Supporto ai 64bit, Opteron e nuove cpu Xeon

Supporto ai 64bit, Opteron e nuove cpu Xeon

L'interesse suscitato dall'annuncio di Intel, fatto la scorsa settimana all'IDF, è destinato a cambiare i posizionamenti nel mercato delle soluzioni server a due e più processori?

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 18:30 nel canale Server e Workstation
Intel
 
In occasione dell'IDF di San Francisco, la scorsa settimana, Intel ha ufficialmente presentato la tecnologia Clackamas Technology, nota anche con la sigla CT. In termini molto semplici, CT altro non è che l'implementazione di supporto di codice a 64bit all'interno delle architetture a 32bit di Intel.

Da un punto di vista tecnologico l'implementazione di Intel non è stata ancora rivelata in dettaglio, ma stando alle informazioni disponibili dovrebbe essere molto simile, quanto ad approccio, a quella utilizzata da AMD per i propri processori AMD64, modelli Opteron e Athlon 64. Questo permetterà di mantenere piena compatibilità con le applicazioni a 32bit, garantendone prestazioni elevate durante l'esecuzione, con il plus del pieno supporto hardware a sistemi operativi e software a 64bit.
Il fatto che le nuove cpu Intel con tecnologia CT possano operare senza alcun problema con le versioni di sistema operativo Microsoft specificamente pensate per architettura AMD64 non fa che confermare l'impressione che tra le due architetture vi siano differenze molto limitate.

L'utilizzo di CT, previsto in origine con le sole cpu Xeon DP ma in seguito anche per i processori Xeon MP e Pentium 4 (non prima del 2005, tuttavia), rappresenta una novità molto interessante nel mercato dei server di fascia medio bassa, mercato nel quale le soluzioni Opteron sono presenti da quasi un anno e stanno raccogliendo notevole interesse. Intel, tuttavia, resta la principale artefice di questo mercato grazie agli enormi volumi di vendita dei processori Xeon, soprattutto in configurazione biprocessore.

Il prossimo supporto al codice a 64bit da parte delle cpu Intel Xeon basate su Core Nocona, tuttavia, non deve essere visto come una sconfitta per l'architettura AMD Opteron nel mercato dei server. Oltre al supporto ai sistemi operativi a 64bit, infatti, questi processori vantano soluzioni tecniche che si rivelano estremamente efficaci in un contesto molto esigente come quelli dei server, Basti ad esempio pensare al bus di sistema Hypertransport, oppure al memory controller integrato nel Core.

Molto interessanti a questo riguardo le analisi prestazionali dei nuovi sistemi server HP basati su processori AMD Opteron e Intel Xeon. Utilizzando il benchmark Ziff Davis WebBench 5.0, HP ha posto a confronto il nuovo server ProLiant DL145 basato su processori AMD Opteron 248 con il modello ProLiant DL140, dotato di cpu Intel Xeon 3,2 Ghz.

Il sistema Opteron è stato più veloce del 44% rispetto a quello Xeon utilizzando un solo processore (1 cpu per ciascun sistema). Passando a due processori, il sistema ProLiant DL145 è risultato essere più veloce del 57%, mostrando una migliore scalabilità della piattaforma Opteron all'aumentare del numero di processori utilizzati.

I test di HP sono stati condotti in ambiente a 32bit ed evidenziano uno degli elementi di vantaggio dell'architettura Opteron su quella Xeon: il bus di sistema più efficiente. L'implementazione Hypertransport di AMD, infatti, permette di avere una superiore bandwidth dedicata per ciascuno dei processori, facendo segnare nel complesso migliori risultati in termini di scalabilità delle prestazioni all'aumentare del numero di processori utilizzati dal sistema.
Tutti i dettagli su questi test sono disponibili sul sito HP, consultando questo file pdf.

La diffusione di soluzioni server di costo non elevato con supporto nativo ai 64bit assume una veste molto interessante pensando alla crescente diffusione di soluzioni server per sistema operativo Linux. Come riportato in questa notizia, nel corso del 2003 il mercato dei server Linux è cresciuto del 90% circa, mostrando segni di sviluppo estremamente interessanti. Il pieno supporto ai 64bit di alcune distribuzioni Linux, tra le quali segnaliamo in particolare Suse per lo sviluppo portato avanti nel corso di tutto il 2003, lascia prevedere una crescita ulteriore di queste soluzioni server in abbinamento a processori con supporto a 64bit, quali Opteron e le prossime generazioni di cpu Xeon Nocona.
17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Alberello6927 Febbraio 2004, 18:51 #1
un'altro passo avanti per amd...Intel deve cambiare politica, speriamo lo abbia capito
jotaro8027 Febbraio 2004, 19:00 #2

X corsini

Si sa più niente riguardo all'articolo con i bench su winxp64 e linux a 64 bit?
Parlo di un ipotetico articolo in cui si valutino le prestazione di athlon64 e xeon64 sgli applicativi che già ora sono stati ottimizzati per i 64 bit tipo encoder,decoder,database,programmi scentifici ect.. Sarebbe interessante per valutare i benefici dei 64 bit e le differenze( se ci sono ) tra l'approccio di AMD e quello di Intel. Mi piacerebbe che in questo articolo si spiegassero meglio le varie modalità di funzionamento a 64 bit (long e compatibility).
Grazie.
STICK27 Febbraio 2004, 19:10 #3
Per dei test comparativi con Xeon 64 credo che ci vorra' ancora molto tempo,per ora la tecnologia CT e' stata solo annunciata.
Intanto pero' si possono fare test tra analoghe applicazioni a 32 e 64 bit per saggiare la differenza.

ecco un articolo interessante,dove verso la fine viene analizzata la differenza in termini di istruzioni tra codice a 32 bit e a 64 bit:

http://www.cpuid.com/K8/index.php
manuele.f27 Febbraio 2004, 19:46 #4
anche se chi compra server dovrebbe aver una certa competenza non capisce ancora che comprare xeon è una fesseria mostruosa....
qualsiasi persona che ci capisce un attimino riesce a capire che opteron è uno scalino sopra...
IMHO amd nel mercato multiprocessor è stata la prima a introdurre il concetto di "Due,tre,quattro,otto cpu-->prestazioni due,tre,xxx volte superiori"...
anche se poi non è così lineare....a me fa ridere vedere un p4c 3.2GHz e uno doppio-xeon a confronto....la differnza imho non è per nulla rilevante..
per glia addetti del settore basterebbe dare uno sguardo ai bench in rete
Carpix27 Febbraio 2004, 20:20 #5
Ragazzi ma sbaglio o intel in questo periodo è un pochino in crisi, pensate che io ero convinto che i xeon come prestazioni erano superiori agli AMd, invece ho dovuto ricredermi, "errare è umano" vediamo intel con questi nuovi proc. cosa intende fare??
Sono proprio curioso di vedere qualche bel bench.
Ciao Ciao
Spectrum7glr27 Febbraio 2004, 22:00 #6
Originariamente inviato da manuele.f
anche se chi compra server dovrebbe aver una certa competenza non capisce ancora che comprare xeon è una fesseria mostruosa....
qualsiasi persona che ci capisce un attimino riesce a capire che opteron è uno scalino sopra...
IMHO amd nel mercato multiprocessor è stata la prima a introdurre il concetto di "Due,tre,quattro,otto cpu-->prestazioni due,tre,xxx volte superiori"...
anche se poi non è così lineare....a me fa ridere vedere un p4c 3.2GHz e uno doppio-xeon a confronto....la differnza imho non è per nulla rilevante..
per glia addetti del settore basterebbe dare uno sguardo ai bench in rete


Per prima cosa ti inviterei a non prendere come punto di riferimento un bench con evidenti intenti promozionali ( HP ha stretto un accordo con AMD ed è una news di pochi gironi fa ): ce ne sono a bizzeffe che dicono tutto il contrario (ognuno tira acqua al suo mulino: Apple con i suoi G5, IBM, Sun etc).
Poi non è che sono tutti scemi , la realtà è che esattamente come accade nel campo dei desktop tra P4 ed A64 per alcune applicazioni gli Xeon sono preferibili agli Opteron...dipende sempre dall'utilizzo che se ne fa.
In campo server poi non si acquista solo la macchina ma anche l'assistenza e qui Intel grazie agli accordi con i maggiori produttori gode di un certo vantaggio
(la situazione però sta cambiando ed il fatto che la HP pubblichi test tanto favorevoli agli Opteron è un segnale inequivocabile della sua volontà di supportare la soluzione AMD a svantaggio di Intel)
Maddoctor27 Febbraio 2004, 22:31 #7

X la redazione

Beh ragazzi, che dire ... siete pure finiti su Google News, sezione Scienze

Supporto ai 64bit Opteron e nuove CPU Xeon - HWUpgrade
Ore 10:30

Complimentoni a tutta la redazione e buona notte a tutti
OverCLord28 Febbraio 2004, 00:12 #8
Questi Benchmark dimostrano la serietà di AMD e al tempo stesso che una architettura ben fatta da' la paga alla soluzione pump-the-MHz (e pump-the bus).
Pompa pompa alla fine si scoppia (di caldo)

Dice il saggio: AMD rulez
mcHorney28 Febbraio 2004, 00:28 #9
Paolo grazie di cuore, un altro tessellino da inserire nella mia tesi.

Ciao; Mc
maxilupo28 Febbraio 2004, 04:08 #10
il vantaggio di amd è avere una cpu nativa a 64bit con registri a 64bit ecc. che legge x compatibilità codice a 32bit.
Intel credo sia per ora in una situazione ibrida per almeno un anno con cpu nativa a 32bit in grado di leggere i 64bit con qualche istruzione o qualche stratagemma che gli permette di troncare una istruzione da 64bit in due da 32bit, eseguendola in due cicli di clock.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^