eBay torna in Cina

eBay torna in Cina

eBay ha deciso di ritornare sul mercato cinese, questa volta tramite un accordo con il più grosso player cinese del settore

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 09:16 nel canale Software
 

Secondo quanto riporta BetaNews , Ebay ha deciso di provare di nuovo ad entrare nel mercato cinese. La notizia è uscita venerdì, ma il nuovo ingresso nel campo delle aste in territorio cinese dovrebbe avvenire questa estate.

Il ritorno in Cina arriva sette mesi dopo l'abbandono del sito in cinese in seguiro a diversi problemi emersi nelle vendite, soprattutto legati a truffe. Dopo l'uscita di Ebay il mercato delle aste è stato praticamente monopolizzato da Tom Online, società con base a Pechino.

Il nuovo sito nascerà proprio dall'accordo con Tom Online e dovrebbe prendere il nome di 'TOM eBay'. Saranno prese misure restrittive nei confronti dei venditori e, inoltre, i pagamenti non saranno sbloccati fino alla segnalazione di soddisfazione dell'acquirente, ossia con la modalità 'in escrow'.

EBay ha comunque incontrato diverse difficoltà sui mercati asiatici: anche sito giapponese era stato chiuso, in questo caso non per problemi con gli utenti, ma per lo scarso successo. In pratica non eBay non è riuscita a spodestare dalla sua posizione dominante Yahoo!.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Pier de Notrix25 Giugno 2007, 09:32 #1
Yahoo fa aste online in Giappone?!?
pierluigi8625 Giugno 2007, 09:50 #2
cacchio tom fa concorrenza sia a voi che a ebay!!!!
Dexther25 Giugno 2007, 10:08 #3
immagino che delirio sia stato il primo tentativo
Puddus25 Giugno 2007, 11:35 #4
Ma come?
I compagni cinesi che truffano altri compagni????
Qui c'è sotto un complotto di qualche sporco consumista occidentale!
the AdmiraL25 Giugno 2007, 11:57 #5

bello....

almeno cosi possiamo comprarci qlcs a prezzo decente....
ultimate_sayan25 Giugno 2007, 12:28 #6
Personalmente più che del mercato cinese, spero nella riapertura del sito giapponese. E' un mercato molto più interessante e fornito di novità.
blamecanada25 Giugno 2007, 15:40 #7
Originariamente inviato da: Puddus
Ma come?
I compagni cinesi che truffano altri compagni????
Qui c'è sotto un complotto di qualche sporco consumista occidentale!

L'economia cinese è prevalentemente capitalista, di comunista c'è solo il nome del partito...
uvz25 Giugno 2007, 17:01 #8
>Il ritorno in Cina arriva sette mesi dopo l'abbandono del sito in cinese in
>seguiro a diversi problemi emersi nelle vendite, soprattutto legati a truffe.

>Saranno prese misure restrittive nei confronti dei venditori e, inoltre,
>i pagamenti non saranno sbloccati fino alla segnalazione di soddisfazione
>dell'acquirente

W la dittatura !
Di chi è il merito?

Nel resto del mondo i truffatori continuano a fregare ed Ebay non fa niente.
JohnPetrucci25 Giugno 2007, 21:39 #9
Originariamente inviato da: blamecanada
L'economia cinese è prevalentemente capitalista, di comunista c'è solo il nome del partito...

Concordo in pieno.

Originariamente inviato da: uvz
>Il ritorno in Cina arriva sette mesi dopo l'abbandono del sito in cinese in
>seguiro a diversi problemi emersi nelle vendite, soprattutto legati a truffe.

>Saranno prese misure restrittive nei confronti dei venditori e, inoltre,
>i pagamenti non saranno sbloccati fino alla segnalazione di soddisfazione
>dell'acquirente

W la dittatura !
Di chi è il merito?

Nel resto del mondo i truffatori continuano a fregare ed Ebay non fa niente.

In effetti misure come quella del 'in escrow', andrebbero adottati ovunque per evitare truffe e non soltanto in Cina.
R0b125 Giugno 2007, 22:19 #10
Originariamente inviato da: JohnPetrucci
Concordo in pieno.


In effetti misure come quella del 'in escrow', andrebbero adottati ovunque per evitare truffe e non soltanto in Cina.


D'accordo con te, ma pensa pure a tutti gli acquirenti che ci provano, che cambiano idea, che vogliono farsi fare lo sconto adducendo scuse e motivazioni idiote...guarda che ce ne sono eh
Su ebay sono poco tutelati non solo i compratori, ma anche i venditori onesti (e ce ne sono), perchè pagano tariffe incredibilmente alte e spesso si trovano ad aver rogne con degli idioti totali.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^