariamente inviato da: g.luca86x
pazzesco, ma quanto macina intel? Nonostante la crisi macina utili, a meno della multa, vabbè...


non è che forse ti dimentichi che esistono [U]solo[/U] 2 produttori di cpu consumer? e dato che amd è nel periodo buio, dove vuoi che compri la gente? poi c'è da dire che intel è un marchio che vale centinaia di miliardi di dollari, tutto basato sul brand pentum che ha spopolato così a tal punto che è nell'immaginario collettivo il processore.
perciò si macina qualcosa
Crimson Skies15 Luglio 2009, 12:44 #3
Concordo. Ormai pensare alla CPU si pensa al pentum Intel. Anche sui libri di informatica quando si deve spiegare l'evoluzione delle CPU si fa riferimento alla varie generazioni Intel.
Però bisogna anche dire che nonostante il buon lavoro fatto da AMD con gli ultimi processori e i Phenom, i C2D hanno spopolato e praticamente sono le migliori CPU al mondo questo volendo lascire fuori gli i7 che sono giovani come generazione e quindi non ancora pienamente diffusi.
g.luca86x15 Luglio 2009, 12:48 #4
beh, mi aspettavo che amd mangiasse qualcosa ad intel. I phenomII sono degli ottimi processori e alcuni più economici degli intel pure offrendo di più (vedi e8400vs 720black ed.)...
netcrusher15 Luglio 2009, 13:04 #5

purtroppo

Bè che dire nel campo cpu purtroppo non è che ci sono decine e decine di produttori quindi la gente vede Intel qua vede Intel scritto là ed è logico aspettarsi cose del genere, io piuttosto non capisco questo insensato odio che molti hanno verso Amd come se fosse Satana.......Boh...........comunque io continuo a preferire Amd per il rapporto prestazioni/prezzo........senza nulla togliere alle migliori cpu di Intel
Crimson Skies15 Luglio 2009, 13:27 #6
Penso sia più un fatto legato alla legacy che Intel si porta dietro dai primi 286, 386 ecc. Cioè uno penso ad Intel come la madre delle CPU. E poi anche se AMD fa processori meno costosi rimane il fatto che la qualità Intel è superiore.
Mendocino8915 Luglio 2009, 13:48 #7
Originariamente inviato da: Crimson Skies
Penso sia più un fatto legato alla legacy che Intel si porta dietro dai primi 286, 386 ecc. Cioè uno penso ad Intel come la madre delle CPU. E poi anche se AMD fa processori meno costosi rimane il fatto che la qualità Intel è superiore.


Quoto^3
2012comin15 Luglio 2009, 14:33 #8
Originariamente inviato da: Crimson Skies
Penso sia più un fatto legato alla legacy che Intel si porta dietro dai primi 286, 386 ecc. Cioè uno penso ad Intel come la madre delle CPU. E poi anche se AMD fa processori meno costosi rimane il fatto che la qualità Intel è superiore.


Intel è sicuramente più conosciuta dalla massa... per esempio nel film 21 (bellissimo imho :P) c'è una battuta dove si menziona il "pentium" per fare un complimento al protagonista... quella battuta non la avrebbe capita quasi nessuno se al posto di "pentium" usavano "athlon" :P
Però gli appassionati che leggono in queste pagine non dovrebbero pensare come la gente che di informatica non ne capisce nulla.
Crimson Skies15 Luglio 2009, 14:36 #9
Originariamente inviato da: 2012comin
Intel è sicuramente più conosciuta dalla massa... per esempio nel film 21 (bellissimo imho :P) c'è una battuta dove si menziona il "pentium" per fare un complimento al protagonista... quella battuta non la avrebbe capita quasi nessuno se al posto di "pentium" usavano "athlon" :P
Però gli appassionati che leggono in queste pagine non dovrebbero pensare come la gente che di informatica non ne capisce nulla.


Devo trovarlo sta battuta.

Però non è vero che magari chi non capisce nulla prende per forza Intel. Ti darei ragione se Intel facesse CPu veramente del cavolo. Però adesso come adesso sono le migliori e se va così lo rimarranno ancora per tanto. Certo chi ne capisce di più può anche pensare ad una eventuale controparte AMD. Perchè no. Io ho sempre avuto Intel. Adesso come adesso rimarrei sempre su Intel però direi che un Phenom non ci sta male anzi.
2012comin15 Luglio 2009, 14:49 #10
Originariamente inviato da: Crimson Skies
Devo trovarlo sta battuta.

Però non è vero che magari chi non capisce nulla prende per forza Intel. Ti darei ragione se Intel facesse CPu veramente del cavolo. Però adesso come adesso sono le migliori e se va così lo rimarranno ancora per tanto. Certo chi ne capisce di più può anche pensare ad una eventuale controparte AMD. Perchè no. Io ho sempre avuto Intel. Adesso come adesso rimarrei sempre su Intel però direi che un Phenom non ci sta male anzi.


Non sono sicurissimo ma dovrebbe essere quando usano le spogliarelliste per cambiare le fish dopo che li "sgamano" la prima volta. E li il professore dice al "tizio" (non ricordo il nome del protagonista) qulcosa tipo "Sei un genio, il tuo cervello ragiona come un chip Pentium". In un altra battuta tiravano in ballo Google. Insomma due cose legate all'informatica ma che sono risapute da quasi tutti. Un po come Michael Jordan... chi non lo conosce? :P

Per la qualità non mi riferivo a nulla di specifico o attuale. Ma ogni tanto senti cose strane in giro tipo "cpu amd dopo un anno fondono" "i programmi funzionano solo con cpu intel" e cose del genere. Sono queste cose che un appassionato ovviamente sa che non sono vere. Senza entrare nel merito di chi oggi ha le cpu più veloci ecc ecc. Lo sappiamo già e non è argomento della news :P

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^