Anche il vaticano pensa al web 2.0

Anche il vaticano pensa al web 2.0

Il portale della santa sede verrà pesantemente ripensato per offrire nuove possibilità di social networking

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 14:42 nel canale Software
 
Suor Judith Zoebelein è la mente tecnologica che ha ideato il primo sito web del Vaticano ormai dieci anni fa. In questo periodo Internet e la tecnologia sono radicalmente cambiati e anche il portale di Suor Judith si rinnova.

In origine la pagina web della Santa Sede riportava esclusivamente un messaggio augurale. Oggi invece sono accessibili vari documenti, vari archivi fotografici e sono stati predisposti anche dei "percorsi virtuali" per visitare i Musei Vaticani o la basilica di S.Pietro.

Il prossimo passo annunciato da Suor Judith Zoebelein è chiaro e decisamente puntuale rispetto alle attuali tendenze del web: trasformare il portale da semplice fonte di informazione in uno spazio virtuale dove incontrare gli altri e confrontarsi.

Questa è l'interpretazione vaticana del concetto di web 2.0 e di social networking. Gli utenti avranno a disposizione l'accesso a sistemi di e-learning, a forum di discussione, a strumenti che faciliteranno il lavoro di collaborazione e di lavoro a distanza.

Suor Judith Zoebelein ha chiarito che il nuovo portale vaticano, pur promuovendo la comunicazione e la conoscenza tra gli utenti, preserverà la propria serietà e metterà al bando le frivolezze. Anche per i blog non ci sarà spazio: sono egocentrici.

Fonte: Repubblica.it

69 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Redvex04 Maggio 2006, 14:45 #1
Magari ci si potrà confessare online
Elenion04 Maggio 2006, 14:54 #2
Redvex.. non gli dare l'idea che magari lo fanno davvero e qualche milione di cammelli gli va dietro...
liviux04 Maggio 2006, 14:56 #3
Per quel che ne so, il Vaticano con le sue sterminate collezioni d'arte e di documenti antichi è all'avanguardia nella gestione documentale digitale. Sarà interessante vedere se sfrutteranno questa esperienza o se si limiteranno a mettere su un portale in stile Proloco.
Para Noir04 Maggio 2006, 15:20 #4

asd

Noooo e io che volevo leggere il blog del Papa
ancheio04 Maggio 2006, 15:20 #5

X Elenion

Scusa, che cosa intendi dire con "qualche milione di cammelli"?
Ovvio che la confessione online non si potrà mai fare, ma vorrei sapere che cosa hai voluto dire con quella frase...
dsajbASSAEdsjfnsdlffd04 Maggio 2006, 15:23 #6
beh il blog del papa sarebbe veramente interessante, non sarebbe per niente una cattiva idea o almeno, a me incuriosirebbe
MaxArt04 Maggio 2006, 15:54 #7
Vaticano con la V maiuscola! Correggi il titolo, Fabio
Second Reality04 Maggio 2006, 15:59 #8
Originariamente inviato da: Elenion
Redvex.. non gli dare l'idea che magari lo fanno davvero e qualche milione di cammelli gli va dietro...


Cammelli? Simpaticone!

Quando ai visto il vaticano seguire le mode?
Sig. Stroboscopico04 Maggio 2006, 16:16 #9
Bravo Elenion, complimenti per il commento molto intelligente e simpatico.
lostguardian04 Maggio 2006, 16:23 #10
Originariamente inviato da: ancheio
Scusa, che cosa intendi dire con "qualche milione di cammelli"?
Ovvio che la confessione online non si potrà mai fare, ma vorrei sapere che cosa hai voluto dire con quella frase...


penso si riferisse a quei migliaia di "cammelli" che seguono con ignoranza ogni parola sparata dal vaticano considerandola unica fonte di verità.

penso siano quelli i cammelli...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^