Google e la ricerca universale

Google e la ricerca universale

Il celebre motore di ricerca annuncia grandi novità: a fianco dei risultati web anche contenuti video, blog o immagini

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 14:35 nel canale Software
Google
 

Google è una realtà poliedrica che da sempre ha avuto come principale campo d'azione quello delle ricerche sul web a cui, con il tempo, sono state parallelamente affiancate altre opzioni che consentono di ricercare immagini, news o video utilizzando una specifica query.

Le modalità con cui l'utente può effettuare una ricerca sono bene note: si inserisce la chiave di ricerca e si definisce in quale tipo di contenuti si desidera trovare i risultati, questi ultimi vengono proposti parallelamente e non viene offerta una visione globale dei differenti tipi di contenuto disponibile. Google ha annunciato l'intenzione di cambiare radicalmente questo approccio offrendo una visione globale dei risultati disponibili.

Ipotizzando quindi una futura interrogazione al motore di ricerca di Google potremmo aspettarci un serie di risultati che in modo incondizionato riguardano pagine web, immagini o video di YouTube che, lo ricordiamo, è stato da tempo acquisito dal colosso di Mountain View.

In apparenza quanto annunciato potrebbe apparire come un puro cambiamento di grafica ma, analizzando in modo più approfondito, si evince che le novità saranno assai rilevanti. Ad oggi le principali realtà web hanno adattato le proprie pagine per sfruttare al meglio il posizionamento nei motori di ricerca e a tal proposito sono sorte precise figure professionali: tutto questo lavoro di ottimizzazione deve essere pesantemente rivisto.

Il nuovo metodo di presentazione dei risultati di Google darà maggior visibilità a contenuti che oggi andrebbero ricercati appositamente poichè di default le ricerche vengono effettuate nelle sole pagine web. Di questo particolare dovranno tenere conto tutti quanti intendono figurare ai primi posti delle pagine di Google e, con ogni probabilità, sarà necessario creare network nei quali siano presenti e indicizzabili molteplici tipologie di contenuti.

Questo nuovo approccio di Google sarà anche funzionale ai nuovi contenuti pubblicitari che intendono essere veicolati attraverso i netwprk di video sharing. L'evoluzione annunciata da Google non è di poco conto e per essere attuata avrà bisogno di circa due anni, probabilmente, anche le varie realtà online proveranno ad implementare nuovi strumenti con l'obiettivo di figurare sempre meglio nelle ricerche del motore di ricerca.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
trydent18 Maggio 2007, 14:58 #1
Mi pare che google aveva lanciato un serivizio sperimentale più o meno simile su un motore temporaneo dal nome tipo spacemash (adesso non ricordo).

Tu scrivevi ad esempio "Roma" e forniva oltre ai soliti link in alto, video e immagini della città.
trydent18 Maggio 2007, 15:00 #2
Ecco ho ricordato il titolo era searchmash

http://www.searchmash.com/
Mad_Griffith18 Maggio 2007, 16:25 #3
molto bello try, speriamo lo implementino definitivamente nel motore-padre.
poaret20 Maggio 2007, 18:50 #4
speriamo che per trovare ciò di cui abbiamo bisogno non ci facciano girare come le merde nei tubi tra pagine e pagine di pubblicità e/o spazzatura

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^