Server twin e soluzioni Tesla per Supermicro

Server twin e soluzioni Tesla per Supermicro

Supermicro presenta chassis con 4 server integrati e notevole espandibilità dal fronte storage, senza dimenticare il mercato del GPU Computing

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:45 nel canale Server e Workstation
Tesla
 

Migliorare la densità dei server attraverso sistemi twin, con i quali in uno chassis rack a 1 unità sono inseriti 2 server indipendenti? Supermicro sembra avere una soluzione pronta per questo con lo chassis 2025TT-HIBQRF: si tratta di un rack a 2 unità che integra al proprio interno 4 distinti sistemi ciascuno di tipo dual socket compatibili con processori Intel della serie Xeon 5500 con un massimo di 12 slot memoria DDR3 per ciascuno dei 4 server.

supermicro_2_cebit.jpg (56059 bytes)

Un sistema di questo tipo integra un sigolo alimentatore che viene utilizzato per pilotare tutti i server; in questo caso è un modello ridondante da 1.400 Watt, certificato Gold quindi capace di un'efficienza minima del 93%. Il pannello frontale è dominato da 24 cassettini per hard disk da 2 pollici e mezzo, suddivisi in 4 blocchi da 6 cassettini ciascuno che sono collegati ai 4 server indipendenti: così facendo si ottiene per ciascuna macchina una notevole flessibilità anche in termini di storage, potendo creare configurazioni anche complesse pur nelle ridotte dimensioni complessive di questo sistema.

supermicro_1_cebit.jpg (63827 bytes)

Dalla parte posteriore dello chassis si possono meglio evidenziare i 4 server indipendenti; in considerazione dell'affollamento di componenti sul pannello frontale Supermicro non ha potuto inserire connettori di controllo per tastiera e display nella parte frontale.

supermicro_3_cebit.jpg (55160 bytes)

Supermicro ha esposto al CeBit 2010 anche soluzioni di tipo ibrido, nelle quali architetture di processore siano abbinate a GPU NVIDIA della famiglia Tesla. Il server 6016GT-TF-FM205 integra al proprio interno una scheda madre per processori Intel Xeon serie 5500, permettendo di installare sino ad un massimo di 2 schede video NVIDIA Tesla della serie Fermi, modello M2050 oppure M2070. Supermicro non ha esposto questo sistema con schede Tesla basate su architetture Fermi, ma utilizzando le schede Tesla attualmente presenti nel listino NVIDIA; il debutto delle nuove soluzioni Fermi in ambito GPU Computing avverrà nel corso del secondo trimestre dell'anno. Supermicro ha in atto il processo di validazione e testing interno di queste soluzioni con i propri chassis in commercio, motivo per cui sarà da subito possibile utilizzare le nuove schede Tesla Fermi con questi chassis rack anche a 1 unità.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Notturnia03 Marzo 2010, 15:52 #1
mostruoso quello che si puo' fare con i nuovi hdd da 2.5"
g.dragon03 Marzo 2010, 16:03 #2
ammappa quanto è piccolo...
Mparlav03 Marzo 2010, 16:14 #3
Un 1400W GOLD efficienza minima del 93%: non ho parole
ally03 Marzo 2010, 16:18 #4
...Tesla non ancora in versione Fermi...molto discutibile poi l'affidare 4 schede madri ad un singolo alimentatore senza un secondo elemento ridondante...

...ciao Andrea...

...edit visto solo ora lo slot per il secondo elemento...
Stappern03 Marzo 2010, 16:19 #5
sai che caldo la dentro
g.dragon03 Marzo 2010, 16:26 #6
con quello che devono spendere le aziende x alimentare questo server almeno falli risparmiare in riscaldamento
Kappa7603 Marzo 2010, 16:33 #7
Interessante questa soluzione di supermicro.
E' una specie di blade server a 4 posti.. ma con i singoli server indipendenti fra loro (tranne l'alimentazione condivisa).
hermanss03 Marzo 2010, 17:24 #8
Bella bestiola non c'è che dire!
p.s.: Anticipo tutti tanto lo si dirà cmq: ma ci gira Crysis?
MadMax of Nine03 Marzo 2010, 17:49 #9
nessuno ha pensato che con questo sistema si aumenta la possibilità di failure di 4 volte ?
Mettiamo che una delle 4 schede madri si rompe... 1 potrebbe mandare in corto l'alimentatore e fermare tutto, 2 per cambiare la scheda madre rotta devi spegnere anche le altre 3...

Non la vedo una bella cosa se non per Hpcc dove ci sono almeno due di questi sistemi o per server web sempre in numero superiore a due.

Sono sempre dell'idea che un approccio cluster di n macchine con storage in san sia la soluzione migliore...
WolfTeo03 Marzo 2010, 17:58 #10

virtualizzazione a pallaXD

concordo con MAD MAX OF NINE ....meglio avere in cluster macchine separate cosi se si rompe una il sistema è sempre attivo e ripari la rotta......

pero' è intrigante come ti di soluzione per chi nn ha spazio da dedicare al server....pero'....bisogna fare tanta manutenzione su polvere terra o altro.......

1 server = emule
2 server = torrent
3server = sbs2k8r2 + exchange
4server = storage

hihihi......

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^