Un supercomputer con CPU sviluppata in Cina

Un supercomputer con CPU sviluppata in Cina

Loongson è il nome con il quale viene indicata una nuova architettura di processore che verrà utilizzata per il supercomputer Dawning 6000. Il target? raggiungere i 3 PetaFLOPs di potenza di calcolo

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 14:04 nel canale Server e Workstation
 

Entro la fine del 2011 la Cina dovrebbe adottare in produzione un'architettura di processore, indicata con il nome di Loongson, sviluppata internamente e applicata in un supercomputer di prossima installazione, indicato con il nome di Dawning 6000.

L'obiettivo, stando a quanto segnalato dal sito zdnet a questo indirizzo, è quello di poter basate l'innovazione in termini di potenza di calcolo su tecnologia non proveniente da altre nazioni ma sviluppata internamente in Cina. Il sistema utilizzerà circa 10.000 processori Loongson, con una potenza di calcolo massima che dovrebbe raggiungere i 3 PetaFlops quale picco massimo.

Il supercomputer più veloce della classifica Top500 più aggiornata è del resto installato proprio in Cina: si tratta di Tianhe-1A, soluzione che abbina 7.168 GPU NVIDIA Tesla M2050 a 14.336 processori Intel Xeon X5670. Le architetture di tipo ibrido, che vedono tradizionali processori affiancati a GPU per elaborazioni parallele, stanno diventando sempre più popolari tra le installazioni di supercomputer a livello globale.

E' da rimarcare l'intenzione della Cina di sviluppare internamente la tecnologia richiesta per le proprie elaborazioni con supercomputer. L'intenzione è di fare in modo che da questo sviluppo tecnologico vi possa essere un travaso verso soluzioni destinate al vasto pubblico, benché per tale tipo di risultato bisognerà presumibilmente attendere ancora molti anni. E' indubbio che il numero di installazioni di nuovi supercomputer in Cina stia crescendo in modo vertiginoso, soprattutto se confrontato con quello delle nazioni europee.

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PhoEniX-VooDoo08 Marzo 2011, 15:37 #1
non si sa' a quale architettura si sono per così dire "ispirati"?
flapane08 Marzo 2011, 15:50 #2
Originariamente inviato da: PhoEniX-VooDoo
non si sa' a quale architettura si sono per così dire "ispirati"?


Suppongo gli IBN PoverPC...

Chi è che disse che i cinesi non facevano paura, ma pena?
Fanno paura, eccome.
Sire_Angelus08 Marzo 2011, 15:53 #3
sbagliato.. usano un'architettura sviluppata internamente compatibile mips-compatibile.
ercole6908 Marzo 2011, 15:55 #4
Loongoson è una tecnologia cinese che è sul mercato da quasi 10 anni. Ho avuto per le mani anche un netbook basato su loongson tempo fa.
Ad ogni modo, se non è un caso di omonimia, gia nel 2007 c'è stato un supercomputer basato su loongson:

Il 26 dicembre 2007 venne reso noto lo sviluppo del primo supercomputer cinese da 1 TeraFLOPS (l'attuale potenza è di 350 GigaFLOPS). Questo sistema noto come KD-50-I è localizzato a Hefai e è gestito del professore Mr. Chen Guoliang (陈国&#33391, dell'University of Science and Technology of China (il primo costruttore con Institute of Computing Technology of Chinese Academy of Sciences come secondo costruttore). KD-50-I è il primo supercomputer cinese a utilizzare CPU sviluppate in Cina, l'attuale configurazione utilizza 330 Loongson-2F. Il sistema occupa quanto un frigorifero domestico e è costato RMB 800,000. La versione da 1 TeraFLOPS sarà basata su Loongson 3 e dovrebbe essere operativa nel 2010.

fonte wikipedia

Le istruzioni sono MIPS con una particolare emulazione delle X86 ottimizzato specificatamente per qemu.
bongo7408 Marzo 2011, 16:57 #5
solo io sogno un 3 competitor "VERO" oltre a Amd e ad Intel?
FraDimi08 Marzo 2011, 17:44 #6
ma gia in Cina non hanno il supercomputer "piu potente del mondo"?
FilipK4208 Marzo 2011, 18:40 #7
questo è un paese che segnerà il futuro dell'intero pianeta...l'europa dovrebbe almeno cercare di stare al passo con la cina, che zitta zitta va sempre più avanti...
Cooperdale08 Marzo 2011, 18:49 #8
Ormai la nostra civiltà occidentale è alla fine di questo ciclo di prosperità, stanno arrivando gli altri a grandi falcate.
jpjcssource08 Marzo 2011, 20:36 #9
Originariamente inviato da: FraDimi
ma gia in Cina non hanno il supercomputer "piu potente del mondo"?


Si, ma è assemblato usando Intel Xeon e Nvidia Tesla.
Una superpotenza che si rispetti non può però dipendere all'infinito da elettroniche progettate dai diretti rivali (USA) e prodotti nelle fabbriche di una provincia ribelle (Taiwan).
Soprattutto perchè si tratta di un settore strategico cruciale sia per la potenza economica che per quella militare.

Mi sembra di ricordare che pure la nostra ST Microelectronics era al lavoro su di un nuovo processore commissionato e finanziato dai Cinesi che avevano bisogno di un partner occidentale accondiscendente per non dover partire quasi da zero.
Notturnia08 Marzo 2011, 22:50 #10
purtroppo la cina si imporrà su molte cose rovinando tutto quello che tocca.. e se non ci si sveglia ....

amen.. io resto con il made in occidente :-D

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^