Super server Itanium per la NASA

Super server Itanium per la NASA

L'ente aerospaziale americano ha commissionato a Intel un sistema Server basato su oltre 10.000 cpu Itanium, basato su sistema operativo Linux

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:39 nel canale Server e Workstation
Intel
 

E' possibile che quello commissionato dalla NASA sia il più grande sistema cluster basato su processori Intel Itanium, essendo dotato di ben 10.240 processori Itanium 2.

Il sistema di memorizzazione è capace di 500 Terabytes di capacità: a titolo di confronto, si tratta del quantitativo di dati memorizzabile su 800.000 CD-Rom. Per quanto riguarda il sistema operativo, è stato adottato quello Linux come spesso accade per sistemi così complessi e potenti.

Questo nuovo supercomputer verrà utilizzato dalla NASA per elaborare dati importanti per missioni di volo, ricerche sul clima e sviluppo di ingegneria aerospaziale.

Una così elevata potenza di elaborazione permetterà ai tecnici NASA di poter prevedere differenti scenario che si possono verificare nel corso di una missione nello spazio. L'importanza di queste simulazioni è divenuta ancor più di attualità a seguito dell'ultimo incidente occorso allo Shuttle.

Fonte: BBC.com.

72 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PM12 Agosto 2004, 09:46 #1
Dowrebbe essere + che sufficiene per far girare Doom3 !!!
Lexon12 Agosto 2004, 09:55 #2
mmmm nn so.... hai letto le ultime richieste hardware?


cmq mi piacerebbe vedere anche solo in video una di queste simulazioni..... giusto per capire perche' hanno bisogno di una macchina cosi' potente.... credo che il problema di base si a immaginare tutti gli scenari possibili.... nn e' un'operazione immessa dall'uomo e poi affinata dalla macchina? quindi se l'uomo nn prevede uno scenario (chesso' si intasa il cesso dello shuttle) tutta quella potenza nn serve...
e cosi' o mi sbaglio?

zxciozi
fortune12 Agosto 2004, 10:06 #3
In teoria è come dici tu, in pratica ci sono alcuni calcoli matematici quali integrali e frattali che necessitano di una grande potenza di calcolo per avere una risposta entro termini temporali accettabili. Altrimenti l'elaborazione di una missione aereospaziale viene definita in una decina di anni piuttosto che nei due di oggi
Tasslehoff12 Agosto 2004, 10:08 #4
Originariamente inviato da Lexon
cmq mi piacerebbe vedere anche solo in video una di queste simulazioni..... giusto per capire perche' hanno bisogno di una macchina cosi' potente....

Beh non credo che si tratti di simulazioni con tanto di video, l'output sarà composto più che altro da una serie di valori numerici.
Visto che si tratterà di simulazioni estremamente complesse con una quantità inimmaginabile di variabili non credo che vadano a sprecare tempo, denaro e cicli di clock per generare filmati su qualcosa che sostazialmente non interessa a nessuno (o meglio, possono interessare i risultati e le eventuali applicazioni, non quello che ci sta in mezzo)
Maestro Joda12 Agosto 2004, 10:12 #5

Calcolo distribuito

Ma nessuno di voi ha mai sentito parlare di calcolo distribuito?

Mah... qualcuno diceva "tutti parlano, nessuno sa"
Balrog12 Agosto 2004, 10:19 #6

versione linux

Ma il linux che verrà installato su questa macchina è una semplice distribuzione tipo suse o gentoo, oppure una versione dedicata per il lavoro in cluster?
fritzen12 Agosto 2004, 10:21 #7
questo diventa il pc piu potente al mondo?
Murdorr12 Agosto 2004, 10:21 #8
Io non lo so però con 10.240 processori Itanium 2 mi sarebbe propio piaciuto vedere la dimensione della scheda madre .
Balrog12 Agosto 2004, 10:23 #9

x maestro joda

io ne ho sentito parlare...dovrebbe essere un sistema cluster dove il carico di lavoro è distribuito tra i vari nodi.
detto in parole povere
Balrog12 Agosto 2004, 10:25 #10

x murdorr

penso esistano svariate schede madri dato che il sistema sarà costituito da molti computer collegati tra loro in cluster tramite fibra ottica o gigabit...qualcuno mi corregga se sbaglio

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^