Amazon batte Apple iTunes sul tempo

Amazon batte Apple iTunes sul tempo

Amazon Unbox è il nuovo video store che offre anche una nuova possibilità di noleggio. E' evidente il testa a testa con Apple ma ancor più la strategicità assunta dalle tecnologie DRM

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 16:21 nel canale Software
AppleAmazon
 

Amazon ha presentato Unbox un nuovo servizio che permette di acquistare o affittare video attraverso le ormai consuete procedure online. L'annuncio è avvenuto nei giorni scorsi e precede di poco il tanto atteso del 12 settembre, giorno in cui Apple ha indetto un evento stampa nel corso del quale potrebbe essere presentata l'evoluzione video di iTunes.

Il video store di Amazon si compone di un listino assai diversificato e prevede ad esempio $1.99 per uno show tv oppure un massimo di 14.99$ per un film. Disponibili anche titoli per 7.99$. Oltre alla forma dell'acquisto è prevista anche la modalità del più economico noleggio il cui canone è di 3.99$.

Come riporta Betanews.com, i video acquistati possono essere masterizzati su supporto ottico ma la visualizzazione è possibile solo sul pc da cui è stato effettuato il download, mentre un titolo affittato deve essere visualizzato entro 30 giorni e una volta iniziato si hanno 24 ore di tempo per terminarlo. Queste particolari clausole contrattuali possono essere attuate attraverso apposite tecnologie DRM. Previsto ad esempio il solo supporto a Microsoft Windows XP; evidente quindi il testa a testa con l'analogo servizio atteso da parte di Apple.

Warner Bros, Sony, MTV, CBS e altri ancora sono già presenti sul video store firmato Amazon; si segnala però una mancanza importante: i titoli Disney non compaiono tra contenuti disponibili su Unbox. I soliti ben informati interpretano si aspettano la sua presenza nelle fila del futuro servizio Apple.

La forma dell'affitto risulta decisamente interessante e si pone in chiara concorrenza con parecchie altre strutture di tipo tradizionale ancora basate sul supporto ottico.

Cogliamo però l'occasione per segnalare anche un'altra modalità decisamente innovativa e particolare ovvero il servizio SpiralFrog che, a fronte della visualizzazione di un certo quantitativo di advertising, permette di scaricare gratuitamente filmati e file audio.

All'iniziativa SpiralFrog partecipano nomi decisamente importanti; ciò testimonia che pur trattandosi di un modello economico particolare SpiralFrog ha saputo catalizzare su di sè molta attenzione. Restiamo in attesa di conoscere le evoluzioni del progetto e più in generale del settore legato agli audio-video store online, prestando ben attenzione al 12 settembre e alle novità che Apple potrà comunicare.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Demin Black Off08 Settembre 2006, 16:33 #1
non male 3.99$ !
ultimate_sayan08 Settembre 2006, 16:34 #2
C'è solo un piccolo problema... Amazon non esiste in Italia... dunque questo servizio, a meno di clamorose nuove aperture, non ci riguarderà. E se speriamo di poter vederci i film in anteprima in inglese...
Apple invece uno store italiano lo ha già ed è probabile che, seppur il loro servizio sarà inizialmente disponibile solo per gli utenti USA, arriverà presto anche nel nostro paese...
Special08 Settembre 2006, 16:35 #3
Lo compri, lo masterizzi, formatti, lo butti.
Demin Black Off08 Settembre 2006, 16:38 #4
una cosa non mi è chiara, se io prendo un film a noleggio, lo visualizzo e non lo cancello, che succede ?!??
Dim3nsionZer008 Settembre 2006, 16:42 #5
Originariamente inviato da: Special
Lo compri, lo masterizzi, formatti, lo butti.

magari in un futuro non molto lontano, con una macchina totalmente Trusted non lo potrai masterizzare
elevul08 Settembre 2006, 16:54 #6
Lo noleggi, lo "ripulisci", lo masterizzi e lo guardi sul lettore dvd di casa.
Così è troppo facile!
magilvia08 Settembre 2006, 17:27 #7
non male 3.99$ !

come non male? Il servizio di noleggio tradizionale ti permette di noleggiare DVD con extra e audio 5.1 visibile su qualsiasi lettore per molto meno! Dove sta la convenienza? Nel fatto di non dover uscir di casa ? 2 Euro a film è il massimo che si potrebbe spendere per un servizio del genere...
ErminioF08 Settembre 2006, 17:27 #8
Si parla di titoli da 7.99 a 14.99$...sono prezzi assurdi, per molto meno nei centri commerciali o store online ti compri l'edizione a 2dvd ahah
Tra l'altro non credo venderanno film da 7-8GB per mantenere la stessa qualità del dvd...senza supporto nè extra, tra l'altro.
Il noleggio ha già più senso, però a quel prezzo dovrebbero vendere l'avi senza drm
The dark Vash08 Settembre 2006, 20:24 #9
effettivamente se uno tiene alla qualità compra il dvd, se deve scendere a compromessi ci sono soluzioni molto più economiche...
MesserWolf08 Settembre 2006, 21:10 #10
Originariamente inviato da: magilvia
come non male? Il servizio di noleggio tradizionale ti permette di noleggiare DVD con extra e audio 5.1 visibile su qualsiasi lettore per molto meno! Dove sta la convenienza? Nel fatto di non dover uscir di casa ? 2 Euro a film è il massimo che si potrebbe spendere per un servizio del genere...


quoto !

<< Come riporta Betanews.com, i video acquistati possono essere masterizzati su supporto ottico ma la visualizzazione è possibile solo sul pc da cui è stato effettuato il download, mentre un titolo affittato deve essere visualizzato entro 30 giorni e una volta iniziato si hanno 24 ore di tempo per terminarlo. Queste particolari clausole contrattuali possono essere attuate attraverso apposite tecnologie DRM. Previsto ad esempio il solo supporto a Microsoft Windows XP; evidente quindi il testa a testa con l'analogo servizio atteso da parte di Apple. >>

E' questa una cosa che detesto dei prodotti protetti con DMR: spendo i soldi per comprare qualcosa, e non sono libero di guardarlo dove voglio, come voglio. Se devo accettare simili condizioni, allora il prezzo ne deve fare di strada ... Come ha accennato qualcuno, c'è da avere paura di come sarà la vita con il trusted computing (se non erro possibile, a livello hw, già col core2 duo e sugli attuali intel-mac).

Comunque la vendita di film su internet prima o poi doveva arrivare, era una cosa logica, anzi a dire la verità, ci ha messo fin troppo. Forse se ci fossero state iniziative simili qualche anno fa, si sarebbe investito si più sulla diffusione dell'adsl e dei servizi su internet, piuttosto che in bidoni come il digitale terrestre
Purtroppo così non è stato. Spero solo che l'italia non perda anche questo treno.

Internet si sta evolvendo verso ciò che è l'attuale Fastweb.

Senza contare che, con il fatto che oramai anche le consoles sono "online" e in molti salotti ci sono dei mediacenter, è assai probabile il successo di tali iniziative, prima irrealistiche a causa della scarsa diffusione della adsl e di pc.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^