EBay cambia CEO? Forse

EBay cambia CEO? Forse

Alcune note online segnalano un possibile avvicendamento ai vertici di eBay

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 15:47 nel canale Software
 

Potrebbe essere imminente un cambio ai vertici di eBay: l'attuale CEO Meg Whitman avrebbe intenzione di ritirarsi dopo circa dieci anni di attività; ne da notizia Dailytech.com. EBay in questo periodo è cresciuto esponenzialmente e il sistema di e-commerce è divenuto ormai un riferimento sul web.

I punti di svolta nell'evoluzione di eBay sono riconducibili al successo della piattaforma PayPal, apprezzata per la propria semplicità d'uso e ormai diffusissima quale sistema di micropagamento online. Una delle più recenti innovazioni è invece da individuare nel sistema di feed back ideato per offrire maggiori garanzie e infondere sicurezza ai clienti.

Si ricorderà inoltre che eBay acquisì Skype, proprio sotto la guida di Meg Whitman. Da questa acquisizione il noto portale di aste online, divenuto un sistema di e-commerce e per taluni realtà un'ottima occasione di business, si attende parecchio: le sinergie possibili tra VoIP/messaging e commercio online offrono ampie possibilità. Al momento in realtà pare che queste opportunità siano ancora marginalmente sfruttate.

Il problema, secondo alcune indiscrezioni circolate in rete, non è però imputabile solo a eBay: pare che il noto sistema di VoIP e messaging stia attraversando un periodo piuttosto statico dal quale potrà uscirne solo con nuove iniziative.

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
trydent23 Gennaio 2008, 15:59 #1
Skype è stata una piattaforma pioniera per il voip, ma ormai esistono molte soluzioni concorrenti e addirittura anche alcune gratis per chiamate esterne di 30 secondi o 1 minuto.

eBay a parer mio funziona male per i seguenti motivi:

-Paypal è costosissimo per i venditori e solo ora si può utilizzare in abbinamento alla postepay:
- Il sistema di feedback è una vera presa in giro, ci possono comprare 100 feedback a 1 cent con 1euro e avere una "reputazione ottima" in un paio di ore; viceversa i feedback negativi restano nella maggior parte dei casi per sempre;
- bisognerebbe fare un po di scuola agli utenti con feecback (0), le vere mine vaganti di ebay;
- maggior controllo per i neo iscritti e richiesta obbligata di un documenti o meglio ancora di una carta di credito.
PocotoPocoto23 Gennaio 2008, 16:01 #2
Veramente si è sempre potuto associare la postepay a paypal, quello che è vietato è la forma di pagamento diretta con postepay perchè non tracciabile.
n3m3s123 Gennaio 2008, 16:15 #3

secondo me

Il pagamento con POSTEPAY è vietato, ma EBAY però se la tiene cara con PAYPAL, sbandieranno leadership con poste italiane. E' solo una questione di interessi, per far si che la CREASTA ci sia su PAYPAL. Il pagamento con postepay è tracciabile, se gli sportellisti non concedessero PPAY a chiunque anche senza firma, o facendo firmare chi per loro. Ebay è un ottimo strumento per le vendite di beni usati o da sbrigarsi. Ha aumentato il costo sulla commissione finale, se poi ti pagano con pay pal (cioè 0,35cent+il 3.5%) è una vera botta sul uel minimo guadagno che cerchi. Sulla questione FEED, concordo pienamente con trydent, è davvero un punto dolente. Poi anche essere il venditore perfetto, ma se all'acquirente gli gira....sei spacciato.
serpone23 Gennaio 2008, 16:17 #4
son d'accoero:
carta di identità per le iscrizioni dei nuovi iscritti e carta di credito associata al documento di identità

Quindi = meno truffe

Quanti nuovi iscritti ci sono che acquistano e non pagano?
TANTI
per non parlare dei nigeriani
baronz23 Gennaio 2008, 16:22 #5
Quanti nuovi iscritti ci sono che acquistano e non pagano?
TANTI
per non parlare dei nigeriani


Puoi essere più dettagliato ? Non pagano però poi tu non mandi la merce giusto ?
E i nigeriani invece che fanno ?
v1nline23 Gennaio 2008, 16:28 #6
già. che fanno?
v1nline23 Gennaio 2008, 16:36 #7
http://recensioni.ebay.it/Truffe-Ni...000000002142546

mi rispondo da solo... pensavo che sarpone parlasse a vanvera, e invece!
trydent23 Gennaio 2008, 16:42 #8
Basta navigare per 15 minuti sul forum di ebay per rendervi conto di tutti questi macro problemi: chiunque può arrivare e registrarsi a nome di George Bush nato a Catania l'1/1/1900, poi inserisce altri dati falsi tranne il codice fiscale che il sistema controlla in base ai dati inseriti. Ecco cosi che ci si crea un account e si può iniziare a fare alcune cose tipo:
- rompere le scatole a venditore onesti, comprando, non pagando e lasciando magari un feed negativo
- alzarsi il prezzo delle aste; fateci caso ma moltissime aste sono portate avanti da utenti che si sono registrati il giorno prima, con nick inverosimili tipo simone76363646364 e ovviamente con feed (0)
- fare spam a venditori e compratori proponendo merce taroccata o inesistente a prezzi fuori da qualsiasi logica.

Invece su ebay.co.uk dopo che hai messo i tuoi bei dati ti chiedono di inserire una carta di credito... vorrei vedere di quei famosi 5 milioni di utenti italiani quanti sono quelli reali e quanti quelli alla G.W.Bush
D3stroyer23 Gennaio 2008, 16:52 #9
non diciamo fesserie! Le mine vaganti di ebay non sono i "0 feed", ma sono la maggioranza dei venditori esteri! Spediscono cose "perfettamente funzionanti" ma che magicamente si rompono al 75% durante il trasporto (non parlo di calzini o memorie ram, ma cose anche grandi come diffusori o amplificatori). La spedizione in questi casi è esosissima in termini di costo e quando arriva la merce rotta ti senti dire il classico "si sarà danneggiato nel trasporto" (si guardano bene dal darti la chance di assicurazione). Anche fossero in buona fede tu, persona presa in giro, non puoi nemmeno rimandare indietro l'oggetto se non ripagandoti la spedizione, sicuramente non economica. Questa è la vera fregatura di ebay.

Anche il sistema feedback fa schifo. Dovrebbe essere: chi compra paga. Appena il pagamento è ricevuto il venditore da feedback. Poi l'acquirente darà il suo all'arrivo della merce. Invece non è così, è: "dammi il feed che poi io ti do il tuo"..e chi ha la coda di paglia usa sempre questo metodo, ti lascia sulle spine fino a che lo lasci andare...e ebay non può farci niente.
damxxx23 Gennaio 2008, 16:55 #10
Originariamente inviato da: n3m3s1
Il pagamento con POSTEPAY è vietato, ma EBAY però se la tiene cara con PAYPAL, sbandieranno leadership con poste italiane. E' solo una questione di interessi, per far si che la CREASTA ci sia su PAYPAL. Il pagamento con postepay è tracciabile, se gli sportellisti non concedessero PPAY a chiunque anche senza firma, o facendo firmare chi per loro. Ebay è un ottimo strumento per le vendite di beni usati o da sbrigarsi. Ha aumentato il costo sulla commissione finale, se poi ti pagano con pay pal (cioè 0,35cent+il 3.5%) è una vera botta sul uel minimo guadagno che cerchi. Sulla questione FEED, concordo pienamente con trydent, è davvero un punto dolente. Poi anche essere il venditore perfetto, ma se all'acquirente gli gira....sei spacciato.


Il pagamento con PostePay (tramite PayPal) è sempre stato legale (la uso da almeno 4 anni, me la feci apposta), la PostePay non è altro che una comunissima carta di credito del circuito Visa, la quale si può associare ad un conto PayPal ed utilizzarla per i pagamenti. Quello che è vietato è fare pagamenti tramite ricarica della PostePay, come fai a dimostrare che la ricarica è stata fatta per pagare un oggetto?
Lo sbandieramento della collaborazione con Poste si è reso necessario a causa dell'ignoranza degli utenti che confondevano il divieto di usare le ricariche delle carte prepagate come forma di pagamento con la possibilità di associare la PostePay ad un conto PayPal.
Concordo sulle tariffe assurde di PayPal però lo rovo semplice, pratico e sicuro da utilizzare, e infatti per quelle poche cose che ho venduto ho sempre preferito utilizzare questo canale

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^