Segnali positivi dal mercato dei server: +17% nei primi 3 mesi del 2015

Segnali positivi dal mercato dei server: +17% nei primi 3 mesi del 2015

Non sono solo le vendite di server x86 a spingere il settore: un po' tutto il mercato beneficia della domanda di soluzioni di calcolo, alla luce dei dati più recenti forniti da IDC

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:03 nel canale Server e Workstation
HPIBMLenovoCiscoDell
 

Il mercato dei server ha registrato una importante crescita nel corso dei primi 3 mesi del 2015, stando ai dati resi disponibili da IDC. Il dato, +17,2% in termini di fatturato, non sorprende: si tratta del quarto trimestre di crescita consecutiva registrato per questa tipologia di prodotti. E' aumentato il fatturato ma è cresciuto anche il numero di server venduti, che ha raggiunto nel trimestre i 2,3 milioni di pezzi con un aumento dell'8,4% rispetto allo stesso periodo del 2014.

La spinta alla crescita proviene principalmente dal settore dei server x86, sempre più spesso adottati in cluster per installazioni particolarmente complesse. Le proposte midrange hanno beneficiato degli investimenti del settore enterprise in sistemi scalabili per virtualizzazione e operazioni di consolidamento; le proposte high-end, infine, hanno beneficiato di un forte impatto positivo in termini di fatturato grazie alle proposte IBM z13 refresh.

Tra i player del settore HP continua a mantenere la prima posizione con una quota di poco meno del 25%, seguita da Dell con il 18%. Per entrambe si è registrata una lieve contrazione della quota di mercato complessiva, pur a fronte di un aumento del fatturato.

IBM segue al terzo posto con il 13,2%; in questo caso la contrazione è legata alla cessione a Lenovo del proprio business legato ai server x86. A chiudere troviamo Lenovo e Cisco, con quote pari rispettivamente al 7,5% e al 6,9%. La prima ha registrato una forte crescita rispetto ai primi 3 mesi del 2014 grazie proprio al trasferimento dell'attività dei server x86 di IBM. Per la seconda forte crescita, pari al 44,4% su base annuale, ben superiore a quella che è stata la dinamica media complessiva del settore.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^