Da Microsoft una nuova campagna mondiale contro la pirateria

Da Microsoft una nuova campagna mondiale contro la pirateria

Con il Global Anti-Piracy Day il colosso di Redmond mira al consolidamento delle azioni di repressione e educazione presso tutte le fasce di pubblico coinvolte.

di Alessio Di Domizio pubblicata il , alle 08:37 nel canale Software
Microsoft
 

Con un piano globale che comprende anche 20 cause contro rivenditori software americani, Microsoft si appresta ad aprire un nuovo capitolo della lotta alla pirateria software. L'iniziativa, denominata Global Anti-Piracy day consta di una parte di sensibilizzazione ed educazione e di una parte di rafforzamento delle campagne legali contro il software contraffatto.

L'iniziativa avrà luogo in 49 nazioni, a partire da quelle maggiormente interessate dal fenomeno della pirateria, il quale, secondo i numeri diffusi dallaa BSA, produce ogni anno danni nell'ordine dei miliardi di dollari.

Fa parte della documentazione prodotta per l'iniziativa, una mappa interattiva che riporta ogni singola azione di contrasto o educazione intrapresa da Microsoft su scala mondiale.

Obiettivo dell'iniziativa, secondo un responsabile legale senior dell'azienda di Redmond, è il consolidamento di tutte le attività che finora hanno interessato i singoli governi oltre a clienti, rivenditori e parter di Microsoft.

In Italia la campagna vedrà coinvolti per una settimana 1000 dipendenti Microsoft nel ruolo di evangelisti contro la pirateria, a partire dal 23 ottobre.

206 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Wee-Max22 Ottobre 2008, 08:44 #1
"evangelisti contro la pirateria"????????
Fox82i22 Ottobre 2008, 08:44 #2
Lodevole come iniziativa!
L'importante è che in questa campagna trovino "il perchè" del propagarsi della pirateria...
xsim22 Ottobre 2008, 08:49 #3
In un mondo senza pirateria avremo Linux su di 1 PC su 3 invece che 1 su 10.
=Cipo2003=22 Ottobre 2008, 08:59 #4
Originariamente inviato da: xsim
In un mondo senza pirateria avremo Linux su di 1 PC su 3 invece che 1 su 10.


sono molto meno che 1 su 10 purtroppo...
^^lee22 Ottobre 2008, 09:02 #5
..Lodevole iniziativa, io sono già sensibilizzato, ho addirittura disinstallato la trial 90 giorni (o 60?) di office, adesso uso star office dal google pack...
al13522 Ottobre 2008, 09:03 #6
si ottima iniziativa. dovra' essere accorpata con una riduzione considerevole di tutti i prezzi software ovviamente piu o meno quello che dovrebbero fare nel settore musicale.
quindi una completa rivisitazione di quello che è l'ingranaggio per la diffusione di sotware
Mighty Max22 Ottobre 2008, 09:05 #7
@xsim Pensi che il largo uso di windows sia dettato dalla pirateria? la quasi totalità dei pc casalinghi vengono acquistati con la licenza oem inclusa, e i pc aziendali di sicuro non fanno girare windows pirata
^^lee22 Ottobre 2008, 09:09 #8
@mighty max...hai ragione, ma se m$ ha raggiunto questa posizione è anche perchè per anni ha tollerato la pirateria sui suoi prodotti allo scopo di diffonderli....
Ferdy7822 Ottobre 2008, 09:09 #9
lodevole iniziativa anche da parte mia, vediamo se così la si smetterà di dire a ma Vista è il miglior sistema a 360°...anche quando magari NON gli si sono sganciati i dindi D ...sarebbe il massimo se bloccassero tutte le copie piarata, e se costringessero gli utenti a rispettare alla lettere l'eula...di cui molti ignorano i passi chiave che farebbero impallidire anche il più incallito sostenitore di MS

QUI c'è la mappa interattiva con i dati e le iniziative nei singoli paesi
Notturnia22 Ottobre 2008, 09:11 #10
ho appena comprato Vista Ultimate 64 e Office 2007 e son felice di averli comprati..

star office devo averlo rimosso anche dal cestino :-D per giocare andava bene ma per lavorare faceva pena..

p.s. come dice Mughty Max in azienda non si usa roba pirata e neanche roba senza supporto tecnico adeguato.. che non vuol dire forum e amici di amici..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^