Quad Core Intel in arrivo a inizio 2007

Quad Core Intel in arrivo a inizio 2007

Le prime cpu Intel con architettura a 4 core apparterranno alla famiglia Xeon: Clovertown per sistemi Xeon DP e Tigerton per quelli Xeon MP

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:48 nel canale Server e Workstation
Intel
 

Nei giorni scorsi abbiamo segnalato, con questa notizia, come fosse intenzione di Intel di mostrare un prototipo di processore con architettura Quad Core. La dimostrazione è avvenuta lo scorso Venerdì nel corso di un meeting per analisti.

All'inizio del 2007 Intel presenterà la cpu nota al momento attuale con il nome in codice di Clovertown, dotata di architettura a 4 Core e indirizzata ai sistemi con due Socket per processori.

L'utilizzo di questo processore in tali sistemi permetterà di avere configurazioni con 8 cpu complessivamente utilizzabili, con dimensioni dei sistemi che sino allo scorso anno permettevano di utilizzare solo 2 processori.

Nello stesso periodo Intel dovrebbe presentare una seconda cpu con architettura quad core: il nome in codice di questo processore sarà Tigerton, indirizzato ai sistemi con 4 o più processori. Di conseguenza, questi sistemi partiranno da un minimo di 16 processori a salire.

Mancano dettagli sul tipo di costruzione adottata per questi processori. E' presumibile che Intel abbia seguito un approccio con due distinti pezzi di silicio, inseriti all'interno di un package unico. Questo approccio, all'atto prativo, implicherebbe che i due nuovi processori verranno costruiti affiancando due distinti Core Woodcrest all'interno dello stesso package. Woodcrest è il nome in codice della prossima generazione di architettue Xeon Dual Core, attese al debutto nella seconda metà del 2006 assieme alle cpu Merom per sistemi notebook e Conroe per quelli desktop.

E' interessante segnalare come le architetture quad core, a differenza di quelle dual core, non verranno rese disponibili per il segmento desktop e notebook, ma solo in quello server e workstation almeno per il periodo iniziale. La motivazione di questo è legata alla necessità di avere a disposizione applicazioni che possano sfruttare appieno tale potenza elaborativa a disposizione del sistema. Gli ambiti di utilizzo di un sistema desktop non sono, al momento attuale, l'ideale per sfruttare ben 4 core in un processore, considerato che vi sono difficoltà a beneficiare in alcuni ambiti applicativi della presenza di un processore dual core.

Fonte: news.com.

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cimmo13 Febbraio 2006, 10:27 #1
Se beneficiano di 2 core automaticamente beneficiano di 4 core a meno che l'applicazione non e' scritta per creare al max 2 thread diversi.
Quindi non vedo tanta differenza tra 2 e 4 core in termini di sfruttabilita'...
Automator13 Febbraio 2006, 10:36 #2
quoto cimmo...
schwalbe13 Febbraio 2006, 10:54 #3
... ma dipende dal SO. Win XP, per esempio, gestisce 2 processori max. Altri SO hanno la licenza (e quindi prezzo) in base al numero di processori. Quindi che ti fai di 4,8, ... processori se ne utilizzi solo 2?
Klontz13 Febbraio 2006, 10:57 #4

info

Salve..
premetto che non so "nada" di programmazione...
ma mi chiedo... per un programmatore, sviluppare un software per Dual o Quad CPU è tanto più oneroso ?? Ed anche il discorso 32 e 64 bit... ?
vincino13 Febbraio 2006, 11:04 #5
Io penso che sarebbe controproducente sviluppare un software che sfrutta solo due core. Visto che la tendenza è il multicore oggi 2, domani 4, 8, 16 e via dicendo, sarebbe più auspicabile un tipo di programmazione multi thread a prescindere dal numero di cpu a disposizione.
aLLaNoN8113 Febbraio 2006, 11:07 #6
Originariamente inviato da: schwalbe
... ma dipende dal SO. Win XP, per esempio, gestisce 2 processori max. Altri SO hanno la licenza (e quindi prezzo) in base al numero di processori. Quindi che ti fai di 4,8, ... processori se ne utilizzi solo 2?

Win XP ne gestisce fino a 4, infatti riconosce tranquillamente i dual core con HT
magilvia13 Febbraio 2006, 11:29 #7
Se beneficiano di 2 core automaticamente beneficiano di 4 core a meno che l'applicazione non e' scritta per creare al max 2 thread diversi.
Quindi non vedo tanta differenza tra 2 e 4 core in termini di sfruttabilita'...

Mhh si vede che non hai ben chiaro i concetti di parallelismo.
Al contrario più sono i core è più è difficile che si riesca a sfruttarli.
Ti faccio solo un esempio: video transcoding. Se passi da un core a due puoi quasi raddoppiare le prestazioni perchè uno si occupa del decoding e l'altro del decoding. Se passi da 2 a 4 non ti serve a niente a meno che non trovino il modo di fare algoritmi di encoding/decoding paralleli. Beh certo puoi sempre giocare a quake, contemporanemante...
May8113 Febbraio 2006, 11:43 #8
Diciamo che con un dual core hai il sistema più reattivo in multitasking, con 4 core non migliora molto la situazione se gli applicativi non sono ottimizzati.

IMHO è meglio avere i 4 core dektop e mobile quando le dimensioni(costi) e i consumi siano equiparabili ai migliori single core di adesso
ilGraspa13 Febbraio 2006, 11:48 #9
Originariamente inviato da: aLLaNoN81
Win XP ne gestisce fino a 4, infatti riconosce tranquillamente i dual core con HT

Non vorrei sbagliarmi ma credo che winXP gestisca al massimo 2 cpu FISICHE (almeno sulla mia licenza c'è scritto 2 cpu)...
YaYappyDoa13 Febbraio 2006, 12:03 #10
I 4 core in ambito di transcoding possono essere vantaggiosamente sfruttati senza magagne quando a ciascun core si demandi l'elaborazione di un GOP, dal keyframe all'ultimo frame. Un sistema di data-feeding ben realizzato è in grado di fornire ( scheduler permettendo ) al primo dei 4 core che si libera i dati del prossimo gop da elaborare mentre serve gli altri e così via, serve poca memoria in più per i buffer. Un Virtualdub + codec così architettati sarebbero una manna dal cielo, ad esempio! Pian piano si arriverà anche a quello, magari con "vere" cpu quad core, non con 2 die dual tenuti insieme dalla buona volontà.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^