Supercomputer Cray in ritardo: mancano le CPU Opteron 6200

Supercomputer Cray in ritardo: mancano le CPU Opteron 6200

Cray anticipa un risultato fiscale inferiore a quanto inizialmente previsto; alla base l'impossibilità di consegnare alcuni sistemi supercomputer basati su processori AMD della famiglia Opteron 6200

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:27 nel canale Server e Workstation
AMD
 

I ritardi accumulati da AMD nel debutto delle proprie soluzioni Opteron della famiglia 6200, dotati di architettura sino ad un massimo di 16 core per processore, stanno facendo una vittima illustre. Cray, azienda specializzata nella produzione di sistemi supercomputer, ha infatti annunciato che non raggiungerà i propri risultati di bilancio attesi nel corso del quarto trimestre 2011 proprio per via del ritardo con il quale ha avuto accesso ai processori Opteron di nuova generazione.

Ricordiamo che le soluzioni Opteron 6200 sono costruite con tecnologia produttiva a 32 nanometri, sfruttando l'architettura nota con il nome in codice di Bulldozer. Le versioni disponibili giungono come detto ad un massimo di 16 core per socket, permettendo di configurare sistemi quad socket con un massimo di 48 core in parallelo. A questo dobbiamo aggiungere controller memoria DDR3 quad channel, oltre a compatibilità con le piattaforme già in commercio basate su processori Opteron della famiglia 6100.

Non è solo AMD ad aver creato grattacapi a Cray in questo periodo: il ritardo accumulato dalle soluzioni Kepler di NVIDIA, infatti, ha avuto ripercussioni sull'azienda americana. Alcune GPU basate su questa nuova architettura verranno infatti utilizzate in installazioni ibride di Cray, affiancando tradizionali architetture di CPU x86.

Cray ha annunciato lo scorso mese di Maggio il sistema XK6 ibrido, dotato di CPU e GPU affiancate: accanto a processori AMD Opteron 6200 troviamo schede NVIDIA Tesla X2090. Questo sistema è stato richiesto da molti clienti ma l'impossibilità di avere adeguati volumi di processori Opteron 6200 ha impedito di completare le vendite per tempo entro il quarto trimestre dell'anno.

Quale l'impatto finanziario di tutto questo? Cray chiuderà l'anno fiscale presumibilmente con una perdita di esercizio, totalizzando un fatturato compreso tra 230 e 240 milioni di dollari USA. Le vendite non contabilizzate nel 2011 incideranno fortemente nei primi mesi del 2012: le stime per quest'anno sono di un fatturato compreso tra 400 e 420 milioni di dollari e un risultato di fine esercizio nettamente positivo.

Una delle tecnologie che Cray sta sviluppando per i propri sistemi supercomputer riguarda un sistema di interconnessione di nuova generazione indicato con il nome di Aries. Al posto di link HyperTransport per collegare processori x86 tra di loro verrà utilizzata la tecnologia PCI Express 3.0; questo permetterà di gestire sia soluzioni AMD sia quelle Intel all'interno di sistemi supercomputer permettendo a Cray e partner di avere una maggiore flessibilità nella configurazione dei propri sistemi.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^