Server multipli con chip VIA C3

Server multipli con chip VIA C3

Sino a 20 differenti server all'interno di un'unico case rack a 3 unità

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:48 nel canale Server e Workstation
 
Con il seguente comunicato stampa VIA ha annunciato il raggiungimento di un nuovo record: utilizzando sistemi Rack NEXCON basati su cpu VIA C3, infatti, è possibile inserire sino a 280 server in un armadio rack a 42 unità, ottenendo un output di rete aggregato di 588 Gbit al secondo.



Particolare del case Rack 3 unità NEXCON HiServer™ 318, dotato di ben 18 miniserver integrati su scheda; dal pannello frontale è possibile estrarre ognuno dei server. SI noti, in particolare, l'hard disk da 2,5 pollici utilizzato per memorizzare, per ciascun server, i dati di funzionamento



Particolare di una delle schede di sistema, basata su chipset Intel i815 e dotata di Socket 370 per cpu Intel Celeron, Intel pentium III e VIA C3.
Taipei, Taiwan, 4th February 2002, - VIA Technologies, Inc. a leading innovator and developer of core logic chipsets, microprocessors, and multimedia, networking and communications chips, today announced that NEXCOM, the industry's leading innovator of powerful yet compact PC appliances and servers, has introduced a new range of ultra dense HiServer™ 309, 318 and 320 Ultra High Density Blade Servers based on the VIA C3™ processor.

The NEXCOM HiServer represents a breakthrough in design concept by condensing between 1 and 20 independent sub-systems into a 3U chassis with hot-swappable CPU cards and remote intelligent KVM (Keyboard, Video, Mouse) control. This ultra dense design maximizes scalability by allowing up to 280 servers in 42U rack, producing more than 316GHz aggregate computing performance and more than 588Gbit/s aggregate network throughput while reducing the power consumption to less than 50W per Server.

"We are leading the market towards more compact and manageable servers while maintaining the required level of performance and ease of use that the market demands," remarked Steven Wu, Director of Product Marketing, NEXCOM. "The cool running VIA C3™ processor has helped to achieve this level of density while keeping costs at an affordable level."

Using state of-the-art technology, this compact design reduces environmental stress through its small footprint, reduced cabling/wiring management effort, remote manageability and low power consumption while simplifying thermal management with the cool running VIA C3 processor. The performance advantages of this design are further enhanced through the option of the VIA Apollo PRO266 DDR chipset with selected models of server blades.

"NEXCOM have proven themselves to be leaders in developing innovative, highly integrated and compact systems, and their products capitalize on the thermal advantages of the VIA C3 processor through their space saving and environmentally friendly designs," commented Richard Brown, Director of International Marketing at VIA Technologies, Inc. "The growing interest in the VIA C3 processor as the market shifts towards innovative, quiet and compact systems is proof that VIA has the right vision and the right product for the market of the future."

About NEXCOM HiServer
Available in three different models, the NEXCOM HiServer offers high performance, low power consumption, lower total cost of ownership, ease of use, high levels of scalability and upgrade ability and remote hot swappable management on a reliable compact platform. Each 3u chassis holds up to 20 server blades allowing up to 280 servers in a 42 u rack producing up to 316GHz aggregate computing performance and up to 588Gbit/s aggregate network throughput with a power consumption of less than 50Wper server. Each field replaceable and hot swappable server blade is managed remotely, further enhancing the environmentally friendly and lower total cost of ownership of this state of-the-art server.
Ulteriori informazioni sono disponibili on line a questo indirizzo.
11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MisterG04 Febbraio 2002, 12:42 #1
Sembra che VIA stia alzando il tiro, vedremo se incontrerà il favore del mercato.
dardo04 Febbraio 2002, 13:20 #2
si peccato che a cotanto output (588 Gbit) non corrisponda altrettanta potenza in base al Nr di proc
ev804 Febbraio 2002, 13:20 #3
Belloooo!
Sparpa04 Febbraio 2002, 16:30 #4
bello però
aesir04 Febbraio 2002, 18:01 #5
Davvero Intelligente.
Complimenti a Via, sono pronto a scommettere che a parità di costo un sistema basato su n... server C3 è piu performante di un sistema ALPHA o Itanium o Power4, almeno in quelle applicazioni dove è piu inportante il troughtoutput che la potenza di calcolo vdi server web..(una cosina da nulla solo il 60% del mercato server).
Grande Via sono queste le vere innovazioni. (mia onesta opinione)

Avranno finito adesso di prenderci per il culo quando ci propinano bestie di Cpu con 200mil di transistor, memoria ddr..ecc. ecc. come se ce ne fosse assolutamente bisogno.
ciao
VisuArs04 Febbraio 2002, 22:08 #6
Ma il C3 è compatibile come AMD o è un bidone? Chi lo ha montato e provato?
VISUARS
Lo ZiO NightFall04 Febbraio 2002, 23:10 #7
io lo ho montato.. e nulla... non ce la può fare... è veramente una chiavica... il 600mhz ha prestazioni tipo celeron 433...
Frankino04 Febbraio 2002, 23:19 #8
tipo celeron 433.. ma mica devono giocarci a q3 sul rack
Moreno Carullo04 Febbraio 2002, 23:37 #9
Vorrei comunque far notare che esiste già da tempo un prodotto simile basato sui processori Transmeta Crusoe:

http://www.transmeta.com/everywhere...m324_specs.html

Apprezzabile come già detto da qualcuno l'elevata densità di potenza, che consente di avere in POCHISSIME unità rack una capacità elaborativa non indifferente.

Si pensi, ad esempio, all'ambito del web clustering, dove la scalabilità è molto vicina al +100% per ogni unità elaborativa aggiunta.
homero05 Febbraio 2002, 06:58 #10
i mini rack sono quanto di piu' rognoso si possa concepire in quanto a manutenzione...da evitare senza riserve...meglio...molto meglio un sistema piu' comune quad processor...se poi uno ha bisogno di un power engine per applicazioni client-server le workstation SUN e SGI sono fatte per questo, se poi dobbiamo risparmiare pure sui server...allora...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^