Riorganizzazione aziendale, AMD si fa in quattro

Riorganizzazione aziendale, AMD si fa in quattro

Saranno quattro le organizzazioni verticali scelte da AMD per la propria struttura interna, ciascuna guidata da una persona chiave operante sotto la guida del CEO Dirk Meyer

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:56 nel canale Server e Workstation
AMD
 

AMD ha annunciato una riorganizzazione interna delle proprie attività, con l'obiettivo di dividerle in 4 organizzazioni verticali, ciascuna guidata da una persona chiave che opera sotto la guida del CEO Dirk Meyer.

Le divisioni costituite sono 4: prodotti, tecnologia, marketing e clienti. Osservando nel dettaglio la nuova struttura appare evidente come AMD veda il futuro del proprio sviluppo tecnologico sempre più caratterizzato dall'integrazione tra componente CPU e GPU: gli ambiti legati sia allo sviluppo tecnologico che alla definizione dei prodotti CPU e GPU sono infatti stati unificati internamente.

La divisione prodotti è guidata da Rick Bergman, responsabile dello sviluppo di prodotti e piattaforme all'interno di AMD: Bergman rivestirà quindi un ruolo chiave per AMD, responsabile di fatto dell'attuazione pratica delle roadmap tecnologiche e di prodotto che AMD sta sviluppando. Bergman opera in AMD dal 2006, proveniendo da ATI.

La divisione advanced technology, guidata da Chekib Akrout, traccia le linee guida dello sviluppo tecnologico, ponendosi di fatto un gradino prima sul piano temporale rispetto a quella prodotti. Di fatto le tecnologie sviluppate in questa divisione saranno la base per la concretizzazione dei prodotti e delle piattaforme destinate alla commercializzazione. Chekib Akrout è un nuovo arrivato in AMD, avendo lavorato sino al 2008 in Freescale e precedentemente per 23 anni come ingegnere in IBM; una sua intervista è pubblicata online a questo indirizzo.

La divisione marketing è guidata da Nigel Dessau, già a capo del gruppo marketing interno ad AMD da alcuni mesi, mentre la divisione clienti, di fatto quella alla quale competono le sales, è diretta dall'italiano Emilio Ghilardi.

In poco meno di un anno Emilio Ghilardi ha scalato le vette di AMD; proveniente da HP, dove ha operato come vide presidente e general manager della Business Unit Consumer Go to Market per il mercato EMEA, Ghilardi è entrato in AMD come senior vice president e general manager di AMD EMEA. A inizio 2009 è stato promosso a senior vice president e chief sales officer di AMD a livello globale.

La nuova organizzazione interna di AMD è di fatto stata sviluppata per incrementare l'efficienza complessiva dell'azienda. Un elemento nel quale AMD ha storicamente sempre incontrato difficoltà è stata la capacità di mantenere fede alle tempistiche definite nelle proprie roadmap, evitando di presentare soluzioni sul mercato che giungessero in ritardo rispetto a quanto proposto dai concorrenti. Osservando in dettaglio la nuova struttura si capisce chiaramente come AMD stesse da tempo operando in questa direzione: Bergman è stato sempre più coinvolto in prima persona nella definizione di prodotti e strategie non solo in ambito GPU, Dessau è a capo della divisione marketing dalla primavera 2008 mentre Ghilardi da Gennaio 2009 opera come direttore delle vendite a livello globale.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
riuzasan07 Maggio 2009, 11:46 #1
Giusto per dire che Chekib Akrout è tra i progettisti dell'architettura POWER/PPC e Cell ...
Ad AMD dovevano prenderlo prima :/
imperatore_bismark07 Maggio 2009, 13:06 #2
..Divisi per un solo scopo...Fare una CPU eccellente! Qui entra in gioco l'efficacia e l'efficienza! speriamo che siano bravi in tutti e due i campi.. cioè che questa divisione porti i risultati sperati, e che il risultato ottenuta sia il migliore possibile al "costo" più basso!
supertigrotto07 Maggio 2009, 18:37 #3

bene bene

AMD sarà pure una formica al confronto di INTEL e IBM ma credo si stia muovendo nella direzione giusta........(e c'è da aggiungere che i rapporti fra IBM e AMD stanno via via migliorando e fortificando).
Se gioca bene le sue carte con FUSION,la efficentissima INTEL avrà qualch gatta da pelare!
Vedremo cosa riuscirà a tirare fuori dal cilindro.....
Più concorrenza,più guadagno in prestazioni tra i prodotti dei vari competitor.....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^