Sistemi micro-server previsti in forte crescita nei prossimi 5 anni

Sistemi micro-server previsti in forte crescita nei prossimi 5 anni

E' un mercato in costante evoluzione quello dei sistemi micro-server, soluzioni per centri di calcolo che abbinano un elevato numero di processori a basso consumo in nodi per utilizzi in ambito web e storage

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 14:31 nel canale Server e Workstation
 

Uno delle più recenti innovazioni nel settore delle soluzioni server riguarda le proposte cosiddette micro-server. Si tratta di sistemi da installare in sala dati che utilizzano processori dalla potenza di calcolo non elevata in senso assoluto, capaci però di bilanciare costi contenuti a consumi ridotti.

Sistemi di questo tipo vengono utilizzati per ambiti di calcolo nei quali un singolo nodo deve gestire elaborazioni non particolarmente complesse, come ad esempio un server web a basso carico. Si rivelano quindi essere molto utili per quelle installazioni nelle quali gli ambiti di elaborazione siano numerosi e variegati ma la risorsa di calcolo richiesta singolarmente per ciascuna delle elaborazioni sia contenuta.

Il vantaggio di questo tipo di soluzioni è quello di essere costituite da sistemi molto semplici dal punto di vista architetturale, interconnessi tra di loro in nodi e costruiti sulla stessa piattaforma di base. Grazie alla elevata densità di elaborazione permettono di ottenere livelli di consumo molto contenuti nel complesso, riducendo uno dei costi operativi principali associati al mantenimento di un centro di calcolo.

Stando ad una recente analisi sviluppata da MarketsAndMarkets, questo mercato è atteso in forte crescita nei prossimi anni. Le stime indicano un fatturato complessivo che raggiungerà i 26,55 miliardi di dollari per il 2018, con un tasso annuo medio di sviluppo pari al 62,3% nei prossimi 5 anni.

Se al momento attuale le proposte micro-server incidono sul 2,3% circa del totale di mercato, ai tassi di crescita sopra indicati si stima che nel corso dei prossimi anni queste soluzioni potranno rappresentare una quota considerevole del mercato dei server, variabile dal 25% al 30%.

Tanto Intel quanto AMD guardano non notevole attenzione a questo segmento di mercato. La prima proporrà soluzioni della famiglia Atom per questo tipo di sistemi già nel corso del 2013, mentre la seconda abbinerà le proprie APU con le tecnologie che ha rilevato a seguito dell'acquisizione di SeaMicro, azienda americana specializzata proprio in sistemi micro-server. Da non tralasciare anche il ruolo di ARM: l'azienda inglese ha infatti al debutto architetture di SoC a basso consumo specificamente sviluppate per l'utilizzo in server di ridotte dimensioni.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^